Gli abbonamenti e gli iPhone 5G premium spingono le vendite di Apple | Notizie di affari ed economia


Apple ha dichiarato martedì che le vendite di iPhone sono state di 39,57 miliardi di dollari nel suo terzo trimestre fiscale, in aumento di quasi il 50% rispetto all’anno precedente e al di sopra delle aspettative degli analisti.

Martedì Apple Inc ha riportato vendite trimestrali e profitti che hanno superato le aspettative degli analisti in quanto i consumatori hanno acquistato versioni premium dei suoi iPhone 5G e si sono iscritti ai servizi in abbonamento dell’azienda.

Spinto da vendite di iPhone migliori del previsto, le entrate totali hanno raggiunto 81,43 miliardi di dollari, superiore alle aspettative degli analisti di 73,30 miliardi di dollari, secondo i dati IBES di Refinitiv. I guadagni sono stati di $ 1,30 per azione, al di sopra delle stime di $ 1,01 per azione, secondo Refinitiv.

La crescita delle vendite più forte di Apple è arrivata dalla Cina, dove l’amministratore delegato Tim Cook ha dichiarato a Reuters che i clienti stanno acquistando accessori come l’Apple Watch da abbinare ai loro iPhone. Le vendite in Cina sono cresciute del 58% a 14,76 miliardi di dollari nel terzo trimestre fiscale terminato il 26 giugno.

“Non era solo iPhone. Abbiamo stabilito un nuovo record trimestrale per Mac, per i dispositivi indossabili, la casa e gli accessori e per i servizi” in Cina, ha detto Cook a Reuters in un’intervista. “Era la nostra geografia più forte.”

Finora sembra anche che Apple abbia evitato un duro colpo da una carenza globale di chip.

I risultati arrivano quando gli investitori che una volta temevano che Apple dipendesse troppo dalle vendite del suo dispositivo informatico di punta, l’iPhone, hanno spinto il valore dell’azienda a quasi $ 2,5 trilioni, più che raddoppiando in circa tre anni.

Invece di un rischio, quegli investitori ora sono arrivati ​​a vedere l’iPhone come il centro coerente di una costellazione di acquisti correlati nell’ecosistema Apple, da orologi e auricolari wireless ad app e servizi a pagamento.

Apple ha lanciato i suoi modelli di iPhone 12, tutti in grado di connettersi a reti wireless 5G più veloci grazie ai chip di Qualcomm Inc, più tardi del solito lo scorso anno. Poiché quel ritardo ha spinto alcuni acquisti di iPhone che normalmente avverrebbero nel primo trimestre fiscale della società nel secondo, i dirigenti avevano avvertito gli investitori di aspettarsi un calo più marcato delle vendite di iPhone del solito nel terzo trimestre poiché i consumatori iniziano a trattenere gli acquisti in previsione di telefoni di nuova generazione.

Ma l’impulso all’aggiornamento per il 5G sembrava guidare un ciclo di acquisto migliore per gli iPhone di quanto molti analisti si aspettassero. Apple ha affermato che le vendite di iPhone sono state di 39,57 miliardi di dollari, in aumento di quasi il 50% rispetto all’anno precedente e al di sopra delle aspettative degli analisti di 34 miliardi di dollari.

Cook ha detto a Reuters che l’iPhone 12 Pro e 12 Pro Max di Apple, il livello premium del dispositivo, hanno venduto molto. Ciò ha contribuito a spingere i margini lordi al 43,3 percento, al di sopra delle stime del 41,9 percento, secondo Refinitiv.

L’altro importante fattore trainante dei risultati di Apple è stata la sua attività di servizi, che include abbonamenti a pagamento per televisione e musica, nonché il suo App Store. I ricavi dei servizi hanno raggiunto un livello record di 17,49 miliardi di dollari, in aumento di un terzo rispetto all’anno precedente e al di sopra delle aspettative degli analisti di 16,33 miliardi di dollari. Cook ha detto a Reuters che Apple ora ha 700 milioni di abbonati sulle sue varie piattaforme, rispetto ai 660 milioni del trimestre precedente.

Cook ha affermato che Apple ha stabilito record di vendita trimestrali in molti dei suoi servizi di prima parte, compresi i suoi piani assicurativi hardware AppleCare, che erano leggermente rallentati durante la pandemia quando molti dei punti vendita dell’azienda sono stati chiusi.

Ma Apple ha avuto delle battute d’arresto. Lo scorso trimestre, Apple aveva detto agli investitori che una carenza globale di chip potrebbe frenare le vendite da 3 a 4 miliardi di dollari, principalmente a causa della carenza di chip secondari realizzati con la tecnologia precedente utilizzata in iPad e Mac.

Cook ha detto a Reuters che Apple era limitata nel numero di Mac e iPad che poteva vendere a causa della carenza di chip, ma che l’impatto sulle entrate complessive di Apple derivante dalla carenza era “inferiore alla fascia bassa” della sua gamma precedentemente prevista. Le vendite di iPad e Mac sono state di $ 7,37 miliardi e $ 8,24 miliardi, rispetto alle aspettative degli analisti di $ 7,15 miliardi e $ 8,07 miliardi, secondo i dati Refinitiv.

A lungo termine, il business dei servizi di Apple deve affrontare rischi normativi. La pratica della società di addebitare commissioni dal 15% al ​​30% agli sviluppatori che vendono nel suo App Store e richiedere loro di utilizzare il sistema di pagamento di Apple potrebbe essere esaminata dai regolatori negli Stati Uniti e in Europa, dove i legislatori stanno anche proponendo leggi che potrebbero ridurre alcuni delle pratiche di Apple.

Nei prossimi mesi è attesa anche una sentenza in una causa antitrust intentata contro Apple dal creatore di “Fortnite” Epic Games.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.