Microsoft Flight Simulator è un impressionante allenamento per Xbox Series X

Niente ha spinto il mio PC oltre Simulatore di volo Microsoft. Potrebbe sembrare strano per un “gioco” che consiste principalmente nel volare da soli nei cieli vuoti, ma l’ultima iterazione di Asobo del franchise classico è tecnicamente rivoluzionaria e ambiziosa, con ogni sorta di magia che si svolge oltre le quinte per trasmettere dati accurati sulla città effetti meteorologici in tempo reale e così via. Mi sono ancora divertito molto, ma rispetto alla maggior parte dei giochi AAA, Simulatore di volo chiede molto di più alla tua CPU.

Ecco perché mi ha incuriosito la nuova versione per console Xbox Series, che uscirà domani su Game Pass. In effetti, è il primo gioco Microsoft per console Xbox Series che non funzionerà in modo nativo su nessun modello Xbox One, anche se una versione xCloud arriverà anche su dispositivi mobili e alla fine colpirà anche le console Xbox precedenti. Ho giocato a una build di anteprima fornita da Microsoft sul mio Series X per alcuni giorni e, come con il mio PC, penso che sia l’allenamento più forte per l’hardware finora.

Simulatore di volo Microsoft è essenzialmente la stessa proposta su Xbox come su PC, offrendo ai giocatori la possibilità di pilotare una varietà di aerei attorno a una versione splendidamente resa del nostro pianeta. I tutorial sono stati leggermente modificati, con una serie di missioni più brevi che dovrebbero rendere più facile prendere velocità, e i vari comandi sono stati mappati sul controller Xbox in modo semplice e accessibile. Se lo desideri, puoi rendere il modello di volo altrettanto complesso della versione per PC, anche se al momento non ci sono molte opzioni di stick di volo compatibili con Xbox.

Sulla serie X, Simulatore di volo funziona a una risoluzione 4K e punta a 30 fotogrammi al secondo. Nel complesso, ho avuto un’esperienza più stabile sulla Serie X rispetto al mio rig i5 6600K/GTX 1080, il che è stato impressionante quando l’ho messo insieme cinque anni fa, ma un po’ meno adesso. Il frame rate non è perfettamente fluido: puoi scendere sotto i 30 quando voli a bassa quota in aree dense come il centro di Manhattan, ad esempio, e questo è evidente. Il fatto di aver giocato su una TV LG CX OLED, che è in grado di frequenze di aggiornamento variabili e significa che non si verificano strappi o balbuzie quando la frequenza dei fotogrammi fluttua sopra o sotto i 30, è stato d’aiuto.

Le impostazioni grafiche sono ampiamente paragonabili a quelle che otterresti su un buon PC da gioco, se non proprio al top della gamma. Il gioco è sempre sorprendente quando sei in aria, e qualsiasi cucitura nell’esperienza è davvero evidente solo quando si vola vicino al suolo. Questo tende ad avere più a che fare con il modo in cui funziona la tecnologia di streaming della fotogrammetria: ancora una volta, se voli rapidamente a Manhattan o Shinjuku, non tutti i grattacieli verranno sempre caricati in memoria contemporaneamente, il che significa che alcuni edifici potrebbero apparire un po’ traballanti all’inizio . Di tanto in tanto ho notato anche alcuni problemi divertenti, come le auto che guidano sulla superficie del Tamigi a Londra invece che sul Tower Bridge direttamente sopra.

Per quanto riguarda la Serie S, il mio collega Tom Warren ha passato un po’ di tempo a testare quella versione e i risultati sono impressionanti per una piccola scatola da 299 dollari. Il gioco funziona a 1080p con effetti grafici ridotti e distanze di disegno, ma come vedrai dal video, offre una solida esperienza di Flight Simulator e sarà di gran lunga il modo più economico per ottenerla.

Simulatore di volo Microsoft è migliorato molto dal suo lancio lo scorso anno, con “aggiornamenti mondiali” che espandono ulteriormente i dati fotogrammetrici più dettagliati in tutto il mondo. Questo è tutto anche nella versione Xbox, incluso il più recente aggiornamento Nordics che include aeroporti e punti di interesse rappresentati a mano in Scandinavia, Islanda e Finlandia. (Vale anche la pena notare che la versione per PC sta ricevendo un ulteriore aggiornamento questa settimana che Microsoft promette dovrebbe migliorare notevolmente le prestazioni su tutta la linea: resta sintonizzato per come funziona in pratica.)

Se non altro, la versione Xbox può sembrare un po’ troppo vicina alla versione PC a volte, con un’interfaccia a volte goffa guidata dal cursore. È un po’ cospicuo avere un menu delle impostazioni grafiche in cui l’unica opzione è attivare e disattivare l’HDR, ad esempio. Ma è meglio lasciare troppo dentro che tagliare troppo: l’importante è che l’esperienza di volo sia la migliore possibile con l’hardware a disposizione.

Da quello a cui ho giocato Simulatore di volo Microsoft su Xbox Series X, non mi sembra che Asobo abbia lasciato molto sul tavolo. È ancora un incredibile risultato tecnico e vale la pena verificarlo quando arriverà su Game Pass domani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.