Maria Taylor debutta sulla NBC durante la ritrasmissione della cerimonia di apertura delle Olimpiadi


La carriera di Maria Taylor nella NBC è iniziata con un’apparizione a sorpresa da Tokyo prima della ritrasmissione della cerimonia di apertura olimpica venerdì sera negli Stati Uniti.

“Siamo entusiasti di accogliere un nuovo membro nella nostra famiglia sportiva e olimpica della NBC: Maria Taylor”, ha detto agli spettatori Mike Tirico, uno degli ospiti della cerimonia di apertura. “Maria, benvenuta a Tokyo e alla squadra.” Taylor ha poi introdotto un breve servizio sulla squadra di ginnastica femminile degli Stati Uniti, che ha anche narrato.

Sono stati giorni vorticosi per Taylor. Martedì, ha ospitato la copertura delle finali NBA a Milwaukee come dipendente ESPN. Mercoledì, ESPN ha annunciato di non poter concordare un’estensione del contratto con lei. Venerdì stava lavorando per la NBC alle Olimpiadi.

Secondo a comunicato stampa annunciando i suoi nuovi ruoli, Taylor si unirà a Tirico nell’hosting della copertura olimpica a tarda notte della NBC e fungerà da corrispondente. Dopo le Olimpiadi, ospiterà la copertura dei più grandi eventi di cui la NBC ha diritti.

“Letteralmente, ospitare le Olimpiadi, ‘Football Night in America’ e il Super Bowl è ciò che sognavo quando ho iniziato a lavorare in televisione”, ha detto nel comunicato. Taylor sarà particolarmente essenziale per la NBC il prossimo febbraio, quando il Super Bowl si svolgerà a Los Angeles durante i Giochi invernali di Pechino.

Taylor ha lasciato ESPN dopo un anno tumultuoso. Uno dei suoi colleghi, Rachel Nichols, ha fatto commenti sprezzanti su Taylor lo scorso luglio. In una conversazione con un consulente di LeBron James che Nichols non era a conoscenza della registrazione, Nichols, che è bianca, ha affermato di aver perso i doveri di hosting delle finali NBA a Taylor, che è nero, perché i dirigenti di ESPN stavano “sentendo pressione” sulla diversità .

I commenti e il modo in cui i dirigenti di ESPN li hanno gestiti, hanno contribuito alla lunga tensione tra i dipendenti che coprono l’NBA La controversia ha oscurato l’inizio delle finali NBA e Adam Silver, il commissario dell’NBA, ha affermato di pensare che “ESPN avrebbe hanno trovato un modo per essere in grado di lavorarci sopra”.

Non lo fecero, e non appena ne ebbe l’opportunità, Taylor partì per un’altra compagnia televisiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.