Kohei Uchimura –The New York Times


TOKYO – Quasi tutti nell’arena della ginnastica – altri ginnasti, allenatori, operatori dell’arena e giornalisti – hanno interrotto quello che stavano facendo sabato per guardare Kohei Uchimura del Giappone, considerato uno dei migliori ginnasti maschi di sempre, eseguire la sua routine di alta barra.

All’inizio della sua quarta Olimpiade, Uchimura, uno degli atleti più venerati in Giappone, ha girato intorno al bar e si è librato sopra di esso nel suo solito modo audace e abbagliante. Ma poi le sue mani scivolarono durante una piroetta veloce, forse troppo veloce, che richiedeva un intricato lavoro manuale, e gli spettatori rimasero senza fiato.

Uchimura è caduto, atterrando sul tappeto con un forte ceffone e mettendo fine alle sue speranze di vincere una medaglia d’oro alle Olimpiadi di casa sua. La sua caduta, durante l’evento di qualificazione maschile, è stata emblematica di come sono andati i Giochi estivi per il Giappone: tanta speranza, seguita da una grande delusione. Uchimura non si è qualificato per la finale.

Ai Giochi di Rio 2016, ha vinto l’all-around per diventare il primo ginnasta maschio a mantenere il suo titolo olimpico nell’evento in 44 anni. Dal 2009 al 2016, non ha perso un all-around ai campionati del mondo o alle Olimpiadi. In vista di quel dominio, ha vinto la medaglia d’argento nell’all-around ai Giochi di Pechino del 2008.

Uchimura, 32 anni, è stato un punto fermo ai vertici di questo sport per più di un decennio. Ma a questi Giochi, gareggiava solo nella barra alta, non come parte della squadra giapponese. Le sue Olimpiadi – e molto probabilmente la sua straordinaria carriera – sono finite.

Dopo la sua caduta, Uchimura ha dato un pugno ad alcuni compagni di squadra ed è uscito dall’arena, passando silenziosamente un gigantesco set di anelli olimpici sul muro prima di scomparire sotto le tribune.

Attraverso due dei tre turni di qualificazione, il Giappone è stato al primo posto nella competizione a squadre. La Cina era seconda e la Russia era terza, con tutte e tre le squadre separate da circa un decimo di punto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.