La ricerca dei corpi nel crollo del condominio in Florida termina ufficialmente | Notizie sulle infrastrutture


La polizia e gli specialisti forensi stanno ancora continuando il lavoro di identificazione dei resti umani recuperati dal disastro.

Venerdì i vigili del fuoco hanno ufficialmente terminato la ricerca dei corpi tra le macerie del condominio crollato di Surfside, anche se la polizia e gli specialisti forensi continuano a lavorare per identificare i resti umani.

L’assistente capo dei vigili del fuoco di Miami-Dade Raide Jadallah ha dichiarato all’Associated Press che il ruolo dei vigili del fuoco nel recupero dei resti del condominio crollato di Surfside è terminato. Hanno lasciato il sito in un convoglio di autopompe e altri veicoli e si sono diretti lentamente verso il loro quartier generale.

Il crollo del 24 giugno ha ucciso almeno 97 persone e almeno un’altra persona ritenuta dispersa nel disastro deve ancora essere identificata.

Gli sforzi di ricerca sono ufficialmente terminati dopo il crollo del 24 giugno che ha ucciso almeno 97 persone [File: Jose A Iglesias/Pool via Reuters]

Il sito di Surfside ora è vuoto, ma rimane una sfida per i funzionari locali. Un ingegnere assunto per aiutare a capire perché l’edificio è crollato ha avvertito che il sito potrebbe non essere ancora sicuro.

L’ingegnere strutturale Allyn Kilsheimer ha detto ai funzionari di Surfside e Miami-Dade in una lettera giovedì che Collins Avenue potrebbe sgretolarsi perché un muro perimetrale rimanente vicino alla strada potrebbe crollare. Lo sviluppo è stato segnalato per la prima volta venerdì dal Miami Herald e dal WPLG.

“Riteniamo che ci sia una situazione potenzialmente pericolosa nel sito, in cui il muro rischia di crollare”, ha scritto Kilsheimer.

Tutto ciò che rimane dell’edificio Champlain sono i muri del parcheggio sotterraneo, attorno a una fondazione scavata, e Kilsheimer dice che senza più supporto per quei muri, il traffico vicino potrebbe farli crollare, con parti della strada che cadono nel vuoto .

“Se il muro dovesse crollare o ruotare sostanzialmente, il terreno trattenuto sotto la strada e il marciapiede potrebbe muoversi con esso”, ha scritto Kilsheimer, di KCE Structural Engineers.

Parenti di Lady Vanessa Luna Villalba in lutto per la sua bara nella sua casa, a Eugenio Garay, Paraguay. Luna Villalba, una tata impiegata dalla sorella della First Lady del Paraguay Silvana Lopez Moreira, è stata tra coloro che sono morti nel crollo del condominio di Champlain Towers South a Surfside, in Florida, il 24 giugno. [File: Jorge Saenz/AP Photo]

Raccomanda di costruire un terrapieno di terra per sostenere i muri vicino alla strada e al marciapiede. In caso contrario, il movimento “potrebbe causare il crollo di porzioni di strada e potrebbe compromettere seriamente i servizi pubblici sotto la strada”, ha scritto.

La contea di Miami-Dade sta portando squadre per aiutare a puntellare i restanti muri sotterranei, ha detto all’Herald Rachel Johnson, direttore delle comunicazioni della contea.

“Ci stiamo muovendo per procurare a una società di fare puntellamenti e rinforzi dei muri per garantire che non ci siano rischi”, ha detto.

Il National Institute of Standards and Technology, un’agenzia federale che indaga sul crollo, ha monitorato la sicurezza del sito.

Collins Avenue, che è la principale arteria dell’isola barriera, è stata chiusa al traffico vicino al sito dal 24 giugno, ma i funzionari della città avevano detto che Collins Avenue avrebbe aperto presto.

Nella lettera, Kilsheimer ha affermato che le forti piogge aumenterebbero sostanzialmente i rischi perché il terreno si satura d’acqua.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.