Gli utenti di Instagram temono che un nuovo filtro di sensibilità stia censurando il loro lavoro

Gli utenti di Instagram della piattaforma condividono una preoccupazione centrale in questo momento: il nuovo filtro per i contenuti sensibili dell’app sta bloccando i loro post. Nei post sia nel feed che nelle storie, i titolari di account avvertono i loro follower che l’impostazione sta limitando la loro portata e che i loro follower dovrebbero disabilitare il filtro per assicurarsi che i loro post vengano trasmessi.

“Nelle ultime 24 ore, ho avuto molte conversazioni con artisti e altri creatori che sono incredibilmente frustrati dal fatto che il loro lavoro sia nascosto”, Phillip Miner, un artista e il creatore della rivista queer hobby Inseguimenti naturali, ha scritto in un post. “Al contrario, le persone sono frustrate dal fatto che non riescono a trovare il contenuto che vogliono vedere”.

Un post precedente delle sue persone che allertano il filtro ha raggiunto oltre 700.000 persone ed è stato condiviso 192.000 volte a partire da questa mattina, racconta Il Verge. Persone di ogni tipo di comunità, incluso il mondo dell’arte, le prostitute, i tatuatori e l’industria della cannabis hanno colto l’occasione, condividendo preoccupazioni simili, dice.

Un account per una società di fondine per armi fa un avvertimento simile nel proprio post, dicendo che i contenuti su “pistole” e “capitalismo” potrebbero essere nascosti. Se c’è una causa unificante su Instagram in questo momento, è intorno al filtro della sensibilità.

Il filtro di sensibilità, che è stato introdotto martedì, consente alle persone di impostare limiti sulla quantità di contenuti potenzialmente sensibili che potrebbero vedere nella loro pagina Esplora. Dovrebbe filtrare cose come i contenuti autolesionisti ed è attivato per impostazione predefinita.

Ma Instagram dice che i creatori non dovrebbero preoccuparsi. L’app ha già limitato la quantità di contenuti sensibili che le persone vedono nella loro pagina Esplora e l’impostazione predefinita mantiene tale filtro. Con le opzioni introdotte martedì, le persone possono ora limitare ulteriormente i contenuti sensibili o consentirne la diffusione.

Un portavoce suggerisce di Il Verge che alcuni utenti potrebbero persino vedere un aumento della rilevabilità a causa di questo cambiamento se le persone scelgono di consentire contenuti più sensibili nella loro pagina Esplora. Il cambiamento non avrà “nessun impatto” su ciò che gli utenti vedono nel loro feed o nelle storie, “dove continueremo a mostrare loro i post delle persone che seguono”, ha affermato il portavoce.

Il contenuto sensibile è definito da Instagram nella sua “Linee guida per le raccomandazioni“, che riguarda solo i contenuti consigliati in luoghi come Esplora e IGTV Discover ed è molto più ampio delle sue “Linee guida della community”. I contenuti considerati sensibili sono ancora consentiti sull’app, al contrario dei contenuti che violano le sue Linee guida della community, ma Instagram potrebbe mostrarli meno frequentemente, in particolare per gli utenti che impostano i propri limiti di sensibilità al livello più basso.

Un portavoce non ha offerto dettagli su quanti contenuti sensibili gli utenti potrebbero aspettarsi di vedere nella loro pagina Esplora in nessuna delle tre impostazioni disponibili.

Miner sottolinea, tuttavia, che indipendentemente dal filtro, raggruppare tutti i contenuti sensibili in un’unica frase generica è il problema più grande. Il suo lavoro mostra spesso nudità, ad esempio, che, se sessualmente esplicita o allusiva, è considerata sensibile da Instagram, ma dice che alcune persone potrebbero essere d’accordo con l’arte del nudo e allo stesso tempo non voler vedere contenuti che raffigurano la violenza, che rientra anche nell’ambito sensibile contenuto. Lo stesso si potrebbe dire dei contenuti correlati al tabacco o dei contenuti relativi ai farmaci, entrambi considerati contenuti sensibili.

“Ciò che mi piacerebbe vedere è che ci sono così tante cose che rientrano nell’ombrello dei contenuti sensibili, essendo in grado di personalizzare maggiormente la tua esperienza”, afferma.

Instagram ha chiaramente tentato di dare alle persone un maggiore controllo, ma è rimasto troppo ampio, almeno secondo l’opinione di Miner. Inoltre, la piattaforma non è chiara con le persone che vogliono disabilitare il filtro se vedranno improvvisamente molti contenuti di perdita di peso indesiderati o immagini violente. Sebbene alla fine gran parte di Instagram non cambierà con questa nuova impostazione, la comunicazione al riguardo dovrebbe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.