Recensione OnePlus Nord 2: concentrato sull’essenziale

Fin dall’inizio, OnePlus ha posizionato la sua gamma di telefoni Nord di fascia media come una gamma meno costosa e completamente separata dai suoi dispositivi di punta. Ma con il Nord 2, che arriva come diretto successore del Nord originale rilasciato lo scorso anno, la linea tra i due sembra più sfocata che mai.

Mentre il Nord originale aveva il suo carattere, come un design unico e caratteristiche esclusive come una fotocamera selfie ultrawide, il Nord 2 sembra più un’ammiraglia ridotta. Ha un urto della fotocamera molto simile a OnePlus 9, ad esempio, e sebbene i sensori specifici siano diversi, le sue fotocamere svolgono le stesse funzioni. Ma tutti gli elementi essenziali sono ancora lì: uno schermo vibrante ad alta frequenza di aggiornamento, una buona durata della batteria e un software facile da usare.

Un prezzo di partenza più conveniente e non di punta significa che è difficile discutere con questi compromessi. OnePlus Nord 2 costa £ 399 / € 399 per il suo modello di archiviazione da 8 GB di RAM / 128 GB, salendo a £ 469 / € 499 per una versione di archiviazione da 12 GB di RAM / 256 GB. (OnePlus non vende il Nord 2 negli Stati Uniti, ma quei prezzi si convertono all’incirca in $ 470 e $ 588, rispettivamente.) Per questa recensione, ho usato il modello da 12 GB.

Con il suo display da 6,43 pollici, OnePlus Nord 2 è un pelo più piccolo di OnePlus 9 (che ha un display da 6,55 pollici), ma per il resto è un dispositivo dall’aspetto molto simile. C’è un dosso rettangolare per fotocamera sul retro contenente tre fotocamere, un foro per la fotocamera selfie in alto a sinistra sul davanti e una porta USB-C in basso (ma purtroppo, nessun jack per le cuffie). La biometria viene gestita tramite un sensore di impronte digitali in-display e c’è un dispositivo di scorrimento fisico per passare dalla modalità silenziosa a quella vibrante sulla destra del telefono.

Troverai Gorilla Glass sulla parte anteriore e posteriore del telefono, ma poiché la sua cornice è di plastica potresti voler utilizzare una custodia se sei particolarmente preoccupato per la finitura della cornice che si esaurisce. Altrimenti non ho notato che il telefono si fletteva più di un tipico telefono con cornice in alluminio. Come il Nord originale, il Nord 2 non ha una classificazione IP ufficiale per la resistenza alla polvere o all’acqua.

Oh, e anche questo è un telefono 5G: ottieni il supporto sub-6GHz, ma non mmWave. Dato che quest’ultimo tipo di rete ad alta velocità e basso raggio ha ha appena iniziato a srotolare nei mercati di rilascio del Nord 2, non è qualcosa che molte persone rischiano di perdere.

Il segno più evidente che questo non è un dispositivo OnePlus di punta è il suo processore, che è un MediaTek Dimensity 1200-AI piuttosto che uno dei chip Snapdragon 888 di punta di Qualcomm. Considerando che MediaTek è un marchio più comunemente associato a dispositivi economici, ero preoccupato per la sua inclusione su OnePlus Nord 2, ma sono rimasto piacevolmente sorpreso dalle prestazioni complessive. Sì, ti perdi le funzionalità esclusive di Qualcomm come l’audio Bluetooth AptX di alta qualità, ma per il resto il passaggio da un’app all’altra è stato senza intoppi e la GPU dei processori ha sfruttato al meglio il display a 90 Hz del telefono mentre scorreva anche un grafico relativamente intenso Feed di Twitter (che, in confronto, balbettava sull’originale Nord). Tuttavia, ho notato che il telefono era leggermente lento a svegliarsi in un paio di occasioni, ma le prestazioni complessive erano alla pari, se non leggermente migliori, del Nord originale nell’uso quotidiano.

Strizza gli occhi e potresti credere che il Nord 2 sia un OnePlus 9.

Lo schermo 1080p del Nord 2 è generalmente difficile da criticare. Fa tutto bene che ti aspetteresti da un display OLED. I bianchi sono nitidi e luminosi, i colori sono incisivi e i neri sono, beh, neri. La sua frequenza di aggiornamento di 90Hz è tecnicamente un passo indietro rispetto al pannello a 120Hz che troverai su telefoni come OnePlus 9, ma in pratica non ho notato un downgrade.

Come bonus, questa volta lo schermo del Nord 2 è in realtà affiancato da altoparlanti stereo (uno rivolto verso il basso e uno dall’auricolare del telefono), al contrario del Nord originale, che riproduceva solo l’audio multimediale dal suo altoparlante rivolto verso il basso . Avrai comunque voglia di usare le cuffie per un ascolto corretto, ma il volume degli altoparlanti significava che non avevo problemi a sentire i podcast riprodotti dagli altoparlanti del telefono mentre cucinavo.

Ho ottenuto poco meno di cinque ore di tempo di accensione dello schermo dalla batteria da 4.500 mAh del Nord 2, abbastanza facilmente da durare un’intera giornata con un po’ di scorta. Ma sono rimasto più colpito dall’inclusione della ricarica rapida Warp Charge 65 qui. Quando si carica da zero, ho raggiunto l’89 percento dopo mezz’ora e il 99 percento dopo 35 minuti, il che è sembrato straordinariamente veloce. Devi usare uno dei caricabatterie proprietari di OnePlus e il cavo in dotazione per ottenere queste velocità, ma almeno ottieni entrambi nella confezione. Il Nord 2 non supporta la ricarica wireless, il che non è del tutto sorprendente a questo prezzo.

C’è un piccolo foro per la fotocamera selfie da 32 MP in alto a sinistra.

Un dispositivo di scorrimento fisico ti consente di mettere il telefono in modalità silenziosa.

Il Nord 2 funziona su OxygenOS 11.3 out of the box, che è noto per essere la prima versione del software OnePlus a riflettere la sua integrazione con ColorOS di Oppo, come Sviluppatori XDA segnalato. Ma nonostante i cambiamenti sotto il cofano, il telefono non sembrava radicalmente diverso nell’uso quotidiano. Tuttavia, ho trovato alcune modifiche nel menu Impostazioni, in cui diversi controlli sono stati rinominati e spostati leggermente di posizione. Significava che inizialmente ho faticato a trovare le opzioni di calibrazione dello schermo standard di OnePlus, ad esempio, ma sono ancora lì in un sottomenu leggermente diverso. È di buon auspicio per il futuro di OxygenOS, che continua a essere una versione ordinata di Android che apprezzo soprattutto per la sua capacità di tenermi alla larga. In termini di supporto continuo, l’azienda promette di ricevere due importanti aggiornamenti Android e tre anni di aggiornamenti di sicurezza con il Nord 2, anche se ha rifiutato di dire quanto regolari sarebbero questi aggiornamenti di sicurezza.

Sul retro del Nord 2 troverai tre fotocamere posteriori. La sua fotocamera principale utilizza un sensore Sony IMX766 da 50 megapixel (che OnePlus utilizzava in precedenza per le fotocamere ultrawide su 9 e 9 Pro), che è affiancato da una coppia di fotocamere a risoluzione molto più bassa: una ultrawide da 8 megapixel e una 2 sensore monocromatico da megapixel di dubbia utilità. Sul davanti c’è una fotocamera selfie da 32 megapixel, ma questa volta non è abbinata a una fotocamera ultrawide, il che mi rende, personalmente, un po’ triste.

In genere mi sono piaciuti gli scatti che ho ottenuto dal Nord 2 e l’OIS sul sensore principale significa che è facile ottenere scatti sempre nitidi ogni volta che si preme il pulsante di scatto. Detto questo, hanno sicuramente l’aspetto tipicamente incisivo di OnePlus, che dà la priorità alla vivacità rispetto alla precisione. È più ovvio quando guardi gli scatti fotografici di paesaggi: posso prometterti che l’erba nelle fotografie sottostanti era molto meno verde e molto più gialla in realtà. Anche i bordi tendono ad avere un aspetto leggermente affilato.

Il Nord 2 include tre fotocamere posteriori.

Di notte, la modalità fotografica standard del Nord 2 scatta automaticamente foto luminose quasi quanto la modalità Night Sight di Google Pixel e, se si accede alla modalità Nightscape Ultra dedicata del telefono, si ottengono foto che sembrano quasi scattate alla luce del giorno. non per come appaiono sbiaditi. Nella sua modalità fotografica standard, questa luminosità nasconde il fatto che gli scatti in condizioni di scarsa illuminazione non sono particolarmente dettagliati, come nella foto qui sotto di un condominio in cui le linee divisorie tra le doghe di legno sono state attenuate. Sarai in grado di distinguere i tuoi amici se li fotografi in un bar poco illuminato, ma la loro pelle potrebbe apparire un po’ liscia e plastilina nel processo.

Stranamente, questa vivacità non si estende alla fotocamera ultrawide, dove gli scatti sembrano molto più tenui e probabilmente più precisi nei colori in confronto. C’è anche meno dettaglio grazie al sensore a bassa risoluzione.

Quando si tratta di persone, OnePlus Nord 2 sembra non resistere alla tentazione di schiarire i toni della pelle, aumentare le ombre e rendere tutto un po’ piatto. Anche con la sua modalità di abbellimento disattivata, ho ancora l’impressione che il Nord 2 evitasse di mostrarmi fino all’ultima ruga e poro sul mio viso. A suo merito, l’effetto significa che puoi a malapena dire che ho scattato gli scatti qui sotto mentre mi facevo strada sudando attraverso un’orribile ondata di caldo nel Regno Unito, ma penso che le fotografie complessive finiscano per sembrare più blande come risultato. È una storia simile con la fotocamera selfie del telefono, anche se questo è parzialmente compensato dai dettagli extra dagli scatti predefiniti a 32 megapixel, mentre la fotocamera principale sul retro ha un valore predefinito di circa 12.

La continua insistenza di OnePlus nell’includere sensori monocromatici a bassa risoluzione sul retro dei suoi telefoni è sconcertante. L’opzione di fotografia in bianco e nero che ne fa uso è ancora completamente nascosta alla fine dell’elenco dei filtri della fotocamera, e anche una volta che ti prendi la briga di usarlo, devo ancora notare la differenza che fa rispetto a un filtro basato su software. Puoi persino coprire il sensore monocromatico del Nord 2 mentre scatti una foto in bianco e nero e il telefono sembra continuare imperturbato.

Ma a parte le lamentele sul sensore monocromatico facilmente ignorabile, penso che le fotocamere del Nord 2 facciano molte cose nel modo giusto se condividi la sua preferenza per gli scatti luminosi e colorati. OIS sulla fotocamera principale significa che è relativamente facile ottenere fotografie nitide e potresti fare molto peggio a questo prezzo.

Uno scanner di impronte digitali in-display gestisce la sicurezza biometrica.

USB-C, ma nessun jack per le cuffie.

Un mese fa, OnePlus ha annunciato il cosiddetto Nord CE o “Core Edition”, un telefono economico che è stato presentato come in grado di offrire le funzionalità essenziali di uno smartphone OnePlus senza alcun ingombro in più. Ma più uso OnePlus Nord 2, più penso che questo sia il telefono che si adatta a questa descrizione in modo molto più accurato.

Dal suo schermo, alle sue fotocamere, al suo processore e al suo software, il Nord 2 sembra un telefono di punta privo di qualsiasi funzionalità non necessaria. Non ci sono fotocamere con marchio Hasselblad, solo una serie di sensori ragionevolmente specificati. Non esiste un chipset Qualcomm di punta, ma si ottiene un processore che non ha problemi a gestire le attività quotidiane di uno smartphone moderno. Nessuna ricarica wireless, ma ricarica rapida via cavo che compensa ampiamente.

Tutto ciò si aggiunge a un dispositivo convincente se stai cercando di spendere tra £ 400 e £ 500 e sei in un mercato in cui OnePlus sta effettivamente vendendo il Nord 2. Un fiore all’occhiello ridotto potrebbe essere, ma è difficile da discutere con ciò che è stato lasciato.

Fotografia di Jon Porter / The Verge

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *