Recensione del laptop Framework: scegli le tue porte

Ci sono molti laptop da 13 pollici e 14 pollici là fuori, ma pochissimi offrono molto in termini di aggiornabilità da parte dell’utente. Framework, una startup con sede a San Francisco, vede un’apertura nel mercato lì. Il nuovo laptop Framework da 13,5 pollici consente ai clienti di aggiornare e sostituire non solo le parti interne (RAM, batteria, memoria), ma anche i componenti esterni (tastiera, cornici e porte).

Se sei molto particolare riguardo alle tue specifiche, puoi anche ordinare un “Edizione fai da te”, comprese parti di tua scelta e assemblare il laptop da soli. Sospetto che la maggior parte delle persone sceglierà uno dei tre sistemi predefiniti offerti da Framework, che può quindi essere modificato secondo necessità.

Al di fuori della sua personalizzazione, il Framework è un ultraportatile di produttività abbastanza standard. È un po’ più piccolo di un MacBook Pro M1, con 2,87 libbre e 0,62 pollici di spessore. Il telaio incorpora materiali riciclati. C’è un display 3:2 abbastanza luminoso (senza opzione touch per ora) e una tastiera e un touchpad utilizzabili. Otterrai prestazioni decenti dai processori Intel di 11a generazione e una durata della batteria ok (ma non entusiasmante).

In altre parole, l’aggiornabilità è la ragione per acquistare il laptop Framework: non c’è molto altro da discutere qui. E mentre sembra un buon pacchetto da dove mi trovo, gran parte della sua proposta di valore dipende dal fatto che l’azienda sia all’altezza della sua promessa di supportare il dispositivo per gli anni a venire.

I sistemi precostruiti dovrebbero coprire la maggior parte dei casi d’uso. Ho testato il modello base, che costa $ 999 e include un Core i5-1135G7, 8 GB di memoria, 256 GB di spazio di archiviazione e Windows 10 Home. Il modello Performance da $ 1.399 ha un Core i7-1165G7, 16 GB di memoria e 512 GB di spazio di archiviazione, mentre il modello Professional richiede $ 1.999 per un Core i7-1185G7, 32 GB di memoria e 1 TB di spazio di archiviazione, oltre a Windows 10 Pro e vPro . Nota che gli ultimi due modelli non verranno spediti fino ad agosto, mentre il modello base non arriverà fino a settembre: puoi preordinarli tutti e tre ora con un deposito di $ 100. I kit fai-da-te partono da $ 749 e il prezzo varia in base ai componenti selezionati.

Il vantaggio più esclusivo offerto dal Framework è l’opportunità di personalizzare le porte. Lo chassis ha quattro alloggiamenti, ma puoi ordinare tutte le schede di espansione che desideri, tra cui USB-C, USB-A, microSD, HDMI, DP ed espansione di archiviazione (250 GB o 1 TB). Framework dice che stanno arrivando più opzioni. Ho inserito un USB-A, un USB-C, un HDMI e un po’ di spazio di archiviazione aggiuntivo, ed è stato un compito molto semplice. Le carte sono essenzialmente dei dongle: scorrono direttamente dentro e puoi scambiarle mentre il computer è acceso.

Sono stato anche in grado di sostituire le cornici nere sul modello che mi è stato inviato con alcune bianche. Ci sono voluti circa 10 secondi. Le cornici superiore e laterale si attaccano al telaio tramite magneti e ci sono strisce di adesivo lungo il bordo inferiore, quindi è solo questione di staccare una cornice e attaccarne un’altra: puoi farlo mentre il laptop è in funzione. (Framework afferma che l’adesivo è riutilizzabile, quindi puoi scambiare le cornici avanti e indietro.) Puoi anche sostituire la tastiera, il touchpad e il lettore di impronte digitali, sia singolarmente che come foglio.

Il laptop Framework aperto, all'aperto, su una tovaglia rossa con un giardino e il muro di una casa sullo sfondo.  Lo schermo mostra un paesaggio montuoso.

Ecco la cornice nera: puoi anche metterne di bianche.

Quindi, puoi estrarre la tastiera per armeggiare con i componenti interni – anche la scheda madre. Questo è abbastanza facile da fare, ma un fastidio è che il telaio è tenuto insieme da viti T5, che non funzioneranno bene con un normale cacciavite Phillips. (Framework dice che questo è dovuto al fatto che il T5 evita i problemi di stripping che possono verificarsi con le viti Phillips.) Se non si dispone già di un kit con un cacciavite T5, è meglio assicurarsi di non perdere lo strumento inviato da Framework con il laptop (ed è piccolo, sono sicuro che lo perderei).

In teoria, tutte queste parti di ricambio saranno disponibili su un mercato centralizzato aperto anche a produttori di terze parti. Ciascuno dei vari componenti ha un codice QR su di esso che, una volta scansionato, aprirà una pagina di acquisto per la sostituzione della parte. Questo mercato non è ancora attivo, quindi non posso parlare di ciò che sarà effettivamente disponibile lì — Framework dice che sarà disponibile ad agosto.

Questo sottolinea un tema di questa recensione, ovvero che gran parte del valore di questo laptop dipende da come saranno effettivamente il suo ecosistema promesso e la rete di supporto. Ci sono alcune guide sul sito Web di Framework – per impostare i pre-costruiti e il kit fai-da-te, sostituire le cornici, sostituire la tastiera e sostituire la scheda madre – ma al momento della stesura di questo articolo mancano ancora alcuni processi che le persone probabilmente vorranno. Non esiste una guida alla sostituzione della memoria, ad esempio (devi trovarla nella guida alla sostituzione della scheda madre). Framework dice che arriverà presto.

Inoltre, non sono stato in grado di trovare un elenco di parti supportate o un elenco di ciascuna vite e le sue dimensioni, il che potrebbe rendere la perdita di una vite un incubo. Framework afferma che il primo elenco arriverà presto e che aggiungerà le specifiche delle viti alle sue guide di riparazione “mentre andiamo”.

Il laptop Framework era chiuso, capovolto su una tovaglia rossa.  Uno dei suoi quattro slot per porte è vuoto.  Una scheda di espansione si trova accanto alla porta vuota, capovolta con il codice QR rivolto verso l'alto.

C’è un USB-C all’interno di ogni custodia.

Il sensore di impronte digitali sul Framework Laptop sopra una tovaglia rossa.

Il sensore di impronte digitali si trova in una posizione comoda, ma è stato un po’ pignolo e a volte ha avuto problemi a leggere il mio dito.

La qualità costruttiva del Framework è leggermente inferiore a quella dei migliori concorrenti a questo prezzo; stai pagando un po’ di più per la promessa a prova di futuro del Framework. Il tutto ha un aspetto plasticoso: non è economico, ma sembra più vicino ad Acer Aspire che a Dell XPS. E c’è un po’ di fragilità. Nello specifico, c’è un po’ di flessibilità nella tastiera e un sacco di cose sullo schermo. (In realtà ero preoccupato di far scattare quest’ultimo e non l’ho serrato quanto avrei potuto.) E anche se non mi sono mai preoccupato che le cornici magnetiche potessero cadere, non lo sono pure difficile da staccare, e potevo sicuramente vederli impigliarsi nelle cose o accumulare detriti sotto. Mi piace che qui venga utilizzato materiale riciclato, incluso il 50% di alluminio PCR nella custodia, “una media” del 30% di plastica PCR e l’80% di imballaggio PCR.

Un’altra cosa da sottolineare è il display 3:2. È una delle poche parti di questo laptop che al momento non può essere aggiornata; sei bloccato con un pannello non touch da 2256 x 1504. Ha raggiunto 391 nits di luminosità nei miei test, il che è abbastanza buono e generalmente ha fornito un’immagine nitida – e il rapporto di aspetto 3: 2 offre molto più spazio verticale rispetto ai pannelli 16: 9 che troverai su molti 13 pollici i Quaderni. È piuttosto lucido, tuttavia, e restituisce un po’ più di abbagliamento rispetto a quello che sono abituato a vedere dai pannelli in questa fascia di prezzo.

Il Framework Laptop in un giardino sopra una tovaglia rossa, rivolto verso la telecamera, aperto, inclinato a sinistra.

Vedere? Sembra a posto. Tipo, va bene.

Esaminerò il resto del laptop; la conclusione è che la riparabilità è l’unico vero biglietto da visita del Framework. La tastiera è ben retroilluminata, quasi senza sbavature e comoda con 1,5 mm di escursione. C’è una webcam 1080p con un otturatore fisico: la sua immagine è un miglioramento rispetto alla tradizionale tariffa per laptop a 720p. Ma nessuno dei due è così sorprendentemente buono che comprerei il Framework solo per averlo.

Per quanto riguarda le prestazioni, il modello base andava bene. Il fondo a volte si scaldava sotto il carico di una dozzina di schede e app di Chrome, ma non è mai stato scomodo da usare sulle mie ginocchia. I fan erano occasionalmente udibili, ma per lo più silenziosi.

Tutte e tre le opzioni del processore sono dotate di grafica integrata Iris Xe di Intel: non è disponibile alcuna opzione GPU. La GPU integrata non è sufficiente per eseguire giochi molto impegnativi, ma dovrebbe fare un buon lavoro con League of Legends e simili. Ho fatto un leggero fotoritocco senza problemi, anche se non era così scattante come ho visto su macchine Core i7.

La durata della batteria era ugualmente accettabile ma insignificante. Ho una media di circa sei ore e 12 minuti di lavoro continuo con lo schermo a 200 nit di luminosità. Puoi ottenere molto di più da queste specifiche: abbiamo visto dalle sette alle otto ore dal Surface Pro 7 Plus, che è $ 300 in più per un modello Core i5.

Innanzitutto: è ammirevole ciò che Framework sta cercando di fare. Questo è un laptop che gli appassionati di informatica fai da te stavano aspettando. E c’è sicuramente molto qui che è promettente. Le porte e le cornici sono facili da sostituire, anche se non hai mai aggiornato un computer prima d’ora, e questa è una caratteristica legittimamente unica. Inoltre, il fatto che la RAM non sia saldata, in uno chassis di queste dimensioni, è di per sé una vittoria in termini di aggiornabilità.

Ma questa comunità è stata bruciata prima. Dal Ghost Canyon NUC di Intel all’Area-51m di Alienware, il cimitero virtuale è disseminato di computer modulari promessi che non sono mai stati realizzati perché l’azienda ha smesso di produrre hardware per loro. Dell è stata recentemente citata in giudizio per presunta promessa che l’Area-51m R1 potrebbe essere aggiornato alle future CPU Intel e GPU Nvidia, ma alla fine non è stato così. Questo tipo di dispositivo è difficile da realizzare e ancora più difficile da supportare nel tempo.

Ho chiesto a Framework quante generazioni di CPU Intel si era impegnata a supportare e l’azienda non ha dato una risposta diretta. Un portavoce ha dichiarato: “Stiamo valutando le prossime roadmap del silicio e non vediamo nulla che ci possa preoccupare della compatibilità con il nostro telaio attuale. Continueremo a supportare il telaio esistente per il prossimo futuro”.

Sicuro. Ma finché non avrò effettivamente una scheda madre Alder Lake tra le mani, esito ad eccitarmi troppo. Il fatto che il Framework sia un buon acquisto dipenderà dal fatto che l’azienda sia effettivamente in grado di andare avanti con questo chassis, per quanto tempo continuerà a rilasciare nuovi moduli e se sarà in grado di creare una solida libreria di materiali di supporto. Dipenderà anche da quanto è buono il mercato promesso e quanto sono robuste le selezioni dei componenti. Questi sono i veri vantaggi di questo dispositivo. Senza di loro, il Framework è per lo più un laptop insignificante con molti codici QR.

Fotografia di Monica Chin / The Verge

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.