La Colombia presenta al Congresso una nuova riforma fiscale tra altre proteste | Notizie sulle proteste


Il ministero delle finanze afferma che il disegno di legge non riguarderà la maggior parte dei contribuenti, dopo che un aumento proposto ad aprile ha suscitato proteste.

Martedì il governo colombiano ha presentato formalmente al Congresso un disegno di legge di riforma fiscale da 3,95 miliardi di dollari, mentre sindacati e gruppi studenteschi cercavano di rilanciare le proteste di piazza che hanno contribuito a far naufragare l’iterazione originale della riforma.

La legge raccoglierebbe significativamente meno del pacchetto di $ 6,3 miliardi richiesto dal governo in una proposta di aprile che è stata successivamente ritirata tra manifestazioni di massa e opposizione dei legislatori.

Il governo del presidente Ivan Duque insiste che la misura è vitale in un momento di aumento del debito e di un deficit fiscale in espansione e deve essere approvata per sostenere i programmi sociali.

“La legge sull’investimento sociale, che costruiremo tra tutti noi, è il più grande salto nello sviluppo umano degli ultimi decenni”, ha detto Duque ai legislatori aprendo la seconda legislatura dell’anno del Congresso nel giorno dell’indipendenza della Colombia.

I manifestanti in diverse città hanno celebrato il giorno dell’indipendenza della Colombia chiedendo la riforma della polizia e un maggiore sostegno da parte del governo sulla scia della pandemia di coronavirus [Nathalia Angarita/Reuters]

Ma la precedente proposta fiscale ha spinto migliaia di persone nelle strade di tutta la Colombia per diverse settimane a partire dalla fine di aprile, poiché i critici affermavano che la legislazione avrebbe danneggiato in modo sproporzionato le classi lavoratrici e medie del paese.

Le proteste settimanali, sospese il mese scorso, si sono successivamente ampliate per includere una vasta gamma di richieste, tra cui una maggiore equità economica ed educativa, nonché la fine della violenza della polizia contro i manifestanti.

Martedì i manifestanti sono scesi di nuovo nelle strade di diverse città per celebrare il giorno dell’indipendenza della Colombia, chiedendo la riforma della polizia e un maggiore sostegno da parte del governo sulla scia della pandemia di coronavirus, che ha visto il tasso di povertà salire dal 37 al 42 percento nel paese di 50 milioni.

I manifestanti che si sono riuniti a Bogotà hanno espresso scetticismo sulle promesse del governo di riformare la polizia e migliorare le opportunità per i giovani, compreso un sussidio salariale minimo del 25% per le aziende che assumono giovani dai 18 ai 28 anni, una disposizione nella riforma fiscale.

“Spero che finalmente il Congresso inizi a legiferare a favore degli interessi di tutti i colombiani e non solo di un gruppo di individui che si stanno arricchendo”, ha detto ad AFP Ivan Zapata, un dentista di 46 anni che protesta nella capitale.

La manifestazione è stata indetta dall’influente Comitato di sciopero nazionale che rappresenta, tra gli altri, gli indigeni, i sindacati e gli studenti.

Artisti che partecipano a una marcia antigovernativa a Bogotà, in Colombia [Nathalia Angarita/Reuters]

Il gruppo aveva sospeso le sue proteste il 15 giugno, ma si era impegnato a riprenderle il giorno dell’indipendenza della nazione con l’obiettivo di portare le richieste dei manifestanti al Congresso.

“Stiamo lottando per il riconoscimento dei nostri diritti alla salute, all’istruzione e alla non violenza”, ha detto Noelia Castro, un’insegnante di 30 anni che si è unita alla manifestazione a Bogotà.

Le proteste di massa sono iniziate il 28 aprile e sono durate circa sei settimane, diventando occasionalmente violente.

L’ufficio del procuratore generale ha collegato direttamente più di due dozzine di morti alle manifestazioni, mentre gruppi per i diritti umani affermano di averne confermate molte di più.

I principali sindacati hanno dichiarato che proporranno al Congresso 10 riforme, compresa la creazione di un reddito di cittadinanza.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.