Il politico birmano incarcerato Nyan Win muore a causa del COVID | Notizie sulla pandemia di coronavirus


Win, un consigliere senior del deposto leader Aung San Suu Kyi, muore di COVID-19 dopo essere stato infettato in carcere, afferma NLD.

Il politico birmano Nyan Win, consigliere anziano del deposto leader Aung San Suu Kyi, è morto in ospedale dopo essere stato infettato da COVID-19 in prigione, ha detto il suo partito, mentre il paese del sud-est asiatico lotta con un aumento esponenziale delle infezioni.

Nyan Win, 78 anni, che era stato detenuto nella prigione di Insein di Yangon dopo essere stato arrestato quando i militari hanno preso il potere il 1° febbraio, è stato trasferito in ospedale la scorsa settimana, ha detto la Lega nazionale per la democrazia (Nld) in una dichiarazione martedì.

“Promettiamo di continuare a lottare per i nostri compiti incompiuti, per porre fine alla dittatura nel Paese e per stabilire un’Unione federale democratica”, afferma la dichiarazione della Nld, offrendo le condoglianze alla famiglia di un uomo che era stato avvocato e portavoce del partito di Suu Kyi.

Anche la leadership militare del Myanmar ha confermato la morte.

“U Nyan Win è stato trovato con i sintomi del COVID l’11 luglio e trasferito all’ospedale generale di Yangon… per farsi curare”, ha detto Zaw Min Tun, portavoce del Consiglio di amministrazione dello Stato, come si autodefinisce il governo militare.

“È morto questa mattina alle 9 in ospedale”.

Gli sforzi del Myanmar per contenere le infezioni da COVID-19 sono stati gettati nel caos dai disordini da quando i militari hanno preso il potere dal governo eletto di Suu Kyi.

Secondo il ministero della salute controllato dai militari, circa 1,6 milioni di persone sono state vaccinate su una popolazione di 54 milioni, secondo i media statali.

Il quotidiano Global New Light of Myanmar ha riferito che circa 750.000 dosi di vaccino cinesi sarebbero arrivate giovedì e altre nei giorni successivi, poiché il ministero ha previsto che metà della popolazione sarebbe stata vaccinata quest’anno.

Le Nazioni Unite hanno affermato in un rapporto lunedì che stanno intensificando gli sforzi per combattere un “picco allarmante” nei casi di COVID-19 e si aspettano che il Myanmar riceva abbastanza vaccini tramite la struttura COVAX quest’anno per il 20% della popolazione.

Il bilancio della pandemia

Il Myanmar ha registrato un record di 281 morti per COVID-19 lunedì e 5.189 nuove infezioni, secondo quanto riportato dalla televisione statale MRTV, citando i dati del ministero della salute.

Ma i medici e i servizi funebri affermano che il bilancio reale è molto più alto delle cifre del governo militare e che i crematori sono sovraccarichi.

Illustrando l’entità della diffusione del coronavirus, la Cina ha riportato martedì il più alto conteggio giornaliero di nuove infezioni da gennaio, principalmente legate ai cittadini cinesi che tornano nella provincia dello Yunnan dal Myanmar.

Zaw Wai Soe, ministro della salute del governo di unità nazionale (NUG), che è stato istituito come governo ombra dagli oppositori del governo dell’esercito, è stato citato dal sito web RFA (Radio Free Asia) finanziato dagli Stati Uniti secondo cui fino a 400.000 vite potrebbero andare perse se non si intraprendesse un’azione rapida per rallentare le infezioni.

I critici dell’esercito affermano anche che sono state perse vite a causa delle sue restrizioni su alcuni fornitori privati ​​di ossigeno in nome dell’interruzione dell’accaparramento.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.