Recensione Gigabyte Aero 15 OLED XD: potente, costoso e imperfetto

Gigabyte ha rilasciato un aggiornamento minore all’Aero 15 OLED, il suo laptop di punta rivolto a giocatori e professionisti creativi. Come il modello dell’anno scorso, questo Aero 15 ha un display OLED 4K e una discreta selezione di porte con Thunderbolt 4 e HDMI 2.1. Inoltre, come il modello dell’anno scorso, ha un design in alluminio un po’ goffo, una tastiera RGB appariscente, un sensore di impronte digitali nel trackpad e una webcam situata in modo scomodo sotto lo schermo. Il grande cambiamento è che l’Aero 15 ora include gli ultimi processori Intel di 11a generazione e la scheda grafica RTX 3070 di Nvidia.

Le prestazioni che ho visto qui non sono state un enorme aggiornamento rispetto al precedente Aero 15, ma sono ancora alcune delle migliori prestazioni di gioco e produttività che troverai tra i laptop di queste dimensioni. Lo schermo a 60 Hz significa che non sarai in grado di vedere gli impressionanti frame rate di cui è capace il nuovo hardware, quindi molti giocatori potrebbero ottenere un’esperienza migliore da un dispositivo con uno schermo con una frequenza di aggiornamento più elevata. Ma se hai gli occhi su uno schermo OLED, sia perché stai facendo lavori a colori sul lato o vuoi solo che i tuoi giochi e film abbiano un bell’aspetto, questo dispositivo dovrebbe portare a termine il lavoro (anche se in modo rumoroso e caldo maniera).

Il modello Aero che ho è $ 2.099 e include Core i7-11800H di Intel, 32 GB di RAM e 1 TB di spazio di archiviazione, oltre all’RTX 3070 e allo schermo OLED 4K da 15,6 pollici. In seguito puoi aggiornare la RAM fino a 64 GB e ci sono due slot di archiviazione M.2. Gigabyte non sta ancora vendendo questo modello, ma sta vendendo un modello identico con 16 GB di RAM per $ 1.999.

Andare direttamente al gioco: Red Dead Redemption 2 una media di 80 fps su ultra preimpostato in 1080p, scendendo a 37 fps in 4K. Con tutti i cursori al massimo manualmente, ho dovuto passare al preset medio per ottenere un frame rate 4K riproducibile di 46 fps. Shadow of the Tomb Raider ha funzionato a 104 fps in 1080p con ray tracing disattivato e 81 fps con ray tracing attivo, scendendo rispettivamente a 48 fps e 29 fps in 4K. (Con DLSS attivo, 52 fps e 38 fps). Quindi potresti effettivamente riprodurre entrambi questi titoli in 4K se lo desideri, ma dovresti eliminare le impostazioni per raggiungere il punto ottimale di 60 fps.

Una versione più recente, Cyberpunk 2077, ha funzionato a 71 fps con ray tracing disattivato e 30 fps con ray tracing al massimo, scendendo rispettivamente a 42 fps e 19 fps in 4K (con DLSS sull’impostazione Qualità). Nota che poiché l’Aero ha solo un display a 60 Hz, non sarai in grado di vedere il vantaggio di frame rate superiori a 60 fps.

Il sistema di raffreddamento, che include due ventole a 71 pale e cinque tubi di calore, ha mantenuto il Core i7 a temperature ragionevoli. Durante il gioco, la CPU generalmente si aggirava al di sotto della metà degli anni ’80 (Celsius) con picchi occasionali fino agli anni ’80 alti o agli anni ’90 bassi. Il telaio stesso, tuttavia, era spesso abbastanza caldo sulla tastiera e troppo caldo sul fondo per poterlo mettere comodamente in grembo, anche quando stavo solo lavorando su Chrome. I fan sono anche molto, molto rumorosi nella modalità Turbo di Gigabyte: qualcuno che passava mentre stavo eseguendo un’esportazione video ha chiesto se il laptop sarebbe decollato.

Il logo Aero e la webcam sul Gigabyte Aero 15.

Sì, questa è la webcam.

Le GPU mobili di Nvidia possono creare un po’ di confusione perché lo stesso chip può fornire frame rate molto variabili a seconda della sua potenza. L’RTX 3070 dell’Aero raggiunge il massimo con un assorbimento di 105 W, così come il 3070 dell’Aorus 15G. Ma lo Zephyrus G15 di Asus arriva a 100 W con boost dinamico e la base Blade 15 di Razer include un 3070 con un assorbimento massimo di 95 W. Le prestazioni di gioco varieranno in base al titolo, ma nel complesso, l’Aero sta tirando frame rate comparabili a quello che abbiamo visto produrre sia il Blade che lo Zephyrus in 1440p. Sono anche un po’ meglio dell’Aorus incentrato sui giochi (che ha ancora un processore Intel di decima generazione). D’altra parte, l’Aorus dotato di RTX 3070 con un display a 240Hz 1080p costa solo $ 1.799, il che enfatizza il premio che stai pagando per lo schermo OLED dell’Aero.

La tastiera OLED Gigabyte Aero 15 vista dall'alto, si è illuminata in azzurro.

Puoi personalizzare i colori e gli effetti della tastiera.

Al di fuori del mondo dei giochi, l’Aero era più un miscuglio. Il laptop viene precaricato con una nuova applicazione proprietaria Control Center, che è alimentata da Azure AI di Microsoft. In teoria, questa funzione consente al computer di alternare automaticamente i profili di colore, potenza e prestazioni (Modalità Creator, Modalità Gioco, Modalità Riunione, ecc.) in base all’applicazione che stai utilizzando. Questa è stata un’idea interessante, ma avere la luminosità dello schermo che cambiava e una notifica che veniva visualizzata ogni volta che entravo e uscivo da Chrome o Steam era più una seccatura che un aiuto, quindi ho finito per spegnerlo.

Dal punto di vista della produttività, l’Aero ha superato il mio solito carico di lavoro, che include circa una dozzina di schede Chrome, Slack, Spotify e alcuni lavori fotografici occasionali. Stranamente non ha funzionato come il suo predecessore nel nostro test Premiere Pro, che prevede l’esportazione di un video 4K di cinque minuti e 33 secondi; l’Aero di quest’anno ha impiegato quattro minuti e cinque secondi per completare l’attività, mentre il suo predecessore (l’Aero 15 OLED XB) ha impiegato poco più di due minuti e mezzo – Gigabyte afferma che ciò potrebbe avere a che fare con i driver di Nvidia. È ancora uno dei tempi più veloci che abbiamo mai visto da un laptop; l’Aorus 15G e il Blade 15 Base, con questa stessa GPU, hanno impiegato entrambi più di sei minuti, mentre il Dell XPS 15 con una GTX 1650 Ti ha impiegato 4:23.

Il Gigabyte Aero 15 si apre su un pianoforte.  Lo schermo mostra un'inquadratura di Night City di Cyberpunk 2077 dall'interno di una finestra dell'ufficio.

Il display copre il 100% della gamma sRGB, il 100% di AdobeRGB e il 100% di P3.

Le esportazioni di Premiere Pro non sono ovviamente un confronto tra mele e mele, poiché versioni diverse possono produrre risultati diversi. Sul Sistemi Puget benchmark per Premiere Pro, che testa sia la riproduzione dal vivo che le prestazioni di esportazione con supporti a risoluzioni 4K e 8K, l’Aero ha ottenuto un 824. Questo è uno dei punteggi più alti che abbia mai visto da un’unità di test, e spazza via la concorrenza, battendo sonoramente il Zefiro G15, il Lama 15, e il Aorus 15G, così come il Aero XB con un RTX 2070 Super Max-Q. È più del doppio del punteggio che abbiamo visto dal Dell XPS 15.

È un risultato piuttosto impressionante, ma dovrai fare alcuni compromessi per quel potere. Innanzitutto, la durata della batteria è una seria delusione. Gigabyte ha richiesto fino a otto ore, ma anche sul profilo Power Saver, la prima unità Aero 15 che mi è stata inviata me ne ha fornite solo circa due. In una seconda unità, avevo in media tre ore e quattro minuti di lavoro continuo. Va bene se hai intenzione di non portare mai questa cosa da nessuna parte (anche il power brick da 230 W è piuttosto pesante) ma per uno come me che lavora spesso in movimento, quella durata non è eccezionale— particolarmente intorno alla soglia dei 2.000 dollari. Abbiamo ottenuto cinque ore e 45 minuti dall’XPS 15 e oltre sei ore dall’Aorus 15G, quindi vale la pena considerare se sei un utente mobile a cui piace l’aspetto dell’Aero.

Ci sono alcune altre cose. La webcam ha un comodo otturatore fisico, ma si trova anche proprio sopra la tastiera, direttamente sotto il logo Aero sulla cornice inferiore; offre a chiunque tu stia videochattando con una splendida vista delle tue narici. C’è un sensore di impronte digitali nell’angolo in alto a sinistra del touchpad, il che è utile, ma anche il mio dito lo ha colpito diverse volte durante la navigazione. Infine, la tastiera è comoda (ha un tastierino numerico e un leggero clic), ma le luci RGB appariscenti sono abbastanza, beh, visibili e non saranno necessariamente ciò che tutti vorrebbero avere in un ufficio o in un bar.

Il Gigabyte Aero 15 OLED aperto su un pianoforte visto dall'alto, inclinato a sinistra.  La tastiera è illuminata in azzurro.  Lo schermo mostra un desktop con uno sfondo grigio e bianco.

Vorrei solo che durasse più a lungo.

Tutto sommato, l’Aero è un’opzione decente per te se stai cercando un potente laptop OLED con un sacco di pizzazz. Ma i suoi aspetti negativi, in particolare la durata della batteria e la nosecam, sono significativi e vale la pena considerare se in cambio sfrutterai appieno i chip e l’OLED 4K.

Ad esempio, nessuno dei titoli popolari testati qui è ideale per l’esecuzione in 4K con le impostazioni massime. E mentre l’Aero 15 sta ottenendo frame rate migliori rispetto all’Aorus in 1080p, vedrai ancora solo 60 fps sull’Aero, mentre lo schermo con frequenza di aggiornamento più alto sull’Aorus ti mostrerà di più. E c’è anche una litania di laptop QHD là fuori, lo Zephyrus G15 e il Blade 15 inclusi, che possono eseguire i giochi molto bene a quella risoluzione – e possono certamente superare i 60 su alcuni dei titoli qui.

Ciò lascia i creatori di contenuti e altri professionisti che intendono utilizzare l’Aero come driver di lavoro, come il vero pubblico per questo dispositivo, e mentre questo è certamente uno dei laptop più potenti per quel tipo di carico di lavoro, mi chiedo quanti di questi la gente sta bene con la breve durata della batteria e la nosecam. Questi possono essere sacrifici che vale la pena fare per alcune persone, ma sono certamente molto da chiedere.

Fotografia di Monica Chin / The Verge

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.