Non c’è bisogno di velocità a Grants Pass Downs in Oregon


Scriver, tuttavia, ha un sogno.

“Voglio andare in Kentucky e cavalcare”, ha detto. “Voglio correre a Churchill Downs, anche una piccola gara.”

Scriver è stato in sella a un cavallo da quando ha imparato a camminare – da bambina in 4H a Curlew, nello stato di Washington, e da adolescente a corse di botti ai rodei. Quando aveva 13 anni, chiese a un amico di suo padre, che possedeva purosangue, di insegnarle a galoppare.

“Volevo andare veloce”, ha detto.

A 16 anni galoppava cavalli per 12 dollari a corsa al mattino e giocava a pallavolo e softball al liceo nel pomeriggio. Ha ottenuto la sua licenza di fantino a 18 anni, vincendo per la prima volta alla sua undicesima partenza a bordo di Bobbygenesjustice il 10 agosto 2019, alla fiera della contea di Tillamook.

Ha avuto circa 500 partenze da allora, ne ha vinte 77 e ha chiuso a premio in quasi la metà per guadagnare più di $ 590.000 in denaro. Ha vinto il titolo di equitazione qui in autunno e ha resistito durante l’inverno contro la concorrenza più esperta al Turf Paradise in Arizona.

Scriver mantiene una dieta costante di cavalli al galoppo al mattino. Deve – quei 12 giri si sommano. Ma gli allenatori di piste più grandi come Emerald Downs vicino a Seattle l’hanno notata, e lì sta iniziando a fare due, tre, fino a sei cavalcature al giorno.

“Tutte le ragazze qui possono cavalcare, ma Joree ha la spinta per eguagliare il suo talento”, ha detto Smith, che chiama Scriver per la prima volta sui suoi cavalli. “Può andare fin dove vuole”.

Grants Pass Downs è stato a lungo il rifugio di Boersma dal mondo. Ha seguito suo padre qui da ragazzo, aggirandosi per la tribuna per aver vinto biglietti erroneamente buttati via, quindi usando il ricavato per scegliere i vincitori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.