L’Australia espelle la commentatrice Katie Hopkins per violazione del COVID | Notizie sulla pandemia di coronavirus


Il commentatore di estrema destra britannico è stato multato e deportato dopo aver violato le rigide regole di quarantena degli hotel COVID in Australia

L’Australia ha cancellato il visto del commentatore britannico di estrema destra Katie Hopkins e la espellerà dopo che si è vantata di aver violato le rigide regole di quarantena degli hotel del paese, ha detto un alto funzionario.

Hopkins era volata a Sydney per apparire in un reality show televisivo quando ha pubblicato un video su Instagram in cui parlava di rispondere alla porta nuda e senza maschera ai lavoratori che consegnavano i pasti nella sua camera d’albergo.

Gli arrivi internazionali in Australia devono completare 14 giorni di isolamento obbligatorio in un hotel, secondo le regole progettate per prevenire la diffusione del COVID-19.

Il ministro degli Interni Karen Andrews ha dichiarato lunedì che l’agenzia di frontiera australiana “ha agito rapidamente per assicurarsi che il visto con cui era entrata fosse cancellato” dopo la comparsa del filmato.

“La faremo uscire dal paese non appena possibile”, ha detto Andrews all’emittente pubblica ABC.

“Lei chiaramente non è qualcuno che vogliamo mantenere in questo paese per un secondo più a lungo di quanto dobbiamo.”

Lunedì la polizia ha dichiarato che una donna di 46 anni è stata multata di 1.000 AUD (737 dollari) per non aver indossato una copertura per il viso e trasferita all’aeroporto per la deportazione.

Hopkins ha a lungo causato polemiche esprimendo opinioni razziste, anti-islamiche e anti-migranti e si esprime regolarmente contro le misure del coronavirus come i blocchi.

Il suo seguito sui social media è stato ampliato dall’allora presidente Donald Trump che spesso l’ha ritwittata prima che Twitter la bandisse definitivamente nel giugno dello scorso anno per aver violato la politica di condotta odiosa della piattaforma.

Andrews ha affermato che a Hopkins è stato concesso un visto con il sostegno di un governo statale sulla base che sarebbe potenzialmente vantaggioso per il paese.

“Il fatto che fosse là fuori a vantarsi di aver violato la quarantena è stato spaventoso”, ha detto Andrews.

“È stato uno schiaffo in faccia per tutti quegli australiani che sono attualmente in isolamento, ed è un comportamento inaccettabile. Quindi, personalmente, sono molto contento che se ne andrà”.

Seven Network ed Endemol Shine Australia, la società di produzione dietro il programma “Big Brother VIP” in cui Hopkins doveva apparire, hanno dichiarato domenica che il suo contratto è stato annullato.

“Seven e Endemol Shine condannano fermamente i suoi commenti irresponsabili e sconsiderati nella quarantena dell’hotel”, hanno affermato le società in una dichiarazione congiunta.

Circa 12 milioni di australiani sono attualmente in isolamento per frenare le epidemie della variante altamente contagiosa del Delta.

Canberra ha anche limitato il numero di persone che possono entrare nel Paese, lasciando decine di migliaia di australiani bloccati all’estero.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *