Canada: un gruppo musulmano formula raccomandazioni per combattere l’islamofobia | Notizie sull’islamofobia


L’elenco delle raccomandazioni del Consiglio nazionale dei musulmani canadesi arriva pochi giorni prima del vertice nazionale sull’islamofobia.

Un importante gruppo di difesa dei musulmani ha emesso dozzine di raccomandazioni per affrontare l’islamofobia in Canada all’indomani di attacchi mortali e incidenti di odio nei confronti dei membri della comunità musulmana negli ultimi anni.

Lunedì il Consiglio nazionale dei musulmani canadesi (NCCM) ha emesso 61 raccomandazioni, tra cui lo sviluppo di una strategia federale anti-islamofobia entro la fine dell’anno e finanziamenti per aiutare le vittime di crimini motivati ​​dall’odio.

“Mentre abbiamo sentito molte parole da parte dei politici che condannano l’islamofobia e sono solidali con i musulmani in Canada, l’azione per affrontare l’islamofobia è stata lenta e frammentaria”, ha affermato il gruppo nel suo rapporto.

Il gruppo ha anche esortato le province canadesi a garantire che le loro direzioni contro il razzismo dispongano di risorse adeguate e ai comuni di finanziare gli sforzi comunitari per affrontare l’islamofobia.

“Non possiamo restare a guardare e vedere altre vite perse. L’islamofobia è letale e dobbiamo vedere l’azione ora”, ha affermato.

Le raccomandazioni arrivano pochi giorni prima di un vertice sull’islamofobia che i parlamentari canadesi hanno votato all’unanimità all’indomani di un attacco mortale a London, Ontario, che ha ucciso quattro membri di una famiglia musulmana.

La polizia locale ha affermato che l’attacco è stato motivato dall’odio anti-islamico e che il sospetto è stato accusato di reati di “terrorismo”.

Il vertice nazionale sull’islamofobia si terrà giovedì, un giorno dopo il vertice nazionale sull’antisemitismo.

“In Canada, la diversità è uno dei nostri maggiori punti di forza, ma continuiamo a vedere che l’odio alimentato dal razzismo e dalla discriminazione ha un impatto inaccettabile sulle nostre comunità”, ha affermato Bardish Chagger, ministro canadese per la diversità, l’inclusione e la gioventù. dichiarazione questo mese sui vertici.

“Sappiamo che questo serio problema non verrà risolto con un approccio dall’alto verso il basso, quindi dobbiamo ascoltare attivamente le voci delle comunità direttamente colpite dal razzismo”.

I sostenitori della comunità musulmana hanno lanciato l’allarme per anni in mezzo a una serie di attacchi violenti, tra cui una sparatoria di massa mortale in una moschea a Quebec City che ha lasciato sei fedeli musulmani morti nel gennaio 2017.

Un custode di una moschea nell’estremità occidentale di Toronto, in Ontario, è stato accoltellato a morte nell’ottobre dello scorso anno, mentre le donne musulmane di Edmonton, in Alberta, hanno chiesto un’azione urgente in mezzo a una serie di attacchi verbali e fisici che, secondo loro, le hanno lasciate in pericolo .

Questo mese, una moschea a Cambridge, in Ontario, a circa 100 km (62 miglia) a ovest di Toronto, è stata vandalizzata, mentre una madre e una figlia musulmane a Hamilton, un’altra città a ovest di Toronto, sono state minacciate da un autista che ha lanciato loro insulti razzisti.

“Un individuo si è avvicinato pericolosamente ai membri della nostra famiglia. Ha giurato a loro. Li ha maledetti con una serie di insulti razzisti e islamofobici. Ha minacciato di ucciderli. Ha cercato di seguirli a casa nel suo veicolo. Alla luce dell’attacco di Londra, questo è incredibilmente terrificante per la nostra famiglia”, ha detto la famiglia, che non è stata identificata, in una dichiarazione rilasciata dall’NCCM la scorsa settimana.

Mohamed Labidi, l’ex presidente della moschea del Quebec dove ha avuto luogo l’attacco del 2017, ha dichiarato lunedì durante una conferenza stampa che la moschea è stata invitata a partecipare al vertice anti-islamofobia.

“Siamo stati colpiti duramente dall’islamofobia e dall’odio. Siamo nella posizione migliore per fornire soluzioni al governo per combattere l’islamofobia e l’odio in generale”, ha detto Labidi ai giornalisti in francese.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.