Cosa c’è sulla tua scrivania, Andrew Marino?

Il podcasting può essere un campo divertente e incredibilmente creativo, ma anche molto impegnativo. Il tuo set di abilità non deve solo includere la familiarità con una varietà di hardware e software audio, ma hai anche bisogno di immaginazione, una buona sensazione per ciò che suonerà bene al tuo pubblico e un orecchio molto sensibile.

Andrew Marino è Il Verge‘s senior audio director ed è responsabile della produzione di quasi tutto ciò che ascolti nei nostri podcast. Gli abbiamo chiesto di mostrarci le sue scrivanie, tutte e due, e di raccontarci qualcosa di loro e di sé.

Qual è il tuo background e di cosa ti occupi Il Verge?

Ciao! Sono un ingegnere/creatore audio che vive a Brooklyn, New York. Il mio background è principalmente nella tecnologia audio/visiva, che si tratti di creare musica, podcast, produzione di video o giocare con formati multimediali divertenti. Non è così casualmente quello che faccio a Il Verge.

La maggior parte del mio lavoro consiste nel produrre, modificare, mixare e registrare audio per Verge podcast e video, e cerco di scrivere sul sito quando posso!

Ne hai due — conta em, due — aree di lavoro separate. Dove sono e a cosa servono?

Sì! Sono molto fortunato ad avere due spazi di lavoro. La scrivania più piccola è nel mio soggiorno e quella più grande ad angolo è nella mia camera da letto.

Il soggiorno è stato il luogo in cui ho installato una scrivania negli ultimi cinque anni nel mio appartamento, ma mentre lavoravo da casa l’anno scorso, ho deciso di separare il mio lavoro in due spazi: quello in soggiorno per la maggior parte Verge roba durante la settimana, e poi l’altro per progetti personali come il mio negozio Etsy, stream Twitch, blog personale o podcast. O a volte lavorerò lì quando ho bisogno di un qualche tipo di cambiamento di scenario.

Una scrivania angolare in camera da letto per progetti audio personali.

Una scrivania angolare in camera da letto per progetti audio personali.

Cominciamo con la tua scrivania personale in camera da letto. Sembra che abbia una configurazione audio completa. Come hai deciso dove e come installarlo?

non direi che lo sia completare – potresti notare che non ho monitor da studio su nessuna delle scrivanie. Lavoro con le cuffie nel mio appartamento.

Ho avuto quella scrivania ad angolo per molto tempo, e non volevo davvero buttarla via quando ho preso una nuova scrivania (quella in soggiorno). Stavo anche cercando di creare uno spazio separato per Twitch o il mio negozio Etsy dove non dovevo fare confusione e spostare cose in giro tutto il tempo per progetti diversi, come devo fare con il mio Verge scrivania.

C’è anche qualcosa di bello nel trasferirsi in un’altra stanza per lavorare su un progetto diverso, e questo ha aiutato molto con la produttività e la creatività.

Parlami un po’ della scrivania.

Questa era una scrivania di cui qualcuno nella mia città natale si stava sbarazzando molti anni fa – la tengo ancora in giro a causa della forma a L. Mi piace avere molto spazio per i diversi progetti e gli strumenti che sto utilizzando in modo da potervi accedere rapidamente. Mio Verge i colleghi possono vedere uno schema qui con la mia scrivania nel nostro ufficio.

Ho anche preso uno scaffale da un’altra vecchia scrivania e l’ho avvitato su questo: è lì che metto i miei registratori a cassette o posso montare qualche altra attrezzatura se volevo.

Hai una sedia da scrivania per quella?

Oh, sì, lo faccio. È una sedia da computer da 50 dollari che ho preso da Ikea. È abbastanza comodo, ma non lo consiglierei davvero perché il materiale della sedia si stacca molto facilmente, quindi c’era sempre roba plastica nera sul mio pavimento. Ho dovuto mettere delle federe sopra e sotto. È brutto quindi non l’ho incluso nelle foto.

Ok, andiamo per l’oro: potresti dirci della tecnologia che stai usando lì?

Bene. Gli elementi essenziali di questa configurazione sono a Macbook Pro (un modello 2014 o 2020, a seconda se sto usando il mio computer personale o di lavoro), a Monitor Dell U2414H da 24 pollici, un mixer/interfaccia audio Rodecaster Pro e la tradizionale tastiera e mouse Apple.

Il Rodecaster Pro è il fantastico gadget che vorrei sottolineare qui. È un mixer audio consumer di Rode creato per podcasting e audio dal vivo, con la possibilità di mixare e registrare fino a quattro microfoni, audio del dispositivo e banchi di suoni. Preferisco usarlo per il missaggio dal vivo piuttosto che per la registrazione: rende davvero facile mixare più microfoni e sorgenti sonore in un segnale per lo streaming di video dal vivo prima ancora che colpisca il computer.

Tutto il resto sono strumenti per progetti diversi: una vecchia videocamera Panasonic VHS-C per una webcam in streaming, alcuni registratori a cassette per creare mixtape, materiali artistici e diversi dispositivi di registrazione (un Dispositivi audio Mix-Pre 6, Zoom H4n, un PreSonus FireStudio e alcuni microfoni lavalier) per la registrazione sul campo.

Questa fotocamera Panasonic ora funge da webcam.

Questa fotocamera Panasonic ora funge da webcam.

Il feed da Panasonic.

Il feed da Panasonic.

Il grande cestino sotto la mia scrivania è composto da cassette completamente vuote per il mio negozio online. Ho messo i miei podcast su cassette e ho anche realizzato design ed etichette personalizzati per i mixtape. L’altro cestino con cassetti è tutto arti e mestieri e forniture per ufficio: pennarelli, adesivi, carta, forniture di spedizione, francobolli, colla per carta, cavi del dispositivo, ecc.

Ehm… cassette a nastro?

Onestamente, è più estetico che altro (ah ah). È anche facile ed economico eseguire duplicazioni e personalizzare un supporto fisico. Lo vedi molto negli spazi musicali fai-da-te.

Due schermi: un monitor da 24 pollici e un MacBook Pro.

Due schermi: un monitor da 24 pollici e un MacBook Pro.

Alcuni registratori, incluso uno di Crayola.

Alcuni registratori, incluso uno di Crayola.

Adoro la foto dell’ippopotamo sopra la tua scrivania.

Quell’articolo (che in realtà è in un vecchio altoparlante con cornice di Wharfedale) riguarda il più antico ippopotamo d’America, di nome Lucifero. Mi ha mandato mia nonna quell’articolo un paio di anni fa perché da bambino andavo a trovarlo. Di recente ho fatto una piccola storia su di lui sul mio podcast personale di cui sono orgoglioso, quindi è una specie di ricordo di questo.

Quella piccola cosa arancione sul bordo della scrivania è un aspirapolvere da tavolo vintage che ho trovato molto piacevole.

Vedo che sei sistemato con del materiale fonoassorbente.

Oh sì, non è impostato molto bene, e ne sono un po’ imbarazzato. Ma non sopportavo il riverbero dei bassi della mia voce in quell’angolo, quindi ho dovuto aggiungere qualcosa di abbastanza semplice per smorzare il suono che rimbalza su quelle pareti.

Amo i giocattoli. Sono stato particolarmente attratto dal giocattolo Crayola. Che cos’è?

È un registratore! È stato un regalo di un amico. Lo uso metà per testare le cassette e metà solo per guardare. C’è un microfono a forma di pastello con cui puoi registrare.

La scrivania del soggiorno è per il lavoro di Verge.

La scrivania del soggiorno è per il lavoro di Verge.

Passiamo alla scrivania più piccola. Ci parli della scrivania e della sedia rosa?

È qui che svolgo la maggior parte del mio lavoro Il Verge ed è qui che mi vedrai seduto sul nostro lavoro che Zoom chiama il 90% delle volte.

Anche questa era una scrivania che qualcuno stava regalando. È un tavolo da lavoro regolabile Husky e funziona benissimo come scrivania per computer in piedi. Lo consiglierei se stai cercando un’opzione conveniente per una scrivania in piedi. Ha una manovella molto lenta per regolare l’altezza, ma alla fine mi sono abituato e ora le mie braccia sono più muscolose.

La sedia è una Karljan di Ikea e buona per il prezzo! Inizialmente l’ho acquistata come sedia da cucina, ma l’ho spostata in soggiorno una volta ottenuta la seconda scrivania. In generale, cerco di non sedermi troppo a lungo durante il giorno, quindi credo che non mi importi molto delle sedie. Forse è solo perché non possiedo una sedia “buona”. Questo è carino, però.

Qual è il dispositivo che hai tra la tastiera e il monitor?

È un Akai MPK mini controller MIDI Uso per la produzione musicale, principalmente in Ableton Live, una workstation audio digitale.

Ogni tanto farò qualcosa per Verge podcast o video con esso. Altre volte è sul tappeto accanto a me quando la scrivania si riempie troppo. Lavoro da sempre sul problema dello spazio sulla scrivania. Sto ancora cercando di capire come mantenere una scrivania minimalista nel mio soggiorno, ma continua a crescere. Sono un massimalista, immagino.

Raccontaci dell’altro tecnico su questa scrivania.

Ancora una volta, cambio MacBook avanti e indietro tra le scrivanie, quindi anche il classico MacBook Pro per tutto il mio lavoro è qui.

Per l’altra attrezzatura, ho un Focusrite Scarlett 2i2 Interfaccia audio USB, che uso principalmente per collegare un Microfono per fucile Sennheiser MKE 600 per le chiamate Zoom, o per le rare occasioni in cui ho bisogno di registrarmi al lavoro. I nostri host di podcast hanno utilizzato Scarlett per registrare a casa lo scorso anno. Questo modello Sennheiser è stato l’opzione più chiara, direzionale e non ingombrante per la chat vocale che ho usato (vedrai anche questo microfono sull’altra mia scrivania), e ho usato un lotto di microfoni.

La mia schermata principale è un Monitor LED LG 32MP58HQ-P da 32 pollici, che è grande ma mi piace. Inizialmente stavo cercando di imitare uno schermo di dimensioni iMac, poi sono diventato un po’ più grande. Modificare un podcast su uno schermo così grande rende molto più facile navigare attraverso un progetto. Ho il monitor accatastato su un libro in questo momento per metterlo all’altezza degli occhi, ma penso che dovrò trovare un modo per alzarlo un po’ di più. In realtà ho adorato il braccio del monitor di Dan dalla sua versione di questa chat da tavolo, potrei doverne prendere uno io stesso.

Uso il MacBook come secondo monitor per la finestra del mio mixer.

tengo il mio esterno Unità Blu-ray LG Ultra HD su questa scrivania per masterizzare o leggere dischi. Questo è un gadget fuoriuscito dalla scrivania della mia camera da letto perché è un po’ delicato.

A seconda del computer, ho dei dongle. Per il MacBook Pro 2014, uso solo un Dock Anker USB-A a 4 porte per vari dispositivi che sto collegando. Per il MacBook Pro 2020, sto usando un Dock USB-C Satechi che ottiene tutto ciò di cui ho bisogno nel mio computer, tranne un cavo Thunderbolt 2 per i miei dischi rigidi e le interfacce video, che devo usare un altro dongle per.

Ho usato Logitech C270 come webcam Zoom, perché era l’unica disponibile nel momento in cui ne avevo bisogno l’anno scorso. È in formato 720p e 4:3, che a volte è piuttosto affascinante, ma sembra che io stia usando una mini videocamera DVD per le mie riunioni.

Poi, di tanto in tanto, porto la mia combo Magnavox MWR20V6 VCR / DVD dalla camera da letto quando ho bisogno di digitalizzare qualcosa o convertire formati multimediali.

Le cose arancioni all’angolo della mia scrivania sono i miei dischi rigidi esterni LaCie, dove conservo tutti i progetti digitali su cui sto attualmente lavorando e alcuni progetti di archivio.

Ok, è impossibile che non ti chieda di quel gatto sul muro.

Il pianoforte gatto!! L’ho preso al Target circa sette o otto anni fa perché era così stravagante e puoi giocarci con i miagolii con i tasti. Ho aggiunto un’uscita analogica TRS da un quarto di pollice in modo da poterla registrare direttamente, ma di questi tempi è principalmente una decorazione.

Un allegro pianoforte gatto.

Un allegro pianoforte gatto.

Perché il cranio è fatto di broccoli?

Perché il cranio è fatto di broccoli?

Adoro la tazza di Star Wars. E il teschio verde…

Oh, grazie! Sì, devi avere una tazza con dentro gli strumenti. Quella tazza di Star Wars era un regalo che il vicino della mia bisnonna mi ha fatto da bambino dopo la morte della mia bisnonna. Ho sempre pensato che fosse una cosa strana dare un figlio in lutto, quindi ha assunto un significato dopo tutti questi anni.

Il cranio di broccoli è qualcosa che ho comprato a Wayfair un paio di mesi fa perché era anche una cosa strana! Perché i broccoli?

C’è qualcos’altro sul tuo spazio di lavoro che non abbiamo trattato?

Vorrei sottolineare che non prendo troppo sul serio la gestione dei cavi, ea volte è sopravvalutata, soprattutto quando si spostano molto le apparecchiature! Ho cercato di mantenere queste immagini autentiche e di non riordinare eccessivamente la mia configurazione per questo pezzo. Inoltre, attualmente sto lavorando a un progetto artistico per far sì che i cavi indisciplinati abbiano un bell’aspetto nella tua casa, ne parleremo più avanti in un secondo momento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.