Richard Sherman, cornerback NFL, arrestato


Richard Sherman, il cornerback free agent che è una delle stelle più in vista della NFL, è stato arrestato mercoledì mattina presto a Redmond, nello stato di Washington, e messo in prigione dopo che la polizia ha detto che aveva cercato di sfondare una porta per entrare in casa. dei suoi suoceri.

Sherman è stato accusato di “violenza domestica con scasso”, ha detto la polizia, perché conosce le persone a casa e non vi è alcuna indicazione che abbia danneggiato fisicamente nessuno dei suoi occupanti.

Sherman, 33 anni, che si trova in una prigione della contea di Seattle da mercoledì mattina, non è stato accusato né incriminato. Molto probabilmente comparirà in tribunale giovedì. Sherman non ha un agente e i membri della sua famiglia non hanno risposto alle telefonate. Mercoledì sera non era chiaro se Sherman avesse assunto un avvocato.

L’arresto è avvenuto dopo diverse ore intense che includevano una disputa tra Sherman e sua moglie, Ashley, che alla fine hanno cercato di rimuovere i loro figli dalla casa della coppia a Maple Valley, nello stato di Washington, secondo le registrazioni audio delle chiamate e dei registri 9-1-1 da un sistema di spedizione computerizzato rilasciato dal dipartimento dello sceriffo della contea di King. Sherman è stato anche coinvolto in un incidente d’auto, ha detto la polizia, e in uno scontro fisico con gli agenti durante il suo arresto.

Nella prima delle due chiamate successive al 9-1-1 che Ashley ha fatto martedì sera tardi, ha descritto Sherman come “ubriaco e minaccia di uccidersi”. Ha detto a un operatore che stava andando via da casa loro in macchina e che credeva fosse diretto a casa dei suoi genitori a Redmond, a circa 25 miglia a nord.

Secondo i registri del sistema di spedizione, gli agenti sono stati inviati a casa della coppia alle 23:38 di martedì e hanno parlato con Sherman lì. Mezz’ora dopo, sua moglie lasciò la loro casa in macchina e Sherman la seguì, seguito dagli agenti.

Dopo che la polizia è intervenuta di nuovo, Sherman è andato via in una direzione diversa da sua moglie intorno all’una di notte mercoledì. Il registro di spedizione non fornisce più aggiornamenti sulla posizione di Sherman o sulle azioni degli agenti dopo l’1:0202

Ron Mead, un capitano della Washington State Patrol, ha detto in una conferenza stampa che all’1:26 la polizia ha ricevuto un rapporto da un operaio edile su una collisione sulla Route 520, un’autostrada statale che attraversa Redmond. L’operaio edile, secondo Mead, ha detto che un’auto è stata spinta in una zona di costruzione e ha colpito una barriera di cemento, poi è stata allontanata.

I poliziotti di stato che indagano sull’incidente hanno trovato l’auto di Sherman in un parcheggio commerciale a circa mezzo miglio dalla zona dei lavori. Mead ha detto che ci sono stati ingenti danni alla portiera lato guida e alla gomma, e che alla fine l’auto non poteva più essere guidata.

Il parcheggio è a circa due miglia dalla casa dei suoceri di Sherman. Darrell Lowe, capo del dipartimento di polizia di Redmond, ha affermato che si credeva che Sherman avesse viaggiato a piedi dal parcheggio alla casa.

Secondo Lowe, gli agenti sono stati chiamati a casa dei genitori della moglie di Sherman poco prima delle 2 del mattino perché Sherman stava cercando di entrare con la forza. Secondo la polizia, in quel momento erano presenti quattro adulti.

La polizia ha detto che hanno parlato amabilmente con Sherman e che un ufficiale conosceva Sherman da un lavoro precedente, dove l’ufficiale lavorava come cameriere. Ma quando gli ufficiali hanno cercato di arrestare Sherman, lui si è allontanato da loro, secondo Lowe. Sherman ha avuto uno scontro fisico con gli agenti di polizia e un cane poliziotto è stato schierato per aiutarlo a sottometterlo, ha detto Lowe.

Lowe ha detto che un ufficiale ha subito lievi graffi e che Sherman è andato in ospedale con lievi ferite alla parte inferiore della gamba e alla caviglia.

Sherman non è riuscito a entrare in casa né ha avuto contatti fisici con nessuno nella residenza oltre agli agenti, ha detto Lowe, che ha aggiunto che Sherman ha avuto un “alterco verbale” con alcune delle persone presenti prima dell’arrivo della polizia. La componente furto dell’accusa di prenotazione era dovuta al tentativo di Sherman di entrare in una casa che non era la sua, ha detto Lowe, e la componente di violenza domestica era dovuta al suo rapporto con gli occupanti della casa.

La polizia ha anche accusato Sherman di dolo perché, hanno detto, ha danneggiato la porta di casa.

I poliziotti di stato hanno ottenuto un mandato di perquisizione per un campione di sangue perché credevano che Sherman potesse aver guidato sotto l’influenza, ha detto Mead. I risultati di quel mandato di perquisizione non erano disponibili mercoledì sera.

La moglie di Sherman, Ashley, ha detto al Seattle Times mercoledì: “In questo momento non faremo dichiarazioni, tranne che non ha fatto del male a nessuno. I miei figli non sono stati feriti nell’incidente. È una brava persona, e questo non è il suo carattere. Stiamo andando tutto bene, stiamo solo cercando di tirarlo fuori. Voglio che la gente sappia che nessuno è rimasto ferito”.

Sherman, un veterano della NFL di 10 anni, ha giocato le sue prime sette stagioni con i Seattle Seahawks e ha tenuto una casa a Maple Valley, a circa 20 minuti di auto dalla struttura di allenamento dei Seahawks, anche dopo essersi unito ai San Francisco 49ers nel 2018. Ha trascorso gran parte della passata stagione nella lista degli infortunati.

Sherman fa parte del comitato esecutivo della NFL Players Association. In una dichiarazione mercoledì, il sindacato ha affermato di essere a conoscenza del fatto che “uno dei nostri leader dei giocatori” era stato arrestato a causa di “un presunto incidente di violenza domestica” e che stava monitorando la situazione.

Sherman, tre volte All-Pro, è diventato free agent alla fine della stagione 2020. Si è rappresentato nella sua ultima trattativa contrattuale, nel 2018.

La NFL ha dichiarato in una dichiarazione che indaga su qualsiasi incidente che coinvolga le forze dell’ordine per vedere se c’è una violazione della politica di condotta personale della lega.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.