Twitter ammette di aver verificato diversi account falsi

Twitter afferma di aver sospeso in modo permanente un “piccolo numero” di account falsi verificati erroneamente poche settimane dopo aver rilanciato il suo programma di verifica pubblica, il Punto giornaliero rapporti. L’errore è venuto alla luce dopo che lo scienziato dei dati Conspirador Norteño scoperto sei account verificati che era stato creato di recente il 16 giugno. Nessuno di loro aveva pubblicato un singolo tweet e due hanno usato quelle che sembravano fotografie di repertorio per le immagini del profilo.

“Abbiamo erroneamente approvato le applicazioni di verifica di un piccolo numero di account non autentici (falsi)”, ha detto Twitter al Punto giornaliero in una dichiarazione. “Ora abbiamo sospeso definitivamente gli account in questione e rimosso il loro badge verificato, in base alla nostra politica di manipolazione della piattaforma e spam”.

L’incidente suggerisce che il processo di verifica di Twitter sta avendo problemi e non sta catturando i tipi di account ovviamente non autentici che non dovrebbero essere degni dell’ambito badge blu della piattaforma. Twitter ha recentemente rilanciato le applicazioni di verifica pubblica con una serie rinnovata di criteri di idoneità basati sull’idea che un account dovrebbe essere “autentico, notevole e attivo” per essere degno di verifica. Chiaramente, i conti individuati non erano nessuno di questi.

Come spiega Norteño in un thread su Twitter, i sei account avevano in comune 976 follower sospetti, tutti creati tra il 19 e il 20 giugno, e un gran numero di questi utilizzava immagini del profilo generate dall’intelligenza artificiale. In totale, Norteño afferma che facevano parte di una botnet composta da almeno 1212 account.

Nel momento in cui scriviamo, Twitter ha sospeso cinque dei sei account verificati, mentre il sesto sembra aver disattivato il proprio profilo. Anche la “maggioranza” della botnet di supporto è stata rimossa, afferma Norteño. Ma l’incidente solleva interrogativi su come gli account sono stati in grado di essere verificati in primo luogo e perché i processi di Twitter non li hanno contrassegnati prima che fossero scoperti da un ricercatore di terze parti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.