I giocatori di colore della squadra di calcio dell’Inghilterra sono stati bombardati da abusi razzisti sui social media

Le piattaforme di social media sono state inondate di messaggi e post razzisti diretti a tre giocatori neri della squadra di calcio inglese, a seguito di una dura sconfitta contro l’Italia domenica nella partita del campionato UEFA Euro 2020. Le due squadre hanno giocato un pareggio per 1-1 e Marcus Rashford, Jadon Sancho e Bukayo Saka sono stati tra i giocatori dell’Inghilterra a partecipare ai rigori per decidere il vincitore della partita e del torneo. Tutti e tre hanno sbagliato i colpi.

Dopo la fine della partita, gli account dei social media dei giocatori, inclusi Instagram e Twitter di proprietà di Facebook, sono stati riempiti di commenti e messaggi razzisti.

In un’e-mail a Il Verge lunedì, un portavoce di Twitter ha affermato che “gli aberranti abusi razzisti diretti ai giocatori dell’Inghilterra” non avevano posto sulla piattaforma. Dalla fine della partita di domenica, Twitter ha rimosso più di 1.000 tweet e sospeso in modo permanente un certo numero di account – il portavoce non ha detto quanti – per aver violato le sue regole contro le molestie e contenuto odioso. “Ci siamo impegnati in modo proattivo e continuiamo a collaborare con i nostri partner in tutta la comunità calcistica per identificare modi per affrontare questo problema collettivamente e continueremo a fare la nostra parte nel frenare questo comportamento inaccettabile, sia online che offline”, ha affermato il portavoce.

Un portavoce di Facebook ha affermato che la società non aveva numeri da condividere, ma ha affermato che la piattaforma “ha rimosso rapidamente commenti e account che indirizzavano abusi ai calciatori inglesi la scorsa notte e continueremo ad agire contro coloro che infrangono le nostre regole”. Il portavoce ha aggiunto che la società ha incoraggiato tutti i giocatori ad attivare lo strumento di parole nascoste di Instagram, che impedisce la visualizzazione di abusi o commenti nei messaggi diretti.

Vice ha riferito che un abuso ancora più estremo, comprese le minacce contro i giocatori, è apparso sui canali suprematisti bianchi su Telegram, che ha politiche di moderazione molto più flessibili rispetto a Twitter o Facebook. Telegram non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento lunedì.

Federcalcio inglese ha detto in una dichiarazione lunedì che era “sconvolto dal razzismo online che è stato rivolto ad alcuni dei nostri giocatori inglesi sui social media”. Chiunque dietro il comportamento “disgustoso” non è il benvenuto come fan, ha detto la FA, aggiungendo che stava sostenendo i giocatori “pur sollecitando le punizioni più dure possibili per chiunque sia responsabile”.

La dichiarazione della FA ha aggiunto che le società di social media “devono intensificare e assumere responsabilità e azioni per bandire gli autori di abusi dalle loro piattaforme, raccogliere prove che possono portare a procedimenti giudiziari e supportare rendendo le piattaforme libere da questo tipo di abuso ripugnante”.

I giocatori inglesi erano England spesso fischiato dai fan allo stadio di Wembley durante il torneo quando i giocatori si sono inginocchiati sul campo prima delle partite come gesto antirazzista. Entrambe le squadre si sono inginocchiate anche prima dell’inizio della partita di domenica.

Il primo ministro britannico Boris Johnson, che è stato criticato in precedenza non riuscire a difendere i giocatori che si è inginocchiato prima dei giochi, twittato Lunedì che i giocatori “meritano di essere lodati come eroi, non abusati razzialmente sui social media”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.