Con Shohei Ohtani, il baseball abbraccia “Perché no?”


Come lanciatore, lo splitter di Ohtani lo rende particolarmente difficile da colpire. Secondo Fangraphs, solo un titolare in un attuale roster della major league, l’All-Star Kevin Gausman dei San Francisco Giants, lancia quel lancio più spesso di Ohtani, che lo usa il 18,6% delle volte. Lancia in modo aggressivo con lo splitter, mettendolo sullo stesso piano della sua palla veloce d’élite.

“Lo splitter è la cosa più grande”, ha detto Olson, che è 0 su 8 con cinque strikeout contro Ohtani. “Ha la palla veloce negli anni ’90 superiori con un sacco di corsa, ma per essere in grado di avere lo splitter che scende direttamente da esso e la corsa che gioca, arriva a metà strada e devi decidere da che parte è andando. Questo, combinato con, ha solo un movimento fluido e rapido”.

Come battitore, Ohtani ha così tanta potenza e oscilla così forte che non deve colpire una palla ad angolo retto per fare danni. Offre poche zone sicure per i lanciatori.

“Se guardi la sua tabella di dispersione in termini di palle colpite duramente, le ha disseminate su e giù, su e dentro, giù e lontano, giù e dentro, dalla velocità ai lanci forse più accentuati dal movimento”, ha detto Cole, che ha affrontato Ohtani 12 volte, concedendo tre valide e una camminata. “Ti costringe solo ad adattarti ed eseguire allo stesso tempo, che è una delle cose più difficili da fare.”

Olson non deve lanciare e Cole colpisce molto raramente. Come giocatore a due vie, Ohtani gestisce tutte le sfide che descrivono – “Sta affrontando se stesso su entrambi i lati della palla”, come ha detto il lanciatore dei Dodgers Walker Buehler – e a Denver farà tutto, oltre all’Home Run Derby .

Un corpo e una mente possono prendere solo così tanto, ma Ohtani è un uomo di spettacolo con un senso del dovere.

“Mi aspetto di essere abbastanza stanco ed esausto dopo questi due giorni”, ha detto lunedì tramite un interprete. “Ma ci sono molte persone che vogliono guardarlo e io voglio rendere felici quei ragazzi, quindi è quello che farò”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.