La Nigeria vince lo storico sconvolgimento sulla squadra USA nell’esibizione olimpica


La squadra di basket maschile degli Stati Uniti è stata sconvolta dalla Nigeria sabato sera nella sua prima partita di esibizione in vista delle Olimpiadi di Tokyo, un risultato sorprendente anche se gli effetti sono più simbolici che suscettibili di influenzare le eventuali speranze di medaglia d’oro degli Stati Uniti.

La Nigeria ha sconfitto un roster del Team USA composto da giocatori All-NBA, 90-87, alla Mandalay Bay Arena di Las Vegas. È stata la prima vittoria di una squadra africana sulla nazionale maschile degli Stati Uniti.

La sconfitta fa scendere il record del Team USA a 54-3 nelle partite di esibizione tenutesi dal 1992, quando ai giocatori NBA fu permesso di giocare alle Olimpiadi. La squadra non perdeva una partita di esibizione dal 2019, un 98-94 sconvolto dall’Australia in vista della Coppa del Mondo FIBA.

Solo nove anni fa, gli Stati Uniti battevano la Nigeria, 156-73, alle Olimpiadi del 2012 a Londra.

Nello storditore di sabato, Kevin Durant ha segnato un record di 17 punti per il Team USA Jayson Tatum ha segnato 15 punti e Damian Lillard ne ha aggiunti 14.

Il trio è stato tenuto a 9 su 30 tiri dal campo e i loro compagni di squadra sembravano fuori sincrono dopo la recente fine della postseason NBA e una breve inversione di tendenza rispetto alla stagione precedente. Giocatori come LeBron James e Stephen Curry hanno abbandonato la considerazione per le Olimpiadi, ma il roster è ancora pieno di giocatori che dovrebbero vincere l’oro a Tokyo.

Il roster della Nigeria include una manciata di giocatori NBA, tra cui Chimezie Metu dei Sacramento Kings, Josh Okogie dei Minnesota Timberwolves e Miye Oni degli Utah Jazz. La squadra è allenata da Mike Brown, un assistente dei Golden State Warriors.

La Nigeria ha convertito quasi la metà dei suoi 40 tentativi da 3 punti contro il Team USA

Ike Iroegbu, che ha giocato nello Stato di Washington, ha realizzato una tripla a poco più di un minuto dalla fine e ha portato la Nigeria in vantaggio sull’88-80. Durant ha risposto con sette punti consecutivi. Gabe Vincent dei Miami Heat, che ha segnato 21 punti, ha segnato due tiri liberi a 13,2 secondi dalla fine, aiutando a cementare lo sconvolgimento poiché il Team USA non è riuscito a eseguire un play out da un timeout chiamato negli ultimi secondi della partita.

“Quella perdita non significa nulla se non impariamo da essa, ma può essere la cosa più importante in questo torneo per noi imparare da essa”, ha detto ai giornalisti in seguito l’allenatore degli Stati Uniti, Gregg Popovich.

Jrue Holiday di Milwaukee e Khris Middleton e Devin Booker di Phoenix si uniranno al roster del Team USA, vincitore di tre medaglie d’oro in difesa, al termine delle finali NBA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.