Il leader del golpe del Myanmar afferma che la Russia fornirà due milioni di colpi COVID | Notizie sulla pandemia di coronavirus


Venerdì il Myanmar ha riportato 4.320 casi, un record per il secondo giorno consecutivo, e 63 morti, mentre continuano le proteste contro il golpe.

Il capo militare del Myanmar ha annunciato che la Russia invierà due milioni di dosi di vaccino contro il coronavirus a partire da questo mese, poiché il paese del sud-est asiatico ha riportato un altro record di casi e decessi di COVID-19.

Il generale Min Aung Hlaing, che ha guidato un colpo di stato il 1 febbraio contro il governo eletto di Aung San Suu Kyi, ha affermato che il virus si stava diffondendo rapidamente in Myanmar e che gli alti funzionari della difesa russa gli avevano detto che stava arrivando l’aiuto con i vaccini.

“Ho detto loro che voglio due milioni e loro daranno”, ha detto in un commento trasmesso dalla televisione Myawaddy di proprietà dell’esercito.

Venerdì il Myanmar ha riportato 4.320 casi, un record per il secondo giorno consecutivo, e 63 decessi.

Min Aung Hlaing ha dichiarato il mese scorso che stava cercando sette milioni di dosi di vaccini russi.

Il Myanmar è nel mezzo della sua ondata di infezioni più grave fino ad oggi, con gli sforzi per gestire l’epidemia ostacolati dal caos politico nazionale sulla scia della presa di potere dei militari.

Ci sono state anche segnalazioni di un focolaio di COVID all’interno delle sue prigioni, incluso il famigerato Insein, dove almeno 40 prigionieri sarebbero risultati positivi giovedì.

Nella prima parte della pandemia, molti prigionieri nel carcere di Insein si sono ammalati e alcuni sono morti, ma c’erano pochi test COVID-19 per i prigionieri.

Nel complesso, alcuni esperti sanitari hanno affermato che il tasso reale di infezione del Myanmar è probabilmente molto più alto, dato il crollo dei test dopo il colpo di stato e gli operatori sanitari che si sono uniti agli scioperi per protesta.

L’abbraccio di Mosca

La Russia è tra i pochi paesi che hanno abbracciato apertamente il governo militare, che è stato condannato a livello globale per il colpo di stato e la mortale repressione dei gruppi pro-democrazia.

Il governo militare ha affermato che la maggior parte delle persone uccise o arrestate erano “terroristi” che incitavano alla violenza.

Min Aung Hlaing ha affermato che il Myanmar era ansioso di produrre i propri vaccini COVID-19 e che la Russia voleva collaborare e inviare una delegazione per ispezionare il suo impianto di produzione durante questo mese. Non ha approfondito.

Mentre infuria la pandemia di COVID, continuano anche le proteste contro il governo militare in diverse parti del paese.

Nella cittadina di Launglon, nel distretto di Tanintharyi, i manifestanti mascherati hanno organizzato uno sciopero all’alba sabato per denunciare i Min Aung Hlaing, mentre chiedevano il ritorno del governo civile, secondo un post sui social media.

A Pyikyi Takon a Mandalay, nello stato di Kachin, venerdì sera diversi manifestanti, tra cui un monaco, hanno tenuto uno sciopero a lume di candela chiedendo la rimozione della dittatura militare.

Le foto mostrano anche donne nella cittadina di Wuntho nel distretto di Sagaing che pregano per la pace in Myanmar e protestano contro la leadership militare.

Anche gli arresti sono continuati, con segnalazioni di forze di sicurezza che hanno fatto irruzione in una casa a Thaketa e arrestato senza mandato cinque civili, tra cui la madre di un manifestante e i suoi due fratelli, secondo i social media.

In una dichiarazione di venerdì, il presidente ad interim del governo di unità nazionale dell’opposizione, Duwa Lashi, ha affermato che i militari “hanno utilizzato l’epidemia di virus come un’opportunità per sopprimere l’opposizione e non hanno simpatia per le sofferenze dell’opinione pubblica”.

Secondo il gruppo per i diritti umani, Associazione di assistenza ai prigionieri politici, dall’inizio del golpe sono state 898 le persone uccise dal governo militare. Almeno 5.127 sono attualmente detenuti o sono stati condannati mentre 1.963 sono sfuggiti all’arresto.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.