Il bilancio delle vittime in un condominio in Florida crolla ora 78 in mezzo alla ricerca di una causa | Notizie sugli alloggi


Altri quattordici corpi sono stati recuperati mentre i ricercatori hanno usato attrezzature pesanti per spostare cumuli di cemento e acciaio frantumati.

Il bilancio delle vittime nel crollo di un grattacielo nell’area di Miami è salito a 78 venerdì, un numero che il sindaco ha definito “straziante” mentre i soccorritori hanno lavorato duramente per trovare vittime tra le macerie.

Il sindaco di Miami-Dade, Daniella Levine Cava, ha dichiarato in una conferenza stampa che il lavoro per recuperare le vittime sta “procedendo con grande urgenza” al fine di portare la chiusura alle famiglie che hanno trascorso due settimane di agonia in attesa di notizie.

“Questo è un numero sbalorditivo e straziante che colpisce tutti noi molto profondamente”, ha detto Levine Cava dell’ultimo bilancio delle vittime. Altre 62 persone restano disperse.

Il ministro degli Esteri del Paraguay ha detto in un servizio radiofonico che la sorella della first lady del Paraguay era tra i morti. Diversi cittadini latinoamericani sono stati segnalati nell’edificio quando è crollato. Nessuno è stato trovato vivo dalle prime ore dopo la caduta dell’edificio il 24 giugno.

“Sappiamo che ci saranno impatti a lungo termine per le squadre in prima linea”, ha detto Levine Cava. “Hanno dato così tanto di loro stessi in queste prime due settimane”.

I soccorritori e le squadre di supporto di emergenza della Florida e di molti altri stati hanno lavorato in turni di 12 ore, 24 ore al giorno per 16 giorni in un lavoro fisicamente ed emotivamente faticoso in mezzo a un caldo opprimente e in condizioni pericolose.

I membri esausti della squadra di ricerca e soccorso osservano un momento di silenzio nel sito del crollo dell’edificio sud delle Champlain Towers a Surfside, in Florida [Miami-Dade Fire Rescue/via Reuters]

Il capo dei vigili del fuoco di Miami-Dade, Alan Cominsky, ha affermato che prendersi cura della salute mentale e del benessere dei primi soccorritori è una priorità. Ha detto che è fondamentale che i primi soccorritori comunichino tra loro. “È importante per noi parlare”, ha detto.

A tal fine, Levine Cava ha affermato che i funzionari hanno aggiunto personale di supporto tra pari presso le caserme dei vigili del fuoco.

La scrupolosa ricerca dei sopravvissuti è passata a uno sforzo di recupero questa settimana dopo che le autorità hanno affermato di essere giunte alla conclusione che non c’era “nessuna possibilità di vita” tra le macerie del condominio Champlain Towers South a Surfside.

Gli investigatori del National Institute of Standards and Technology (NIST) degli Stati Uniti hanno cercato indizi sul crollo dell’edificio.

“Il NIST ha compiuto progressi significativi nell’etichettare e trasportare pezzi di prove forensi dal mucchio”, ha detto Levine Cava.

“Ora hanno raccolto oltre 200 prove e di recente hanno inviato scienziati del laboratorio di misurazione della fisica a Washington per assistere con l’analisi”.

L’attenzione si è concentrata su un rapporto di ingegneria del 2018 che segnalava carenze strutturali.

Più di 200 pezzi del condominio crollato di Champlain Towers South sono stati spediti dagli investigatori federali a Washington, DC, per analisi forensi [Shannon Stapleton/Reuters]

La speranza di trovare sopravvissuti si è brevemente riaccesa dopo che i lavoratori hanno demolito il resto dell’edificio il 4 luglio, consentendo l’accesso a nuove aree di detriti. Alcuni vuoti in cui avrebbero potuto essere intrappolati i sopravvissuti esistevano, principalmente nel seminterrato e nel garage.

Cupamente, i soccorritori ora si sono concentrati sulla ricerca dei resti invece dei sopravvissuti.

Funzionari statali e locali hanno promesso assistenza finanziaria alle famiglie delle vittime, nonché ai residenti dell’edificio che sono sopravvissuti ma hanno perso tutti i loro beni. Nel frattempo, le autorità stanno avviando un’indagine del gran giurì sul crollo. E almeno sei querele sono state intentate dalle famiglie.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.