Il Bangladesh registra un record di 201 morti per COVID in un solo giorno mentre i casi aumentano | Notizie sulla pandemia di coronavirus


Il Bangladesh ha riportato 201 morti per COVID-19 mercoledì, il bilancio più alto in un solo giorno dall’inizio della pandemia nel marzo dello scorso anno.

È stata la prima volta che il bilancio delle vittime ha superato la soglia dei 200 in un ciclo di 24 ore nella nazione dell’Asia meridionale di circa 165 milioni di persone, portando il conteggio totale delle vittime a 15.593.

Il precedente massimo di un giorno di 164 decessi è stato registrato lunedì. La prima settimana di luglio ha visto 1.090 decessi, che è anche il più alto in qualsiasi settimana durante la pandemia nel paese.

Nelle ultime 24 ore è stata anche diagnosticata la malattia a 11.162 persone, portando il totale a 9.77.568, hanno detto i funzionari mercoledì.

Con casi di coronavirus e decessi che hanno raggiunto nuovi record, il Bangladesh ha esteso lunedì un rigoroso blocco nazionale di un’altra settimana.

La variante Delta del coronavirus, identificata per la prima volta nella vicina India, è alla base dell’ondata di infezioni in Bangladesh, che travolge il suo sistema sanitario e fa temere una crisi dell’ossigeno medico.

La variante ha colpito le regioni di confine del Bangladesh nelle regioni settentrionali e sud-occidentali il mese scorso e ora si sta diffondendo rapidamente nelle aree urbane e rurali di tutto il paese.

Variante più attiva

Tahmina Shirin, direttrice dell’Istituto di Epidemiologia, Controllo e Ricerca delle Malattie (IEDCR) con sede a Dhaka, ha dichiarato ad Al Jazeera di aver trovato la variante Delta nel 78% dei campioni totali che hanno sequenziato nell’ultimo mese.

L’IEDCR ha rilevato per la prima volta la variante Delta in Bangladesh l’8 maggio. Nel mese successivo, hanno scoperto che la variante aveva già una trasmissione comunitaria nel paese.

Mentre i distretti confinanti con l’India, tra cui Dinajpur, Chapainawabganj, Pirojpur, Khulna e Satkhira, hanno assistito per la prima volta alla proliferazione della variante Delta, ora ha iniziato a dominare anche la trasmissione a Dhaka, ha affermato Shirin.

“Riteniamo che il rigoroso blocco abbia contribuito a rallentare la diffusione della variante Delta, ma non è stato in grado di fermarlo completamente”, ha affermato.

Shirin ha affermato che anche le persone che avevano preso due vaccini contro il coronavirus erano infette dalla variante Delta.

“Ancora la nostra migliore possibilità contro la lotta contro questa variante è quella di essere completamente vaccinati”, ha detto.

Solo il 3% della popolazione del Bangladesh ha ricevuto entrambe le dosi del vaccino.

Dopo un inizio promettente all’inizio di quest’anno, il programma di inoculazione del paese ha subito un duro colpo dopo che l’India, di fronte a una seconda ondata mortale del virus, ha smesso di esportare colpi di AstraZeneca.

Il programma di vaccinazione, tuttavia, è stato ringiovanito durante il fine settimana dopo che il Bangladesh ha ricevuto 2,5 milioni di dosi del vaccino Moderna dagli Stati Uniti e due milioni di dosi del vaccino Sinopharm dalla Cina.

Esperti preoccupati per l’inizio dei festeggiamenti

Gli esperti, intanto, sono preoccupati e temono il peggio nei prossimi giorni poiché due potenziali eventi “super-diffusori” – il famoso mercato delle mucche e l’Eid al-Adha – sono dietro l’angolo.

Prima della festa musulmana di ogni anno, un certo numero di campi di fortuna sorgono principalmente a Dhaka e nella città portuale di Chattogram, dove i commercianti di bestiame di tutto il paese vendono l’animale sacrificale. Milioni di persone frequentano questi mercati.

Le due città più grandi sono anche testimoni di un esodo di milioni di persone che prendono treni, autobus, traghetti e veicoli privati ​​per raggiungere le campagne per celebrare la festa con le loro famiglie.

L’esperto di malattie infettive del Bangladesh Be-Nazir Ahmed ha detto ad Al Jazeera che il governo dovrebbe estendere il rigoroso blocco, che terminerà il 14 luglio, fino a Eid al-Adha.

“Il governo dovrebbe anche impedire ai commercianti di bestiame di venire nella capitale dalla campagna, in particolare dai distretti confinanti con l’India in cui le infezioni da COVID sono al suo apice”, ha affermato.

Ahmed ha affermato che se il blocco viene allentato e le persone possono spostarsi, il paese potrebbe assistere a “una grande esplosione di COVID” dopo il festival di Eid al-Adha.

“Il numero sarà enorme. Affronteremo una situazione come quella affrontata dall’India solo pochi mesi fa”, ha affermato Ahmed, ex direttore del controllo delle malattie presso la Direzione generale del servizio sanitario del Bangladesh (DGHS).

Il portavoce del DGHS Nazmul Islam ha affermato che i responsabili politici del governo sono consapevoli che la situazione potrebbe peggiorare se il blocco viene allentato prima della festa musulmana.

“Se l’attuale tendenza dei casi continua, il rigoroso blocco potrebbe essere esteso”, ha affermato.

L’Islam ha affermato che il governo si sta attualmente concentrando sull’aumento del numero di letti ospedalieri e sulla garanzia di manodopera adeguata negli ospedali COVID-19.

“Inoltre, stiamo anche esaminando la necessità di allestire ospedali da campo, specialmente al di fuori di Dhaka”, ha affermato.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.