Assassinato il presidente di Haiti Jovenel Moise: primo ministro ad interim | Notizie dall’America Latina


Secondo il primo ministro ad interim, individui non identificati hanno attaccato la residenza privata del presidente Moise durante la notte e gli hanno sparato.

Il presidente haitiano Jovenel Moise è stato assassinato nella sua casa, ha detto il primo ministro ad interim Claude Joseph.

Un gruppo di individui non identificati ha attaccato il residente privato di Moise durante la notte mercoledì e lo ha ucciso a colpi di arma da fuoco, ha detto Joseph.

La first lady è stata ricoverata in ospedale nell’attacco.

Moise aveva governato Haiti, il paese più povero delle Americhe, per decreto dopo che le elezioni legislative previste per il 2018 erano state ritardate e in seguito a controversie sulla fine del suo mandato.

Joseph ha detto che ora era responsabile del paese.

“Sono state prese tutte le misure per garantire la continuità dello stato e per proteggere la nazione”, ha detto Joseph. Si sentivano spari in tutta la capitale.

L’attacco è avvenuto nel mezzo di un’ondata crescente di violenza politicamente legata nella povera nazione caraibica. Con Haiti politicamente divisa e di fronte a una crescente crisi umanitaria e alla carenza di cibo, si temono disordini diffusi.

Port-au-Prince ha subito un aumento della violenza mentre le bande si combattono tra loro e la polizia per il controllo delle strade.

Quella violenza è stata alimentata da un aumento della povertà e dell’instabilità politica.

Moise ha affrontato feroci proteste da quando è entrato in carica come presidente nel 2017, con l’opposizione che quest’anno lo ha accusato di aver cercato di instaurare una dittatura oltrepassando il suo mandato e diventando più autoritario – accuse che ha negato.

Altro da seguire..



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.