L’app store di Windows 11 è già più utile dopo appena una settimana

L’app store disfunzionale di Microsoft per Windows, il Microsoft Store, sta finalmente migliorando sotto Windows 11. Anche se c’è una revisione dell’interfaccia utente e alcuni miglioramenti della velocità, il cambiamento chiave sta consentendo a più app nell’archivio. Solo nell’ultima settimana, alcune app popolari hanno iniziato a comparire nel Microsoft Store su Windows 11, rendendolo più utile di prima.

OBS Studio, Zoom, Canva, WinZip e Adobe Acrobat Reader sono tutti arrivati ​​nel Microsoft Store la scorsa settimana, insieme alle estensioni del browser Microsoft Edge. Queste prime aggiunte, durante un periodo beta per Windows 11, sono un inizio promettente.

Il Microsoft Store sta cambiando su Windows 11 e infine Windows 10, per includere qualsiasi app desktop tradizionale. Microsoft in precedenza limitava gli sviluppatori alle sue app di Windows universali, prima di consentire ad alcune app desktop pacchettizzate di utilizzare il suo negozio per gli aggiornamenti. Ora qualsiasi app può far parte dello store, una mossa che si allinea con Windows Package Manager Microsoft rilasciato lo scorso anno.

Zoom fa ora parte di Microsoft Store.

Windows Package Manager di Microsoft è diventato rapidamente migliore dell’archivio di Windows in meno di 24 ore, offrendo app come Zoom e WinRAR che mancavano nell’archivio principale. Il gestore di pacchetti è cresciuto costantemente nell’ultimo anno e ora include Discord, Google Chrome, Firefox e molte altre app popolari. C’è anche un’ottima interfaccia web di terze parti che puoi usare con esso.

Il Microsoft Store è essenzialmente ora un frontend per Windows Package Manager e il comando WinGet utilizzato per installare app dal repository di Microsoft. Ciò dovrebbe significare che vedremo ancora più app apparire nello store nelle prossime settimane. Mozilla, per esempio, ha accennato che Firefox sarà presto disponibile.

Potremmo persino vedere app store rivali nel Microsoft Store, come Steam o Epic Games Store. Il capo di Windows, Panos Panay, ha affermato che la società è aperta ad avere Steam o Epic Games Store nel Microsoft Store e che probabilmente funzionerebbe come un modo per collegarsi ad app e giochi disponibili altrove.

Potremmo persino vedere Steam su Microsoft Store in futuro.

Parte dell’attrattiva del nuovo negozio per gli sviluppatori è consentire app con i propri sistemi di aggiornamento, ma anche una modifica da parte di Microsoft per consentire agli sviluppatori di mantenere il 100% delle entrate dalle app se utilizzano piattaforme di pagamento alternative. Tuttavia, questa modifica non si applica ai giochi. Ci vorrà del tempo prima di vedere quanto bene il taglio ridotto delle entrate di gioco di Microsoft, dal 30 al 12% a partire dal 1 agosto, avrà un impatto sul negozio.

Sebbene queste nuove aggiunte all’app siano utili, c’è ancora molto lavoro da fare. Il negozio è pieno di app spazzatura, con molte app false, guide e crapware ancora visualizzati nei risultati di ricerca. Microsoft impiegherà del tempo per ripulire questa parte dello store, soprattutto perché gli sviluppatori hanno abbandonato il Microsoft Store per così tanto tempo che molte di queste app spazzatura sono ora nella sezione delle migliori app gratuite.

Ad ogni modo, il Microsoft Store sta decisamente andando nella giusta direzione, dopo un decennio in cui è stato ampiamente ignorato. Se può arrivare al punto di avere tutte le app utili e popolari elencate, allora questo è un grande miglioramento per gli utenti Windows che non dovranno più cercare sul Web per trovare un programma di installazione affidabile per le loro app preferite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.