I Bucks battono Hawks e avanzano alle finali NBA


I Milwaukee Bucks avanzano alle loro prime finali NBA dal 1974 dopo aver sconfitto gli Atlanta Hawks, 118-107, in gara 6 delle finali della Eastern Conference sabato sera per portare la serie, quattro partite a due. Affronteranno i Phoenix Suns nelle finali NBA a partire da martedì.

Erano senza i servizi di Giannis Antetokounmpo, il loro miglior giocatore, che si era infortunato al ginocchio sinistro in gara 4, che sembrava infliggere un duro colpo alle possibilità dei Bucks di vincere la serie.

Invece, i Bucks hanno continuato a combattere senza di lui, appoggiandosi a un cast di supporto guidato dall’attaccante Khris Middleton, che ha segnato 23 dei suoi 32 punti nel terzo quarto, e dalla guardia Jrue Holiday, che ha aggiunto 27 punti. Il miglior giocatore degli Hawks, Trae Young, che aveva saltato le gare 4 e 5 a causa di un livido osseo al piede destro, ha lottato nella sconfitta dopo essere stata una decisione presa sabato. Young ha tirato solo 4 su 17 dal campo e ha sbagliato tutte e sei le sue triple. Ha chiuso con 14 punti.

La folla alla State Farm Arena è stata sottomessa per la maggior parte della partita, quando i Bucks sono usciti dal cancello con un parziale di 15-4 e hanno condotto l’intera partita. Ma i fan di Atlanta sono tornati in vita nel quarto trimestre, quando gli Hawks hanno fatto una corsa furiosa per tagliare un vantaggio di 22 punti nel secondo tempo a 6 a 3:40 dalla fine.

La serie è stata un ottovolante e per lo più non competitiva. Gli Hawks hanno segnato per primi con una sorprendente vittoria in gara 1 in trasferta, 116-113. Young ha segnato 48 punti. I Bucks, come hanno fatto contro Kevin Durant e i Nets al secondo turno, hanno faticato a difendere Atlanta con pick-and-roll. Ciò ha permesso a Young di entrare facilmente nella vernice e creare offesa per gli Hawks.

In gara 2, Milwaukee ha battuto Atlanta, 125-91, guidata dai 25 punti di Antetokounmpo in 29 minuti. Nella sfida successiva, i Bucks sembravano prendere il controllo della serie con una vittoria per 113-102, questa volta con 38 punti e 11 rimbalzi di Middleton in testa.

È stato nella seconda metà di gara 4 che Antetokounmpo si è fatto male al ginocchio e gli Hawks, approfittando degli sconcertati Bucks, hanno strappato uno scoppio anche alla serie al meglio delle sette in due partite ciascuna. La vittoria è arrivata senza Young, aumentando le speranze di Atlanta che la sua nuova campagna potrebbe portare gli Hawks al franchise prime finali dal 1961.

Antetokounmpo, due volte vincitore del Most Valuable Player Award e una delle più grandi star della NBA, era nel bel mezzo della migliore serie di playoff della sua carriera dopo una serie di deludenti. Ha una media di 28,2 punti, 12,7 rimbalzi e 5,2 assist a partita nei playoff. Anche se ha faticato a tirare dal campo e sulla linea di tiro libero, ha mantenuto il suo gioco soprattutto dove ha più successo: sul bordo per le schiacciate, come ha fatto durante la stagione regolare. Nella postseason, il 63,3 percento dei tiri di Antetokounmpo è stato effettuato entro 10 piedi dal canestro. Durante la stagione regolare, quel numero era del 62,4 percento.

I Bucks si sono raggruppati in gara 5 senza di lui, dominando gli Hawks dall’inizio alla fine per salire 3-2 nella serie. Brook Lopez ha segnato un record in carriera per i playoff di 33 punti nella vittoria per 123-112.

La posta in gioco è alta per Milwaukee in questa postseason. Nonostante la brillantezza di Antetokounmpo nella stagione regolare negli ultimi cinque anni, i Bucks non erano arrivati ​​in finale. Lo scarso tiro di Antetokounmpo è stato un problema, poiché i difensori hanno riempito la vernice per spingerlo a tirare dall’esterno oa dribblare nel traffico.

Mike Budenholzer, che ha allenato Milwaukee nelle ultime tre stagioni, è stato criticato per il contrasto tra le prestazioni della regular season dei Bucks e i fallimenti ai playoff, sollevando speculazioni sul fatto che stia allenando per il suo lavoro quest’anno.

Ma i critici sono stati messi a tacere, almeno temporaneamente, sabato sera. I Bucks andranno a Phoenix per Gara 1 delle finali, a quattro vittorie dal titolo. Ancora una volta, Milwaukee dovrà vedersela con un capocannoniere d’élite come Devin Booker, nonché un esperto di pick-and-roll, il playmaker Chris Paul. E i Bucks potrebbero essere senza Antetokounmpo, la cui disponibilità per la serie è incerta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *