Slack lancia Huddles, chiamate audio simili a Discord che puoi saltare dentro e fuori

Slack lancia oggi la sua nuova funzione Huddles, chiamate audio leggere che tu e i tuoi colleghi potete entrare e uscire mentre lavorate. Nati dalla pandemia, gli Slack Huddles sono progettati per sostituire quelle conversazioni informali che avevi con i colleghi sulle scrivanie. Se hai mai usato Discord, Slack Huddles è molto simile, offrendo la possibilità di partecipare o lasciare una chiamata persistente liberamente a tutte le ore.

Slack si sta concentrando sull’audio con Huddles piuttosto che sul video, ma ci sarà una funzione di condivisione dello schermo per rendere più facile per i team di persone tenere riunioni spontanee che potrebbero essere accadute rannicchiate attorno a un monitor nei giorni pre-pandemia.

“Consente conversazioni di due o tre minuti”, spiega il CEO di Slack Stewart Butterfield in un’intervista con Il Verge. “Se devi programmare una chiamata… parli per tutti i 30 minuti invece dei due o tre minuti di cui avevi bisogno proprio in quel momento.”


Gli Slack Huddles sono solo audio per ora.

Il risparmio di tempo e la spontaneità sono una parte fondamentale di Slack Huddles. Queste chiamate audio possono essere create in qualsiasi canale o DM, comprese le comunicazioni condivise tra le aziende. L’esperienza audio è progettata per imitare le persone che camminano vicino alla tua scrivania, quindi non è necessario inviare inviti, collegamenti o numeri di accesso alle persone: chiunque in un canale o in un gruppo DM può unirsi liberamente. Basato sulla partnership di Slack con Amazon, Huddles include anche sottotitoli dal vivo incredibilmente veloci e precisi tramite AWS, qualcosa che ho potuto testare durante la mia conversazione con Butterfield.

Slack Huddles è chiaramente una risposta al numero crescente di videochiamate a cui partecipano i lavoratori. Mentre Butterfield ammette che “probabilmente consentiremo la condivisione di video ad un certo punto”, l’obiettivo di Huddles è quello di consentire alle persone di non doversi preoccupare di come guarda in una videochiamata, dove si trovano o anche cosa stanno facendo durante una chiamata. “Durante una chiamata audio, puoi fare molte altre cose e mantenere l’illusione che la tua controparte presti completa attenzione a tutto ciò che stai dicendo”, afferma Butterfield.

Huddles fa anche parte di uno sforzo più ampio di Slack per affrontare alcuni dei punti deboli della collaborazione proprio quando le persone iniziano a filtrare di nuovo negli uffici, mentre altri continuano a lavorare da casa o da qualche altra posizione remota. Il posto di lavoro ibrido, come molti lo chiamano.

Slack Huddles è molto simile a Discord.

“Viviamo in un mondo in cui se tutto ciò che hai è un martello, tutto appare come un chiodo”, afferma Butterfield. “Non significa che i classici incontri spariranno, ma penso che smetteremo di usare quel martello su un mucchio di cose che non sono davvero chiodi”.

Slack introdurrà anche registrazioni vocali, video e schermo nei prossimi mesi. Invece di uno standup mattutino, l’idea è che le persone possano registrare le proprie idee nel proprio tempo e inviarle in un canale. Potrebbe essere l’ideale per grandi team che lavorano su più fusi orari o semplicemente dove una riunione quotidiana non è davvero necessaria. Queste registrazioni condivise dalle persone includeranno anche una trascrizione ricercabile in Slack e strumenti per accelerare o rallentare la riproduzione.

Oltre all’afflusso di videochiamate durante la pandemia, è stato anche facile essere sopraffatti dal numero di notifiche e messaggi a cui devi rispondere. “Dobbiamo fare un lavoro migliore nell’insegnare alle persone come utilizzare Slack in modo efficace”, ammette Butterfield. “Miliardi di persone sanno cosa vuol dire taggare le persone su Facebook… menzionare qualcuno in Slack funziona allo stesso modo, ma ha un’importanza molto maggiore.”

Butterfield vede Huddles e questi nuovi video e registrazioni dello schermo come modalità di comunicazione alternative che potrebbero aiutare a ridurre l’ansia di sentirsi come se dovessi rispondere istantaneamente a un messaggio Slack. Tuttavia, non è una sfida facile da risolvere, poiché l’introduzione di nuove funzionalità può anche creare una serie completamente nuova di sfide per l’attenzione.


La nuova funzione di registrazione video di Slack.

Queste nuove funzionalità di Slack suggeriscono dove stanno andando gli strumenti digitali e uno sforzo maggiore per ricreare il posto di lavoro in un’era in cui molti lavoreranno da remoto. “Ciò di cui le persone hanno bisogno in un mondo incentrato sul digitale è qualcosa che funga da quartier generale virtuale e svolga lo stesso ruolo per il modo in cui la produttività e la collaborazione avvengono proprio come l’edificio”, spiega Butterfield. “Le persone non progettano il loro quartier generale virtuale nello stesso modo in cui fanno i loro edifici fisici”.

Butterfield pensa che ciò potrebbe essere in procinto di cambiare, dal momento che le aziende dedicano più tempo a dare priorità agli strumenti digitali come sforzo speso per trovare la posizione dell’ufficio perfetta, l’interior design e condizioni di locazione favorevoli. “Nessuno sceglierebbe di avere un ufficio invece di avere un software oggi”, afferma Butterfield. “Se dovessi scegliere l’uno o l’altro, il 100 percento delle persone sceglierebbe il software”.

E probabilmente ha ragione. Abbiamo sicuramente superato da tempo il limite in cui la comunicazione di persona è ora un supplemento ai modi digitali con cui ci connettiamo ogni giorno. L’idea di Slack di un quartier generale virtuale assomiglia molto all’approccio di Microsoft al futuro del lavoro.

Microsoft sta anche cercando di creare un hub virtuale con Teams.

Microsoft ha cercato di costruire un hub digitale in cui il lavoro si svolge nel proprio concorrente Slack, Microsoft Teams. Poco dopo l’inizio della pandemia l’anno scorso, Slack ha presentato un reclamo per concorrenza all’UE, sostenendo che Microsoft sta “abusando del suo dominio sul mercato” e ha “legato illegalmente” il suo prodotto Microsoft Teams a Office e sta “forzandolo a installarlo per milioni, bloccando il suo rimozione e nascondere il vero costo per i clienti aziendali”.

Microsoft ha appena annunciato che Teams sarà ora integrato in Windows 11, con una stretta integrazione per i consumatori. Butterfield aveva appena visto l’annuncio, quindi non ha avuto una risposta immediata. Ma il capo delle comunicazioni dell’azienda, Jonathan Prince, ci ha inviato questa dichiarazione:

Microsoft ha annunciato che integrerà Teams con Windows e Office. La nostra reazione è semplice: scegliere è meglio che vincolarsi, aprire è meglio che chiudere e la concorrenza leale è meglio di tutti. Sfortunatamente, Microsoft non l’ha mai vista in questo modo.

È chiaro che Slack non è impressionato. Ma allo stesso tempo, Butterfield non sembra pensare che il raggruppamento di Teams su Windows influenzerà troppo Slack. Ho spinto Butterfield sui commenti del presidente e CEO di Microsoft Satya Nadella secondo cui Slack può essere di prima classe su Windows. “A differenza di come IE è preinstallato e devi scaricare Netscape, l’utilizzo di una piattaforma di comunicazione non è qualcosa su cui ogni singolo utente prende una decisione unilaterale”, afferma Butterfield.

“Non c’è nessuno che disattiverebbe Slack a Teams solo perché i laptop lo hanno preinstallato, o se andassimo da Dell e dicessimo: ‘Ehi, ti pagheremo un sacco di soldi se ci metti Slack e tiri fuori Teams. ‘”

Oltre al solo raggruppamento di Microsoft Teams in Windows, Slack affronta anche la concorrenza di Google che integra Chat, Rooms e Meet in Gmail nel tentativo di affrontare Microsoft e Slack. Salesforce ha annunciato l’acquisizione di Slack più di sei mesi fa, ma l’accordo non è stato ancora concluso, quindi non sappiamo esattamente come una combinazione di Salesforce e Slack competerà con Microsoft, Google e altri.

“Penso che Salesforce abbia ovviamente un numero enorme di venditori e questo sarà utile per l’azienda”, ammette Butterfield. “Penso che la cosa che sarà più utile è la profondità dell’integrazione con la suite di prodotti esistente di Salesforce e l’impatto che ha sui clienti comuni”.

L’obiettivo di Slack è sempre stato quello di far amare il suo prodotto dai milioni di persone che vi si affidano ogni giorno, piuttosto che l’approccio di Microsoft e Google al raggruppamento dei servizi. Huddles è un ottimo esempio dell’approccio di Slack, ma l’azienda avrà bisogno di molte più funzionalità simili a Huddle e di una profonda integrazione con Salesforce per respingere i tentativi di Microsoft e Google di conquistare il posto di lavoro digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *