Microsoft vuole che Steam faccia parte del suo nuovo app store di Windows 11

Il cambiamento a sorpresa di Microsoft a Windows 11 è un approccio molto più aperto al suo negozio Windows e potrebbe significare che vedremo i giochi Steam elencati in futuro. Questo nuovo approccio aperto vede molte modifiche all’app store di Windows, inclusa la connessione di Microsoft all’Appstore di Amazon per elencare le app Android e consentire agli sviluppatori di mantenere il 100% delle proprie entrate utilizzando piattaforme di pagamento di terze parti. Microsoft vuole anche che altri app store alternativi, come Steam ed Epic Games Store, facciano parte di questo nuovo app store di Windows.

“Windows in molti modi ospita già questi negozi, e se possiamo ospitarli tramite Microsoft Store, allora ovviamente”, afferma Windows e il capo dei dispositivi Panos Panay, in un’intervista con Il Verge. “Di sicuro, significa che gli altri vogliono venire allo Store, sono i benvenuti. In effetti, incoraggiato, ed è per questo che stiamo sviluppando alcune di queste politiche”.

Steam è diventato un enorme negozio di giochi e app su Windows nel corso degli anni e Panay immagina un futuro per l’app store di Windows in cui le persone trovano le app che desiderano indipendentemente dai negozi rivali. “Voglio davvero questa esperienza in cui vai al negozio, digiti l’app e ottieni l’app che desideri”, afferma Panay.

Il nuovo app store di Microsoft per Windows.

Mentre Microsoft sta abbracciando l’idea di un negozio aperto, ci sono alcuni avvertimenti. Microsoft consentirà agli sviluppatori di trattenere il 100% delle entrate derivanti dalle app se utilizzano piattaforme di pagamento alternative, ma ciò non si applica ai giochi. È una grande omissione, che arriva poche settimane dopo che Microsoft ha annunciato che avrebbe ridotto il taglio delle entrate dei giochi nel Microsoft Store dal 30 al 12% a partire dal 1 agosto.

Inoltre, non è chiaro come questo criterio possa essere applicato ad app store separati. Sembra che Microsoft stia semplicemente elencando le app Android dall’Appstore di Amazon nel proprio negozio, quindi si sta effettivamente collegando a un altro negozio. Se Steam dovesse essere integrato con l’app store di Windows, sarebbe probabilmente attraverso uno scenario di collegamento simile, che evita che app e giochi vengano ospitati direttamente nell’app store di Microsoft.

Questo sarebbe comunque un miglioramento rispetto a ciò che esiste oggi su Windows 10. Se configuri una nuova macchina, devi cercare sul Web i programmi di installazione, prendere solo alcune delle app disponibili nello store di Windows di Microsoft o utilizzare un gestore di pacchetti di terze parti per gestire quali app vengono installate. Se Microsoft riesce a realizzare il suo sogno aperto di un negozio con tutte le app di Windows elencate, questo sarà un grande vantaggio per ogni singolo utente di Windows.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *