‘Rivoglio la mia vita’ Britney Spears dice al giudice degli Stati Uniti | Notizie di intrattenimento


La cantante pop statunitense Britney Spears ha chiesto a un giudice mercoledì di porre fine alla tutela del tribunale che controlla la sua vita e i suoi soldi dal 2008.

La drammatica richiesta in un’udienza a Los Angeles, in California, è arrivata con le sue prime parole in un’aula del conservatorio durante i suoi 13 anni di esistenza.

La Spears ha definito la tutela “abusiva” e ha condannato suo padre e gli altri che l’hanno controllata.

“Voglio solo la mia vita indietro”, ha detto. “Non sono qui per essere lo schiavo di nessuno.”
“Sono traumatizzato. Non sono felice, non riesco a dormire”, ha detto, “Sono così arrabbiata e piango ogni giorno”, ha aggiunto.

“Voglio porre fine a questa tutela senza essere valutata”, ha detto la Spears al telefono in un discorso lungo, emotivo e talvolta profano, in cui ha condannato l’accordo legale e suo padre, che lo ha controllato per la maggior parte della sua esistenza.

“Questa tutela mi sta facendo molto più male che bene”, ha detto. “Merito di avere una vita.”

Britney Spears si esibisce su un palco durante un concerto a Kiev, Ucraina, 27 settembre 2011 [File: Leonid Naidiouk/AP Photo]

L’ex fenomeno adolescente ha detto che voleva sposarsi di nuovo e avere un bambino. Ma ha detto che ha un dispositivo contraccettivo che vuole rimuovere, ma non può andare dal dottore “perché non vogliono che io abbia figli”.

“Tutto quello che voglio è possedere i miei soldi e che tutto questo finisca e che il mio ragazzo possa guidarmi nella sua fottuta macchina”, ha detto Spears.

Nel discorso scritto che è durato più di 20 minuti, la Spears ha rivelato molti dettagli che sono stati attentamente custoditi per anni dalla corte.

Quando un avvocato che rappresenta il suo co-conservatore ha detto che l’udienza e la trascrizione dovrebbero essere tenute sigillate se le informazioni mediche private dovevano essere rivelate, la Spears l’ha urlata per dire che le sue parole dovrebbero essere pubbliche.

“Hanno interferito con la mia vita, quindi sento che dovrebbe essere un’udienza pubblica e dovrebbero ascoltare e sentire quello che ho da dire”, ha detto Spears.

Ha continuato dicendo che è stata costretta a prendere il litio contro la sua volontà dopo che le prove per una residenza pianificata a Las Vegas nel 2019 si sono interrotte, che è stata successivamente annullata.

In una recente serie di manovre di corte, la Spears ha cercato di avere più voce in capitolo sulla sua vita e sui suoi affari, che per anni sono stati sotto il controllo di un conservatorio di corte gestito principalmente da suo padre, James Spears. [File:  Chris Pizzello/Invision/AP]

Ha detto che tutto ciò che aveva fatto era non essere d’accordo con una parte della coreografia dello spettacolo.

“Non sono qui per essere la schiava di nessuno”, ha detto. “Posso dire di no a un passo di danza”.

Spears è stato interrotto una volta dal giudice e una volta dallo stenografo. Entrambi le dissero di parlare più lentamente.

Circa 100 fan del cosiddetto movimento #FreeBritney si sono radunati fuori dal tribunale prima dell’udienza, con in mano cartelli con la scritta “Free Britney now!” e “Esci dalla vita di Britney!”

La Spears ha affermato di non essersi sentita ascoltata in nessuna delle sue precedenti apparizioni davanti alla corte, tutte tenute segrete al pubblico.

Il giudice l’ha ringraziata per le sue osservazioni, che ha definito “coraggiose”, ma non ha fatto ulteriori commenti.

Anche altri avvocati presenti nella stanza hanno affermato che questo non era il luogo per rispondere alle osservazioni, ma hanno convenuto di essere stati coraggiosi. L’avvocato di James Spears ha chiesto una pausa per conferire con il suo cliente.

Jennifer Preston, 33 anni, ha attraversato il paese da Richmond, in Virginia, per essere fuori dall’udienza perché, dice, “Sono una mamma e sono una fan”.

I sostenitori di Britney Spears, tra cui Jennifer Preston, al centro, si riuniscono al di fuori di un’udienza in tribunale relativa alla tutela del cantante pop presso lo Stanley Mosk Courthouse, mercoledì 23 giugno 2021, a Los Angeles, California, Stati Uniti [Chris Pizzello/AP Photo]

“Siamo qui per sentire cosa ha da dire”, ha detto Preston. “È stata trattata come una bambina negli ultimi 13 anni, non ha avuto il controllo della sua vita o delle sue finanze, anche se è chiaramente abbastanza capace per fare queste cose”.

Il suo avvocato d’ufficio, Samuel Ingham III, ha chiesto alla pop star di rivolgersi alla corte durante un’udienza di aprile. Ha detto che la Spears non gli ha chiesto ufficialmente di presentare una petizione per porre fine alla tutela.

La tutela è stata istituita quando ha subito una crisi di salute mentale nel 2008. Le ha attribuito il merito di averla salvata dalla rovina finanziaria e di averla conservata come una pop star di alto livello.

Suo padre e i suoi avvocati hanno sottolineato che lei e la sua fortuna, che secondo i registri del tribunale ammontano a più di 50 milioni di dollari, rimangono vulnerabili a frodi e manipolazioni. Secondo la legge, la Spears avrebbe l’onere di dimostrare di essere competente prima che il caso possa concludersi.

Il processo è stato archiviato mercoledì senza una decisione.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *