Recensione di Razer Blade 14: potenza di dimensioni ridotte

Dall’esterno, il Razer Blade 14 assomiglia a tutti gli altri laptop Razer Blade che abbiamo visto negli ultimi anni. Ha il telaio interamente in alluminio, la tastiera RGB, il logo a serpente a tre teste e la sottile atmosfera nera.

Ma questo Razer Blade è molto diverso. È il primo Blade ad essere alimentato da un processore AMD. Quel chip, il Ryzen 9 5900HX, ha permesso a Razer di realizzare il laptop da gioco da 14 pollici più potente mai realizzato.

Questo non è solo dovuto alla potenza pura della CPU. L’efficienza del prodotto AMD ha dato a Razer la possibilità di includere le schede grafiche mobili RTX 3070 e RTX 3080 top di gamma di Nvidia. Questo è il primo laptop da 14 pollici con quei chip. Lo Zephyrus G14 di Asus, che ha superato tutti i tipi di migliori elenchi di laptop da gioco nell’ultimo anno, raggiunge il massimo con un RTX 3060.

Naturalmente, se questo laptop è un risultato notevole per Razer è una questione diversa dal fatto che tu debba effettivamente acquistarlo. Il Blade 14 non è un sistema economico – la nostra unità di test costa $ 2.199,99 – e molte persone potrebbero giustamente desiderare uno schermo più grande a quel prezzo. Ma se la portabilità è la tua priorità, questo laptop dovrebbe essere nella tua lista. Ha un mix di prestazioni, specifiche e qualità costruttiva che non troverai da nessun’altra parte.

Il lato sinistro del deck tastiera Razer Blade 14.  I tasti sono illuminati in viola.

Bei colori.

Il sistema che ho recensito viene fornito con un RTX 3070 da 100 W, oltre a 16 GB di RAM (che non è aggiornabile), 1 TB di memoria SSD (espandibile fino a 2 TB) e un display QHD da 165 Hz. Lo stesso prezzo può anche procurarti un Blade 15 Base con GPU e RAM simili, ma con un processore Intel Core i7 a sei core e 512 GB di spazio di archiviazione. Il Blade 14 è anche più sottile e più leggero di oltre mezzo chilo: il Blade 15 Base ha uno spessore di 4,6 libbre e 0,78 pollici, mentre il 14 ha uno spessore di 3,92 libbre e 0,66 pollici.

Ma il Blade 14 è ancora costoso come i laptop da gioco ultraportatili: stai pagando un $500 di premio rispetto al Razer Blade Stealth 13 FHD 120Hz (che ha una GPU GTX 1650 Ti Max-Q molto più debole e uno schermo con frequenza di aggiornamento inferiore) e $ 200 in più rispetto al top Zefiro G14 (che ha un RTX 3060, ma anche 32 GB di RAM e un’elegante matrice di punti sul coperchio).

Altrove, puoi ottenere un $1.799,99 Lama 14 con uno schermo FHD a 144Hz e un RTX 3060, e $2,799.99 può procurarti un RTX 3080 con il display QHD. (Non esiste un’opzione touchscreen.) Non abbiamo visto una differenza di prestazioni sconvolgente tra i sistemi RTX 3070 e RTX 3080: i 3070 possono persino superare i 3080, a seconda della potenza e della velocità di clock, quindi è difficile immaginare davvero un RTX 3080 Blade 14 vale 600 dollari in più. (Potresti letteralmente comprare due Zephyrus G14 per quel prezzo.)

I tasti freccia sul laptop Razer Blade 14.

I laptop Blade non hanno più i minuscoli tasti freccia che hanno fatto impazzire tutti per un po’.

Sembra che Razer abbia valutato correttamente questa unità RTX 3070, perché le prestazioni che ho visto erano molto, molto paragonabili a quelle che abbiamo visto dalla Base Blade 15 con un RTX 3070. Ciò significa che sta esplodendo laptop più piccoli, come lo Stealth 13 e lo Zephyrus G14, fuori dall’acqua.

Red Dead Redemption girando con la sua impostazione Ultra a una media di 58 fps, a solo un fotogramma dalla base Blade 15. (Tutti i giochi sono stati eseguiti a risoluzione nativa.) Il gioco ha avuto una media di 51 fps con ogni slider al massimo manualmente, che è ancora giocabile in modo decente. Horizon Zero Dawn girava a 70fps, anche solo un fotogramma peggiore del Blade 15 Base. Il Blade 14 ha effettivamente battuto il Blade 15 su Shadow of the Tomb Raider dove ha una media di 51 fps con ray tracing su ultra (il Blade 15 ha una media di 46 fps) e 81 fps con ray tracing disattivato.

Questi numeri costituiscono un caso abbastanza convincente per l’acquisto del Blade 14 con processore AMD rispetto al Blade 15 Base con processore Intel. Il Blade 14 offre prestazioni di gioco quasi identiche ma raddoppia lo spazio di archiviazione senza costi aggiuntivi. È anche significativamente più sottile e leggero e il suo processore a otto core ti darà un vantaggio rispetto al processore a sei core del Blade 15 in pesanti attività multicore. Avrai bisogno del Blade 15 se hai bisogno di uno schermo più grande, ovviamente, ma non vedo molti altri argomenti a suo favore a questo punto.

Solo per fare un confronto, il Blade Stealth 13 ha avuto una media di soli 45 fps su Shadow of the Tomb Raider con ray tracing disattivato, che è una differenza molto evidente. Lo Zephyrus G14 con un RTX 2060 ha raggiunto 74 fps Tomb Raider sans ray tracing e 31 fps attivi Red Dead. Nota che entrambi questi laptop eseguivano i giochi in FHD, quindi il divario di prestazioni è maggiore di quanto i numeri facciano sembrare.

Il punto in cui il Blade 14 è rimasto indietro è stato nel nostro test di esportazione. Ci sono voluti sette minuti e sei secondi per esportare un video 4K di cinque minuti e 33 secondi in Adobe Premiere Pro. È più lento del Blade 15 Base e oltre un minuto più lento dello Stealth 13. I sistemi AMD tendono a rimanere indietro rispetto a quelli Intel in questo compito: la funzione Quick Sync di Intel è probabilmente un fattore. Ma il Blade 14 ha battuto facilmente il suo Due fratelli sul PugetBench per Premiere Pro benchmark, che misura le prestazioni su una varietà di attività di Premiere Pro.

La tastiera del Razer Blade 14 vista dall'alto e da destra.  I tasti sono illuminati di un rosa scuro.

Puoi integrare il tuo schema RGB con l’illuminazione della tua stanza se disponi di prodotti Phillips Hue.

La durata della batteria era accettabile, ma non così eccezionale come abbiamo visto da alcuni recenti sistemi AMD. Ho una media di sei ore e 12 minuti di lavoro continuo con lo schermo di circa 200 nit di luminosità. Non è terribile – non è ancora raro vedere i laptop da gioco morire dopo poche ore di batteria – ma anche un certo numero di piattaforme AMD sta superando il traguardo delle otto ore in questi giorni.

Infine, il Blade 14 include il nuovo raffreddamento a camera di vapore “next-gen” di Razer, che include due ventole a 88 pale con lame di appena 0,1 mm di spessore. Sfortunatamente, il sistema ha faticato a tenere il passo con i suoi chip. Ho visto spesso il 5900HX saltare negli anni ’90 (Celsius) durante i giochi e altri carichi intensi. È stato costantemente appeso negli anni ’80 in altre occasioni durante i test. La buona notizia è che niente di quel calore è finito dove potevo sentirlo: la parte inferiore del telaio, la tastiera e i poggiapolsi non si sono mai scomodamente tostati.

Nel caso in cui non hai mai usato un laptop Razer prima, la loro caratteristica distintiva (a parte le prestazioni di gioco) è la tastiera RGB. Il Blade 14 ha un’illuminazione RGB per tasto che puoi personalizzare nel software Razer Synapse preinstallato. Mentre molte tastiere da gioco colorate sembrano odiose e sgargianti, le tastiere Blade sono sottili e chic, in parte perché non c’è quasi nessun effetto bleeding della retroilluminazione da sotto i tasti e i caratteri sono semplici, non aggressivi. Non avrei problemi a portare questo Blade in un ufficio o in un bar: il colore è un fiorire, piuttosto che una distrazione. Anche il touchpad è abbastanza buono, con una trama liscia e nessun problema di rigetto del palmo che ho visto.

L’intero telaio è in alluminio CNC ed è abbastanza robusto, anche se ha anche un magnete per le impronte digitali. C’è una rispettabile selezione di porte, che ti permetterà di alimentare fino a tre display esterni alla volta. Ottieni un HDMI 2.1, oltre a due porte USB-C con DisplayPort 1.4, due porte USB-A, un jack audio, uno slot di blocco e una porta di ricarica. Questa è la stessa selezione di porte che troverai sullo Zephyrus G14. Nessun supporto Thunderbolt, poiché è una funzionalità Intel, ma ottieni Wi-Fi 6E (Gig+) e Bluetooth 5.2.

Il Razer Blade 14 visto dall'alto, aperto, angolato a sinistra.  Lo schermo mostra il logo Razer su uno sfondo rosso e verde.  I tasti sono illuminati di un rosa scuro.

È un laptop come nessun altro.

I giochi hanno anche un bell’aspetto sul display QHD, il che mi ha permesso di sfruttare appieno i frame rate prodotti qui. Lo schermo ha raggiunto il massimo di 310 nit nei nostri test e ha coperto il 100% della gamma di colori sRGB. Ha una texture opaca, quindi non ho mai avuto problemi con i riflessi in ambienti luminosi. È un pannello 16:9, che è un rapporto di aspetto comune da vedere sui laptop da gioco, ma lascia meno spazio verticale per il lavoro e la produttività rispetto a un display 16:10 o 3:2. Sono stato felice di vedere un certo numero di ammiraglie di gioco (come il nuovo Zephyrus M16 di Asus) passare al 16:10 lo scorso anno: questo rende i laptop da gioco un po’ più versatili anche per l’uso quotidiano. Speravo che Razer seguisse l’esempio con Blades di quest’anno, ma sembra che aspetterò più a lungo.

Ho solo una vera lamentela con le caratteristiche del telaio del Blade 14, ed è la webcam. Sono felice che abbia una webcam, non è un dato di fatto sui laptop da gioco in questi giorni. E supporta il riconoscimento facciale di Windows Hello, che è utile. Sfortunatamente, la fotocamera è così brutta che averla è quasi (quasi) come non averne affatto uno. È piuttosto granuloso e sembravo scuro anche in ambienti luminosi. Se stessi usando il Blade come driver principale, probabilmente comprerei una fotocamera esterna per le mie chiamate Zoom.

Se stai cercando la massima potenza per libbra che puoi ottenere, il Razer Blade 14 è il laptop da gioco ideale per te. Lo schermo di quattordici pollici non sarà sufficiente per tutti, ovviamente, specialmente a questo prezzo – e molti acquirenti potrebbero essere disposti a rinunciare all’elegante RGB e a pochi fotogrammi al secondo a favore dell’incredibile durata della batteria dello Zephyrus G14 e offerta G15. Ci sono alcuni colpi contro il Blade, vale a dire la scarsa webcam, la ritenzione delle impronte digitali del telaio e il prezzo elevato, ma se nessuno di questi è un rompicapo per te, non vedo alcun motivo per non raccomandarlo. Non c’è davvero nient’altro di simile sul mercato.

Fotografia di Monica Chin / The Verge

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.