Secondo quanto riferito, la FTC è pronta a sondare l’acquisizione MGM di Amazon

A seguito della recente acquisizione di MGM da parte di Amazon, secondo quanto riferito l’accordo sarà esaminato dalla Federal Trade Commission, il che significa che Lina Khan, una critica a lungo aperta di Amazon che recentemente è diventata presidente della FTC, avrà la supervisione dell’accordo. Il procedimento potrebbe segnalare come gestirà i casi antitrust contro Amazon in futuro.

Citando persone che hanno familiarità con la situazione, Il giornale di Wall Street segnalato martedì che la FTC ha richiesto la supervisione dell’accordo durante le negoziazioni tra le agenzie, proprio perché sta attualmente supervisionando l’indagine antitrust in corso. Secondo il WSJ, il Dipartimento di Giustizia e la FTC hanno diviso le indagini antitrust sui giganti della tecnologia – anche Apple, Google e Facebook sono oggetto delle indagini – ma la FTC ha spinto per la giurisdizione su Amazon-MGM.

In ogni caso, l’accordo avrebbe probabilmente ricevuto un esame approfondito. Grandi acquisizioni e fusioni che possono o meno portare a problemi antitrust sono in genere recensito come prassi standard.

Ha prestato giuramento come presidente la scorsa settimana, Khan detto in una dichiarazione nel momento in cui non vedeva l’ora di “lavorare con i miei colleghi per proteggere il pubblico dagli abusi aziendali”.

Un portavoce della FTC ha rifiutato di commentare il rapporto. Amazon non ha risposto immediatamente alle ripetute richieste di commento prima della pubblicazione.

Amazon ha acquisito MGM a maggio con un accordo del valore di quasi 9 miliardi di dollari. L’acquisizione ha visto Amazon raccogliere decine di migliaia di ore di intrattenimento, tra cui in particolare gran parte dell’IP di James Bond. All’epoca, Mike Hopkins, vicepresidente senior di Prime Video e Amazon Studios, ha dichiarato in una dichiarazione che “il valore dietro questo accordo è il tesoro di IP nel vasto catalogo che abbiamo in programma di reimmaginare e sviluppare insieme al talentuoso team di MGM”. .”

Amazon non addebita una tariffa aggiuntiva o separata per il suo servizio di streaming. Come la spedizione in due giorni, la consegna di generi alimentari gratuita e Amazon Music, il servizio di streaming principale di Amazon è offerto come parte dell’esperienza complessiva. Tuttavia, non ha la lucentezza di rivali come Disney+ e Netflix, e i suoi originali non hanno risuonato nello stesso modo in cui WandaVision o Cose più strane avere.

Sebbene il vero valore dell’acquisizione non sia ancora chiaro, l’accordo ha visto Amazon vincere IP di cui aveva un disperato bisogno. Amazon potrebbe non aver bisogno che gli abbonati paghino Prime Video, ma probabilmente ha bisogno che se ne preoccupino per continuare a rendere gli abbonamenti Prime un pacchetto competitivo di offerte e servizi specifici per l’abbonamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.