Airspeeder afferma di aver effettuato con successo il primo volo di prova per la sua auto da corsa volante elettrica

Airspeeder afferma che la sua auto da corsa elettrica “volante”, l’Alauda Mk3, ha effettuato i suoi primi voli di prova non pilotati nell’Australia meridionale. L’imbarcazione, un multirotore elettrico a decollo verticale (abbreviato eVTOL perOL electric vertico take ohff e ioanding) è stato controllato a distanza e i voli di prova hanno avuto luogo sotto la supervisione dell’autorità australiana per la sicurezza dell’aviazione civile.

L’obiettivo finale di Airspeeder e Alauda Aeronautics (la prima è la serie da corsa, la seconda è il produttore), entrambe fondate dall’imprenditore Matthew Pearson, è stato quello di costruire veicoli volanti con lo scopo di gareggiarli, che secondo le aziende è il prossimo passo. Secondo il sito web di Airspeeder, la “buona esecuzione di questi voli significa che i Gran Premi di auto volanti elettriche senza equipaggio si svolgeranno nel 2021 in tre località internazionali che verranno presto rivelate”.

Secondo Airspeeder (pdf), la Mk3 non pilotata pesa 130 chilogrammi (circa 286 libbre), può andare da zero a 62 mph in 2,8 secondi e salire a 500 metri. Ha una batteria rimovibile, che i suoi addetti ai box sono stati in grado di sostituire in meno di 20 secondi. Può volare da 10 a 15 minuti con un pacco batteria, afferma la società, ed è dotato di lidar e radar per creare un “campo di forza virtuale” per aiutare a prevenire le collisioni.

Airspeeder afferma che le sue prime gare della serie EXA, che sta pianificando per la fine dell’anno, includeranno fino a quattro squadre con due piloti remoti per squadra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.