Telegraph elimina la colonna critica di Kate Middleton


Una fonte del Telegraph ha negato a BuzzFeed News che il pezzo fosse stato ritirato a causa delle pressioni del Palazzo, ma il giornale ha rifiutato di commentare il record.

Inserito il 18 giugno 2021 alle 15:34 ET


In un continuo esame di come la stampa britannica si occupa di diversi membri della famiglia reale, il quotidiano Telegraph ha cancellato a colonna critica su Catherine, la duchessa di Cambridge, giovedì ore dopo che è apparso sul sito web.

La storia, intitolata “Un raro passo falso per la duchessa di Cambridge?”, ha criticato Kate per essere stata co-autrice di un recente editoriale sull’educazione della prima infanzia con la first lady statunitense Jill Biden, che è insegnante e ha conseguito un dottorato in educazione.

“Per quanto importante sia la causa, lei rischia di cadere nella stessa trappola dei Sussex; ha rischiato di allinearsi troppo strettamente con un partito politico in carica”, ha scritto l’autrice Joanna Rossiter. “È impossibile immaginare che Kate scriva questo tipo di articolo con persone come, ad esempio, Melania Trump. La sua decisione di farlo è un tacito sostegno ai Biden”.

Questa non è la prima volta che Rossiter ha sollevato preoccupazioni su una duchessa reale che mostra possibili pregiudizi. Nel 2019 ha scritto a colonna per il Telegraph che criticava Meghan, la duchessa del Sussex, per il suo “sostegno sfacciato a tutte le cose svegliate” e “allineandosi così strettamente con le icone della sinistra politica”. Quella storia rimane online.

La colonna di Kate era ampiamente criticato di reale osservatori. Quando è stata notata la sua cancellazione, su Twitter sono iniziate le speculazioni che fosse stato fatto su richiesta del Palazzo.

Tirato dal Palazzo? Il Telegraph ha rapidamente cancellato un editoriale moderatamente critico sulla Duchessa di Cambridge oggi, poche ore dopo la sua pubblicazione. L’articolo affermava che Kate aveva compromesso la sua “rigorosa neutralità politica” scrivendo un articolo congiunto per la CNN con la dottoressa Jill Biden.


Twitter: @scobie

“Così ingiuste critiche a [Kate’s] il pezzo co-autore con Jill Biden viene ritirato ma un sacco di bugie / attacchi razzisti / bigotti contro #MeghanMarkle non vengono mai ritirati?” ha chiesto l’attivista, autore e avvocato Dr. Shola Mos-Shogbamimu in un tweet virale sulla cancellazione della colonna. “Penso che questa critica alla Duchessa di Cambridge sia una schifezza assoluta, ma il doppio standard/ipocrisia è profondo. We See You”.

BuzzFeed News ha contattato il Telegraph e Rossiter per chiarimenti sul motivo per cui il pezzo è stato rimosso e se sarebbe stato ripristinato. Rossiter non ha risposto alle ripetute richieste di commento; un portavoce del Telegraph ha rifiutato di commentare il record.

Anche un portavoce di Kensington Palace ha rifiutato di commentare il record, ma una fonte del Telegraph ha affermato che non sono stati contattati dal Palazzo e che qualsiasi suggerimento che fossero “ridicolo”.

Un tweet dall’account ufficiale del Telegraph che si collega alla storia cancellata (il URL della colonna ora reindirizza alla home page delle notizie del sito Web) è stato eliminato a seguito della richiesta di BuzzFeed News.

La cancellazione è avvenuta poche ore prima che Kate la lanciasse progetto più ambizioso fino ad oggi: un centro dedicato allo studio della prima infanzia e al lavoro di advocacy per supportare bambini e genitori durante i primi anni di vita.

Oggi sono orgoglioso di lanciare il Royal Foundation Center for Early Childhood: cogliamo questa opportunità d’oro per creare una società più felice, mentalmente sana e più solidale. https://t.co/KKE6QfX99c


Twitter: @KensingtonRoyal

Il Telegraph ha la reputazione di essere un punto vendita di notizie di destra nel Regno Unito. Era anche il fonte della storia ampiamente riportata che Meghan aveva fatto piangere Kate durante un disaccordo prima del suo matrimonio con il principe Harry – che Meghan ha confutato nella sua intervista di marzo con Oprah Winfrey.

In ciò colloquio, Harry ha affermato che c’era “un contratto invisibile a porte chiuse” tra il Palazzo e le agenzie di stampa del Regno Unito

“se tu come membro della famiglia sei disposto a bere, cenare e dare pieno accesso a questi giornalisti, allora otterrai una stampa migliore”, ha detto, aggiungendo che “l’istituzione sopravvive” a causa di questa relazione simbiotica tra il Palazzo e il media britannici.

A maggio, Harry ha anche affermato che le storie su Meghan che era una prepotente per il suo staff durante il periodo in cui lavorava come membro della famiglia reale erano “lo sforzo combinato dell’azienda e dei media per diffamarla”.

Il pezzo Telegraph non è stato ripristinato online al momento della pubblicazione.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *