Naomi Osaka si ritira da Wimbledon ma giocherà alle Olimpiadi di Tokyo


Naomi Osaka non giocherà a Wimbledon questo mese ma gareggerà alle Olimpiadi di Tokyo, ha detto giovedì il suo agente.

L’agente di Osaka, Stuart Duguid, ha confermato che salterà il torneo del Grande Slam su erba che inizierà il 28 giugno ma giocherà alle Olimpiadi, in programma dal 23 luglio all’8 agosto.

Duguid ha detto in un messaggio di testo: “Naomi non giocherà a Wimbledon quest’anno. Si sta prendendo del tempo personale con amici e familiari. Sarà pronta per le Olimpiadi ed è entusiasta di giocare davanti ai suoi tifosi di casa”.

Osaka, il giocatore n. 2 al mondo che compete per il Giappone ma vive negli Stati Uniti, si è ritirato dagli Open di Francia il mese scorso prima del secondo turno dopo essere stato multato di $ 15.000 per aver saltato le conferenze stampa obbligatorie post-partita.

Quando si ritirò a Parigi, Osaka annunciato su Instagram e Twitter che avrebbe “preso un po’ di tempo lontano dalla corte”.

Ha spiegato di aver sperimentato “lunghi periodi di depressione” da quando ha vinto gli US Open del 2018 e spesso ha avuto “enormi ondate di ansia” prima di parlare con i media.

Prima dell’Open di Francia, aveva annunciato sui social media che non avrebbe parlato con i media durante il torneo per proteggere la sua salute mentale ed evitare domande che potessero farle dubitare di se stessa. Le regole del Grande Slam richiedono ai giocatori di tenere una conferenza stampa post-partita se richiesto e quando Osaka ha saltato la sua conferenza stampa dopo la sua vittoria al primo turno, è stata multata dagli ufficiali del torneo e avvertita di ulteriori multe e potenziale espulsione dal torneo se avesse continuato per infrangere le regole.

Ha scelto invece di ritirarsi. “Non ho mai voluto essere una distrazione e accetto che il mio tempismo non fosse l’ideale e che il mio messaggio avrebbe potuto essere più chiaro”, ha scritto nel suo annuncio.

Ma ha anche chiesto una consultazione con il tour per “discutere i modi in cui possiamo migliorare le cose per i giocatori, la stampa e i fan”.

Sally Bolton, amministratore delegato di Wimbledon, ha dichiarato giovedì alla BBC che i funzionari di Wimbledon avevano comunicato con la squadra di Osaka nelle “ultime settimane” e che il torneo stava rivedendo le sue politiche sui media in consultazione con “non solo i giocatori, ma i media e tutti coloro che sono impegnati in quello spazio”.

Come a Parigi e nella maggior parte degli altri tornei negli ultimi mesi, le conferenze stampa e le interviste individuali saranno virtuali durante Wimbledon a causa delle restrizioni imposte dalla pandemia.

Osaka, 23 anni, ha vinto quattro titoli del Grande Slam, tutti sul cemento. Ha avuto un successo limitato a Wimbledon, raggiungendo il terzo turno nel 2017 e nel 2018 e perdendo al primo turno nel 2019. Il torneo è stato annullato nel 2020 a causa del coronavirus.

Il record di carriera di Osaka in erba in singolare è 11-9, un significativo contrasto con il suo record di carriera sul cemento di 119-51.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.