MacKenzie Scott restituisce all’umanità altri 2,7 miliardi di dollari di ricchezza di Amazon

MacKenzie Scott, la cui fortuna stimata si aggira intorno ai 60 miliardi di dollari, ha annunciato tramite un post medio oggi che si sarebbe separata da una porzione di $ 2,7 miliardi di quella ricchezza e la avrebbe distribuita a 286 gruppi, tutti accuratamente nominati e collegati alla fine della sua nota.

Questo terzo e ultimo regalo porta i contributi di beneficenza di Scott alla società a circa 8,5 miliardi di dollari solo nell’ultimo anno, rendendola uno dei miliardari più generosi del pianeta. L’importo la pone ben al di sopra dei doni a vita elargiti da artisti del calibro di Mark Zuckerberg di Facebook ($ 2,7 miliardi), Michael Dell della sua omonima società di computer ($ 2,25 miliardi), Steve Ballmer di Microsoft ($ 1,4 miliardi) o Pierre Omidyar di eBay ($ 1,3 miliardi), secondo Forbes.

Jeff Bezos, attualmente l’uomo più ricco del mondo, è apparso raramente in elenchi simili dei donatori più caritatevoli. lui in cima alla lista nel 2020 impegnando $ 20 miliardi verso un fondo incentrato sul cambiamento climatico che porta il suo nome ma che, in base a i rapporti più recenti, distribuito meno del 4% di tale importo.

Scott è stata sposata con Bezos dal 1993 al 2019. Ha lasciato la relazione con una parte significativa delle azioni di Amazon.

Scott, che “probabilmente ha stabilito un record per la più grande distribuzione annuale da parte di una persona vivente” l’anno scorso, secondo Bloomberg, è anche nota per il suo approccio senza vincoli alle donazioni. “Crediamo che le squadre con esperienza in prima linea nelle sfide sapranno meglio come mettere a buon uso i soldi”, hanno scritto Scott e suo marito Dan Jewett, un insegnante di scienze, “li abbiamo incoraggiati a spenderli come preferiscono .”

Come alcuni altri notabili facoltosi, Scott ha firmato il Giving Pledge, che – sebbene non legalmente vincolante – è un impegno pubblico affinché almeno la metà della propria ricchezza sia distribuita in beneficenza, durante la loro vita o al momento della loro morte. Anche se nel caso di Scott, il suo problema più urgente potrebbe essere capire come dare via le sue ricchezze abbastanza velocemente (pur essendo premuroso e responsabile di disfarsene). “Sarebbe meglio se la ricchezza sproporzionata non fosse concentrata in un piccolo numero di mani”, ha scritto Scott nel suo post su Medium.

Mentre Scott continua a investire nel rendere il pianeta migliore in cui vivere per gli umani, un numero crescente di suoi coetanei sembra intenzionato a fuggire del tutto dal luogo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *