Il danese Christian Eriksen è crollato in campo. È reattivo e sveglio.


Il centrocampista danese Christian Eriksen è crollato in campo alla fine della prima metà della partita della sua squadra contro la Finlandia a Euro 2020 sabato, un momento spaventoso trasmesso a un pubblico televisivo globale. Eriksen ha ricevuto cure immediate ed era sveglio quando ha lasciato il campo in barella circa 20 minuti dopo.

L’Uefa ha sospeso per più di un’ora la partita, che si avvicinava all’intervallo. Ma in seguito ha detto che il gioco sarebbe ripreso su richiesta di entrambe le squadre, e i giocatori – sollevati dal fatto che il loro compagno di squadra e amico sembravano stare bene ma alcuni ancora in lacrime – presto sono tornati in campo.

Eriksen era vicino alla linea laterale, in attesa di ricevere una rimessa laterale, al 42′ quando è inciampato e poi è caduto in avanti. I suoi compagni di squadra danesi hanno subito avvertito seri problemi, correndo da lui e agitando freneticamente gli allenatori per venire in suo aiuto.

I giocatori, alcuni in lacrime e altri in preghiera, hanno formato un cerchio per proteggere Eriksen dalla vista mentre le squadre mediche gli hanno prestato cure urgenti mentre giaceva sull’erba. Ad un certo punto, le immagini televisive mostravano un trainer che eseguiva compressioni toraciche.

La UEFA, l’organizzatore del torneo, ha immediatamente sospeso la partita e poi ha twittato che Eriksen era stato portato in ospedale e “stabilizzato.”

L’associazione calcistica danese ha annunciato che Eriksen era “sveglio e sottoposto a ulteriori esami.” ESPN ha riferito che Eriksen ha parlato con i suoi compagni di squadra prima che venisse presa la decisione di riprendere la partita.

L’incidente è avvenuto al 43′ di una partita a reti inviolate. Il gioco è stato sospeso ed entrambe le squadre hanno lasciato il campo.

Poco più di un’ora dopo l’incidente, la Uefa ha annunciato che la partita riprenderà “a seguito della richiesta fatta dai giocatori di entrambe le squadre”. Le squadre dovevano tornare in campo per giocare gli ultimi quattro minuti del primo tempo, quindi prendersi una pausa di cinque minuti prima di giocare la partita fino al termine.

All’interno dello stadio, i tifosi in attesa di aggiornamenti sembravano unirsi nella preoccupazione per Eriksen durante l’intervallo, a un certo punto lanciando cori al volo avanti e indietro. Quando i fan finlandesi hanno cantato “Christian”, le loro controparti danesi hanno risposto con “Eriksen”.

Allenatori e squadre mediche hanno lavorato su Eriksen in campo per quasi 20 minuti prima di trasferirlo in barella e portarlo fuori dal campo. Mentre se ne andava, Eriksen sembrava sveglio sulla barella, con una mano sulla fronte.

Il crollo di Eriksen e il successivo trattamento hanno lasciato la folla al Parken Stadium di Copenaghen quasi silenziosa e i giocatori danesi che lottavano per nascondere le loro emozioni. Il capitano della Danimarca, Simon Kjaer, è rimasto al fianco del compagno di squadra fino all’arrivo dei soccorsi. Lui e il portiere Kaspar Schmeichel si sono poi spostati a centrocampo per confortare la compagna di Eriksen, Sabrina Kvist Jensen, che si era precipitata a lato del campo.

Eriksen, un 29enne che gioca per il campione italiano dell’Inter, è stato un appuntamento fisso per la Danimarca per più di un decennio. Ha guidato la squadra alla Coppa del Mondo nel 2018, dove è passata agli ottavi di finale.

Ma dopo una lunga carriera con l’Ajax in Olanda e il Tottenham in Premier League inglese, è un giocatore noto e rispettato. Club, federazioni e Giocatori inviato immediatamente i loro migliori auguri.

Molti dei suoi attuali ed ex compagni di squadra giocano per il Belgio, un favorito del torneo che avrebbe dovuto iniziare un’ora dopo la fine di Danimarca-Finlandia.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.