Il conto economico di $ 15 di New York per Internet va nel limbo

L’accesso a Internet è, secondo il giudice del distretto orientale di New York Dennis R. Hurley, una “necessità moderna”. Sfortunatamente, il giudice Hurley ha scritto quelle parole in un’ingiunzione, depositata oggi, per bloccare un pezzo di legislazione progressista che avrebbe imposto la disponibilità di Internet a prezzi accessibili a tutti coloro che vivono nello Stato di New York – e che sarebbe entrato in vigore all’inizio della prossima settimana.

Il disegno di legge, noto come Affordable Broadband Act, avrebbe richiesto agli ISP che servono più di 20.000 famiglie di offrire due piani a basso costo: uno che offrisse velocità di 25 Mbps in basso per non più di $ 15 al mese e un altro che offrisse 200 Mbps in meno più di $ 20 al mese. È stato approvato dal legislatore statale e firmato dal Governatore Cuomo ad aprile, e sarebbe entrato in vigore il 16 giugno.

Secondo membro dell’Assemblea statale Amy Paulin, il costo medio mensile dell’accesso a Internet per i newyorkesi è di $50; in generale, gli americani possono pagare circa il doppio di quanto pagano gli europei per l’accesso alla banda larga.

Naturalmente, non appena il disegno di legge è stato firmato, le lobby delle telecomunicazioni fatto causa per fermarlo dall’essere emanato. Secondo Axios, Il governatore di New York Cuomo ha affermato che la causa non era “nient’altro che un tentativo trasparente da parte di società da miliardi di dollari che mettono il profitto davanti alla creazione di una società più giusta e giusta”. E, ami o odi il ragazzo, ha ragione.

L’ABA non è morto nell’acqua, ma l’ingiunzione dell’undicesima ora del giudice Hurley non promette nulla di buono. Nella sua determinazione, ha scoperto che la sua adozione potrebbe causare “danni irreparabili” alle società di telecomunicazioni – o perché sono colpite da sanzioni civili per non aver rispettato i requisiti dell’ABA, o per la perdita di entrate per addebitare meno per i servizi – tra altri rilievi di base che hanno consentito di ritenere valida l’ingiunzione.

Una freccia particolarmente interessante nella faretra del giudice Hurley, tuttavia, è stata quella di armare altri programmi esistenti che aiutano a rendere accessibile l’accesso a Internet, in particolare l’Emergency Broadband Benefit della FCC:

Sebbene lo scopo dichiarato dell’ABA sia quello di espandere l’accesso a Internet a banda larga, ciò non significa che sia l’unico sforzo legislativo a farlo. I querelanti discutono di diversi programmi federali che stanziano miliardi di dollari per raggiungere lo stesso scopo […] Mentre il convenuto sostiene che la legislatura di New York ha stabilito che questi benefici federali erano insufficienti, tale determinazione è stata presa prima dell’annuncio della FCC del 29 aprile 2021 che il beneficio della banda larga di emergenza sarebbe entrato in vigore il 12 maggio 2021.

L’Emergency Broadband Benefit è sostanzialmente diverso dall’ABA in diversi modi. Non limita in alcun modo il costo dell’accesso a Internet e, a differenza dell’ABA, è testato in base al reddito: i candidati devono qualificarsi dimostrando di soddisfare specifici criteri economici. Coloro che lo fanno possono ricevere $ 50 di sconto sulla bolletta mensile.

Quindi: per ora, come l’ABA stesso, i newyorkesi che speravano in una banda larga affidabile a un prezzo ragionevole sono bloccati nel limbo. Mentre l’ingiunzione getta una grande ombra sul futuro della legge, alla fine è essenzialmente solo un giudice che dice “guarda, ho bisogno di più tempo per risolvere tutto questo”. Si spera che, con qualche attenta considerazione, New York possa ancora intaccare il settore delle telecomunicazioni quasi comicamente consolidato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.