Recensione Asus Chromebook Detachable CM3: Duet redux

Tutto sommato, il Chromebook Detachable CM3 di Asus è un bel pacchetto. È un tablet da 10,5 pollici con rivestimento in tessuto fissato magneticamente e cavalletto. Suo $ 389,99 come testato, il che significa che ha un prezzo molto inferiore a tutti i tipi di Chromebook convertibili. Non sono il primo a fare questo confronto, ma è una versione leggermente più costosa e leggermente più elaborata del Lenovo Chromebook Duet da $ 269 (attualmente quotato a $ 269) che mi ha impressionato così tanto l’anno scorso.

Penso che il CM3 sia un acquisto leggermente peggiore del Duet per la maggior parte delle persone che cercano un dispositivo secondario o un piccolo Chromebook per uno studente. Il CM3 offre alcuni vantaggi evidenti rispetto al Duet, ma non sono sicuro che valgano $ 100. Sebbene funzioni come un cavalletto a doppia piegatura, uno stilo in garage e un jack per le cuffie siano piacevoli da avere, nessuno di loro è così centrale per l’esperienza utente di un dispositivo come il suo processore. E mentre $ 269 è un prezzo accettabile da pagare per un tablet con un chip MediaTek, $ 389,99 lo sta spingendo.

Detto questo, non ne ho molti i problemi con questo Chromebook. È solo in un punto un po’ strano.

La mia unità di test include 128 GB di spazio di archiviazione, 4 GB di RAM, un display 1920 x 1200 da 10,5 pollici e un processore MediaTek 8183. C’è una versione da 64 GB elencata su $ 369,99 anche. 64 GB non sono molto spazio di archiviazione (e non c’è uno slot per schede microSD per l’espansione sul CM3), quindi la mia configurazione è quella che consiglierei alla maggior parte delle persone.

La cosa più importante da capire sul CM3 prima di acquistarlo è la dimensione. È piccolo, con solo uno schermo da 10,5 pollici. Questo porta vantaggi e svantaggi. Da un lato, è abbastanza sottile e portatile, con uno spessore di soli 0,31 pollici e 1,1 libbre (2,02 libbre con la tastiera e il supporto collegati). È il tipo di cosa che potrei portare facilmente in borsa.

D’altra parte, uno schermo da 10,5 pollici è angusto per un sistema operativo desktop come Chrome OS (sebbene sia abbastanza luminoso da poter essere utilizzato all’aperto e apprezzo che abbia un rapporto di aspetto 16:10 – 16: 9 sarebbe insopportabile per me a queste dimensioni). Ma era troppo piccolo per poterlo usare comodamente come autista di lavoro. Ho dovuto ridurre lo zoom per poter vedere tutto ciò di cui avevo bisogno nelle mie finestre di Chrome.

Significa anche che c’è solo così tanto spazio per il deck della tastiera, che è anche angusto. Il touchpad, in particolare, è piccolo. La tastiera stessa è più spaziosa di quella del Duet, tuttavia, ha una corsa sorprendente e un clic soddisfacente. Mentre i tasti piccoli sono un po’ una regolazione, nessuno è abbastanza piccolo da essere inutilizzabile.

Piccolo non significa economico, e la struttura del CM3 è abbastanza robusta nel complesso. I poggiapolsi e la tastiera rimovibili sembrano piuttosto plasticosi, ma il tablet stesso è in alluminio (con “bordi tagliati a diamante”, secondo Asus). La copertina magnetica è realizzata in tessuto intrecciato e sembra abbastanza simile alla copertina del Chromebook Duet. La cover è inclusa nel prezzo del CM3, il che non è il caso di alcuni rimovibili (come la linea Surface Go di Microsoft).

Uno stilo USI si trova nell’angolo in alto a destra del telaio: è saldamente all’interno, quindi avrai bisogno di un chiodo per estrarlo. È piccolo e non è il mio stilo preferito che abbia mai usato, ma c’è e funziona. Il Duet supporta gli stili USI, ma non ne ha uno, quindi questo è uno dei vantaggi offerti dal CM3.

Il modo principale in cui il CM3 è unico rispetto ad altri rimovibili è che il suo cavalletto si piega in più modi. Cioè, puoi piegarlo a lungo quando usi il tablet come un laptop, oppure puoi capovolgere il tablet verticalmente e piegare il cavalletto orizzontalmente. Questa è una caratteristica interessante che non ho mai visto prima e funziona: non mi sono mai preoccupato che il CM3 cadesse in entrambe le direzioni.

D’altra parte, l’unico vero caso d’uso che mi viene in mente per la posizione orizzontale sono le videochiamate in cui non è necessario avere la tastiera collegata e va bene con la fotocamera sul lato dello schermo. Puoi prendere la tua visione, ma preferirei usare un iPad o un tablet dedicato per questi scopi e avere la fotocamera nel posto giusto.

La mia unità aveva un po’ di sfilacciamento sui bordi della tastiera, il che è stato deludente da vedere su un dispositivo nuovo di zecca, anche a questo prezzo. Anche il coperchio del cavalletto è scivolato via dal tablet alcune volte mentre stavo regolando l’altezza, cosa che non è mai successa con il Duet.

Parlando di convertibilità, il CM3 ha una fotocamera frontale da due megapixel e una fotocamera posteriore da otto megapixel. Entrambe le fotocamere offrono un’immagine sorprendentemente ragionevole. Non ero troppo sbiadito quando ho fatto una videochiamata all’esterno, né ero troppo granuloso in condizioni di scarsa illuminazione. Detto questo, la configurazione della doppia fotocamera è un’altra caratteristica interessante che probabilmente non è la più pragmatica: la fotocamera posteriore non è abbastanza buona per la fotografia reale di alcun tipo, e il miglior caso d’uso è probabilmente per scattare foto di un lavagna in classe. Ci vogliono anche alcuni secondi perché il CM3 cambi tra le fotocamere (non è così veloce come lo è su un iPhone, ad esempio), quindi non mi avrebbe risparmiato un sacco di tempo semplicemente tirando fuori un telefono .

L'Asus Chromebook Detachable CM3 chiuso con la fotocamera rivolta verso l'alto, visto dall'alto.

Guarda da vicino e puoi vedere la piega in entrambe le direzioni.

La tastiera CM3 rimovibile dell'Asus Chromebook vista dall'alto.

Un magnete nella parte superiore della tastiera si attacca alla parte inferiore del tablet, sollevando leggermente il deck da terra.

Il MediaTek MTK 8183 di CM3 è un chip ibrido utilizzato principalmente nei tablet Android. (È un chip MediaTek diverso da quello che era nel Duet l’anno scorso, ma molto simile a quello del nuovo display intelligente Echo Show 8 di Amazon.) È lontano dal processore più potente che puoi trovare in un Chromebook, ma questo dipende dalla progettazione: la durata della batteria sarà una priorità per molte persone che stanno considerando un dispositivo portatile come il CM3.

La durata della batteria è, infatti, eccellente. Ho una media di 12 ore e 49 minuti di utilizzo continuo eseguendo il CM3 attraverso il mio normale carico di lavoro di schede Chrome e app Android tra cui Slack, Messenger, Twitter, Gmail, Spotify e una chiamata Zoom occasionale con lo schermo a luminosità media – oltre un’ora in più di quello che ho visto dal Duet con lo stesso carico di lavoro. Questo è già un carico più pesante di quello che molte persone potrebbero voler sottoporre al CM3, quindi potresti ottenere ancora più tempo tra una ricarica e l’altra. L’adattatore USB-C da 45 W ha potenziato il CM3 fino al 40 percento in un’ora, rendendolo molto più veloce del caricabatterie da 10 W di Duet.

Tuttavia, la durata della batteria non è gratuita e le prestazioni del CM3 sono state un miscuglio. Funziona bene in Chrome, ad esempio, anche se con un po’ di lentezza quando si scambiano le schede e si ridimensionano le finestre, così come altri servizi Google come Gmail, Documenti, Drive, Calendar e Meet (e viene fornito con un 100 GB di abbonamento a Google One per il resto dell’anno). Anche il gioco va bene — Leggende sfoglianti e mostri erano entrambi fluidi e senza balbuzie, indipendentemente dal fatto che il CM3 fosse collegato o funzionasse a batteria.

Penso anche che la modalità tablet di Chrome OS, supportata da CM3, sia diventata abbastanza buona. Utilizza controlli gestuali simili ad Android che possono aiutare ad appiattire la curva di apprendimento per i nuovi utenti di Chromebook. Scorrendo verso l’alto si accede alla schermata principale, ad esempio, e scorrendo verso destra si passa da una pagina Web all’altra. Puoi accedere a una versione di Chrome specifica per tablet, che ti consente di aprire, chiudere e riordinare facilmente le schede con trascinamenti, scorrimenti e pulsanti grandi. Non è proprio come usare un iPad, ma penso che sia un’esperienza più fluida rispetto alla modalità tablet di Windows (specialmente in Chrome).

Tutto quello che devi fare per attivare e disattivare la modalità tablet è accendere e spegnere la tastiera: ci vuole un secondo e le mie finestre non sono sempre tornate al modo in cui le avevo disposte quando ho rimesso la tastiera acceso, ma nel complesso è un affare ragionevolmente liscio.

Ma il CM3 non si è comportato bene in tutte le attività di cui avevo bisogno. A volte, quando cercavo di utilizzare Slack o Messenger su una pila di schede di Chrome, qualcosa si bloccava. Le chiamate zoom erano possibili, il che è più di quanto si possa dire per alcuni Chromebook economici, ma ho riscontrato un ritardo tra gli ingressi audio e video. Slack si è bloccato e si è bloccato abbastanza spesso, e anche Spotify si è bloccato alcune volte.

L'Asus Chromebook Detachable CM3 aperto, angolato a sinistra.  Lo schermo mostra una scena della città dei cartoni animati su uno sfondo rosa.

Accedi a tutti i tipi di app Android tramite il Google Play Store.

Il fotoritocco è stato il punto in cui ho davvero avuto problemi. Lightroom era praticamente inutilizzabile su CM3 con solo poche cose in esecuzione in background: ho provato a modificare un batch di circa 100 foto e sono riuscito a farne solo alcune prima che il programma si bloccasse. Ho provato a passare a Google Foto, che alla fine si è anche bloccato e alla fine ho dovuto fare tutto nella Galleria. Ovviamente, non tutti modificheranno le foto sul loro Chromebook o lo spingeranno tanto quanto me, quindi è questione di conoscere le proprie esigenze.

Parlando di riunioni Zoom, i doppi altoparlanti vanno bene per le chiamate Zoom ma non troppo. Le canzoni che ho suonato avevano percussioni più forti di quelle che a volte sento dagli altoparlanti del laptop, ma nel complesso erano sottili e metalliche. Il microfono sembrava funzionare bene e non ha avuto problemi a rispondere alla mia voce durante le chiamate.

Questo è stato un prodotto difficile da valutare. Penso che il CM3 sia un ottimo dispositivo. E offre alcuni vantaggi rispetto al Chromebook Duet che ne giustificano il costo un po’ di più. Probabilmente lo acquisterei io stesso sul Duet solo per la tastiera se stessi cercando questo tipo di dispositivo: anche il cavalletto versatile, lo stilo integrato e la qualità costruttiva decente sono dei bei vantaggi.

Ma “se stavo cercando questo tipo di dispositivo” sta facendo un lavoro pesante in quella frase. Non sto cercando un dispositivo MediaTek e c’è un motivo per cui non lo sono. La durata della batteria è impressionante, certo, ma non è abbastanza potenza per il carico di lavoro di cui ho bisogno. E se sei una persona le cui esigenze sono adatte a questo processore a bassa potenza (e ce ne sono molte di queste persone nel mondo), penso davvero che $ 389 siano alla fine molto alta di quello che dovresti spendere.

Certo, il CM3 ha uno stilo (giusto), un cavalletto con una piega stravagante, una durata della batteria leggermente migliore e una porta extra. Ma è anche alla pari o più lento del Duet nella maggior parte delle attività che ho provato, l’audio è peggiore ed è più spesso e più pesante. Detto questo, non sono convinto che i vantaggi del CM3 valgano $ 100 per la maggior parte delle persone che acquistano in questa categoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *