Bitcoin sarà presto una valuta ufficiale in El Salvador

El Salvador ha approvato una risoluzione per rendere Bitcoin una valuta legale, il che lo rende il primo paese a farlo (attraverso Il guardiano). Secondo la legge, i cittadini potranno utilizzare Bitcoin per fare qualsiasi cosa, dal pagare le tasse e pagare i debiti all’acquisto di beni e servizi. La mossa è stata sostenuta dal presidente Nayib Bukele, che afferma che è un modo per aiutare coloro che non hanno accesso alle banche e coloro che vogliono inviare denaro nel paese dall’estero, ma i critici temono che sarà più spettacolo rispetto al cambiamento sostanziale.

La proposta è stata approvata dal congresso di El Salvador martedì sera, dopo Bukele lo ha annunciato a una conferenza Bitcoin a Miami la settimana scorsa. Non è stato un incontro ravvicinato, con 62 legislatori su 84 che lo hanno votato, ma vale la pena notare che Bukele ha grandi quantità di potere politico nel paese: il suo partito costituisce la maggioranza del congresso, il che gli ha permesso di prendere il controllo su gran parte del governo all’inizio di quest’anno.

Sebbene Bitcoin diventerà una valuta ufficiale per El Salvador in poco meno di tre mesi, non sarà l’unica valuta: il dollaro USA, che in precedenza era l’unica valuta del paese, rimarrà come opzione, anche se secondo criptovalute Bukele ha detto che voleva che i cittadini del paese pensassero al denaro in termini di Bitcoin, non di dollari. La risoluzione afferma che i cittadini dovrebbero essere in grado di convertire tra le due valute in qualsiasi momento e che i dollari statunitensi “saranno utilizzati come valuta di riferimento” per la contabilità.

Secondo Il Custode, alcuni gruppi per i diritti umani concentrati sull’America centrale hanno dubbi sull’adozione di Bitcoin che porterà a un cambiamento significativo per molti cittadini del paese. Una preoccupazione è che la classe inferiore della nazione non avrà accesso alla tecnologia necessaria per utilizzare e archiviare Bitcoin. Sebbene la legge richieda a chiunque offra beni o servizi di accettare Bitcoin, lo fa avere un’eccezione per coloro che non hanno accesso alla tecnologia. La legge dice che il governo “promuoverà la formazione e i meccanismi necessari” per consentire alla popolazione di utilizzare Bitcoin.

Il paese attualmente non è un grande hub per l’estrazione di Bitcoin, secondo Stime dell’Università di Cambridge, non è tra i primi 10 paesi minerari. Infatti, secondo la mappa dell’università, i contributi di El Salvador costituiscono lo 0,00 percento della potenza di calcolo globale destinata a Bitcoin. Bukele, però, potrebbe cercare di cambiarlo… ha twittato che la compagnia elettrica statale è stata incaricata di fornire elettricità a basso costo per l’estrazione, alimentata da vulcani (no, non è uno scherzo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *