Apple assume l’ex CEO di Canoo mentre avvia il progetto di un’auto elettrica

Ulrich Kranz, ex dirigente BMW e CEO e co-fondatore recentemente scomparso della startup di veicoli elettrici Canoo, è stato assunto da Apple, la società ha confermato a Il Verge. la ghirlanda vuole secondo quanto riferito lavorare sull’auto elettrica del colosso della Silicon Valley sotto Doug Field, l’ex dirigente di Tesla che gestisce le operazioni quotidiane del progetto, nome in codice “Progetto Titan”. La notizia dell’ingresso di Kranz in Apple è stata riportata per la prima volta da Bloomberg.

Kranz è stato uno dei dirigenti che hanno contribuito al lancio della berlina i3 completamente elettrica e dell’auto sportiva i8 ibrida di BMW. Poco dopo aver lasciato la casa automobilistica tedesca alla fine del 2016, lui e il collega dirigente della BMW Stefan Krause sono stati scelti per aiutare a trasformare la startup di veicoli elettrici in difficoltà Faraday Future. La coppia si è scontrata con il fondatore di Faraday Future, tuttavia, e alla fine del 2017 hanno lasciato e hanno formato quello che alla fine è diventato Canoo.

Kranz, Krause e una manciata di altri espatriati di BMW e altre case automobilistiche legacy hanno inventato un furgone completamente elettrico che avevano pianificato di vendere solo su abbonamento, cosa che hanno rivelato nel 2019. Il furgone è stato progettato attorno a un compatto, modulare piattaforma che includeva la batteria, i motori elettrici e praticamente tutta l’elettronica del veicolo, che Canoo sperava di vendere o concedere in licenza ad altri produttori.

Il lancio della piattaforma EV di Canoo è stato così interessante che Apple ha tenuto colloqui con la startup all’inizio del 2020, poiché Il Verge segnalato esclusivamente all’inizio di quest’anno. Tuttavia, i colloqui tra le due società alla fine si sono interrotti, poiché Canoo ha preferito fare un investimento, mentre Apple era interessata a un’acquisizione. Canoo aveva anche un accordo con Hyundai per costruire veicoli basati sulla piattaforma, ma da allora la startup si è allontanata da quell’accordo.

Kranz ora si trova vicino al vertice di un team molto grande all’interno di Apple che sta lavorando su un veicolo elettrico e autonomo. Apple ha avviato il progetto nel 2014, ma ha subito diverse revisioni, con la società che a un certo punto si è concentrata esclusivamente sullo sviluppo di tecnologia autonoma. Ma nell’ultimo anno, Apple ha tornato a cercare di sviluppare un veicolo e secondo quanto riferito ha tenuto colloqui con più case automobilistiche e aziende di batterie come la cinese CATL.

Kranz è stato solo uno dei tanti alti dirigenti che hanno lasciato Canoo nell’ultimo anno. Krause, che è stato il primo CEO di Canoo, è partito l’anno scorso. Anche il direttore finanziario di Canoo e il suo avvocato capo hanno lasciato quest’anno in seguito alla fusione della startup con una società di acquisizione per scopi speciali, o SPAC. Cinque dei nove co-fondatori originali rimangono con l’azienda, mentre quelli che se ne sono andati sono stati sostituiti da persone vicine al nuovo CEO dell’azienda, Tony Aquila, che è subentrato dopo che Canoo è diventata pubblica a seguito della fusione SPAC.

Da allora Aquila ha allontanato Canoo dall’idea del modello di abbonamento e si è invece concentrata sulla creazione di veicoli elettrici commerciali per le piccole imprese. Aquila ha dettagliato i cambiamenti che stava apportando alla società durante la prima chiamata di Canoo con gli investitori come società pubblica a marzo. Krause non era in quella chiamata, nonostante fosse ancora CEO all’epoca. Come Il Verge segnalato per la prima volta alla fine dello scorso anno, il contratto di Kranz con Canoo è stato rinegoziato come parte della fusione SPAC.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *