L’IRS vuole più autorità per raccogliere dati sulle criptovalute

Martedì l’Internal Revenue Service ha chiesto al Congresso maggiore autorità per richiedere rapporti sulle transazioni di scambi e broker di criptovalute, Bloomberg rapporti. L’IRS spera di utilizzare i dati raccolti per sviluppare regolamenti per l’industria delle criptovalute in rapida crescita, se è in grado di convincere i più grandi attori dello spazio a conformarsi.

L’organizzazione ha avanzato la richiesta durante l’audizione della Commissione Finanze del Senato sul Budget dell’anno fiscale 2022 proposto dall’IRS. Il commissario dell’IRS Charles Rettig ha affermato che il gruppo viene spesso sfidato nelle sue richieste di rendicontazione e di “avere un chiaro dettato dal Congresso sull’autorità [it] raccogliere queste informazioni è fondamentale”.

Una richiesta dell’IRS per il potere effettivo di fare qualcosa sulle criptovalute ha senso. La legislazione proposta che regola l’industria si è accumulata, soprattutto da quando Biden è entrato in carica. A dicembre, il Financial Crimes Enforcement Network (FinCEN) ha proposto di richiedere agli exchange di segnalare informazioni (come i nomi, ad esempio) collegati a portafogli crittografici anonimi privati ​​che scambiano oltre 10.000 dollari al giorno. Ha anche proposto requisiti simili di “conosci il tuo cliente” sulle transazioni internazionali. L’obiettivo del governo sembra essere quello di far funzionare gli scambi più come le banche e le criptovalute stesse più come contanti, come Forbes scrive. Presumibilmente, con le tasse entrambi implicherebbero.

Il caso più recente di tale riformulazione concettuale e giuridica è stata una richiesta del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti il ​​20 maggio. Il Tesoro (di cui l’IRS è tecnicamente una parte) ha chiesto formalmente a tutti gli scambi di condividere informazioni su transazioni superiori a $ 10.000. Il rapporto pubblicato dal dipartimento all’epoca affermava che “la criptovaluta pone già un problema di rilevamento significativo facilitando l’attività illegale in generale, inclusa l’evasione fiscale”. La raccolta di dati su tali transazioni potrebbe, si spera, rendere questa pratica meno allettante e la richiesta dell’IRS chiarisce che avrà bisogno di aiuto.

Tuttavia, il Congresso e l’IRS scelgono di andare avanti, la richiesta è un altro esempio del crescente sforzo per liberarsi dal selvaggio West del settore delle criptovalute. Con la popolarità delle criptovalute, ce ne saranno sicuramente di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *