Il miglior tipo di esercizio? Un esame del sangue contiene indizi


E sono emersi schemi chiari. I ricercatori hanno scoperto che i livelli di 147 proteine ​​erano fortemente associati alla forma fisica di base delle persone. Se alcuni di questi numeri di proteine ​​erano alti e altri bassi, i profili molecolari risultanti indicavano quanto fosse in forma qualcuno.

Più intrigante, un set separato di 102 proteine ​​tendeva a prevedere le risposte fisiche delle persone all’esercizio. Livelli più alti e più bassi di queste molecole – poche delle quali si sovrapponevano alle proteine ​​​​correlate alla forma fisica di base delle persone – profetizzavano la misura in cui la capacità aerobica di qualcuno sarebbe aumentata, se non del tutto, con l’esercizio.

Infine, poiché il fitness aerobico è così fortemente legato alla longevità, gli scienziati hanno incrociato i livelli delle varie proteine ​​​​correlate al fitness nel sangue delle persone arruolate in uno studio sulla salute separato che includeva i record di mortalità e hanno scoperto che le firme proteiche implicano una risposta di fitness più bassa o allo stesso modo significava vite più o meno lunghe.

Nel complesso, i risultati del nuovo studio suggeriscono che “gli strumenti di profilazione molecolare potrebbero aiutare a personalizzare” i piani di esercizio, ha affermato il dott. Robert Gerszten, professore di medicina presso la Harvard Medical School e capo della medicina cardiovascolare presso il Beth Israel Deaconess Medical Center, che ha condotto il nuovo studio con il suo autore principale, il dott. Jeremy Robbins e altri.

Qualcuno la cui firma delle proteine ​​del flusso sanguigno suggerisce che potrebbe ottenere poca forma fisica da una normale e moderata routine di camminata, ciclismo o nuoto, ad esempio, potrebbe essere spinto verso allenamenti ad alta intensità o allenamento di resistenza, ha detto il dott. Gerszten.

Quest’area di ricerca è ancora agli inizi, però, hanno detto lui e il dottor Robbins. Gli scienziati dovranno studiare molte più persone, con disparità molto più ampie nella loro salute, forma fisica, età e stile di vita, per concentrarsi su quali proteine ​​sono più importanti per prevedere la risposta all’esercizio di un individuo. I ricercatori sperano anche di tornare sui propri passi e scoprire da dove hanno avuto origine quelle molecole, per capire meglio come l’esercizio rimodella il nostro corpo e modella la nostra salute. Aspettatevi risultati ulteriori e più raffinati entro pochi anni, ha affermato il dott. Gerszten.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *