Putin firma una legge che esclude la Russia dal trattato Cieli Aperti | Notizie militari


Il presidente russo ufficializza l’uscita di Mosca dal patto in vista dell’attesissimo vertice di Ginevra con Joe Biden.

Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato lunedì una legge che formalizza l’uscita della Russia dal trattato sul controllo degli armamenti Cieli aperti, un patto che consente voli di sorveglianza disarmati sui paesi membri.

La Russia aveva sperato che Putin e il suo omologo statunitense Joe Biden potessero discutere il trattato quando si incontreranno alla fine di questo mese in un vertice a Ginevra.

Ma l’amministrazione Biden ha informato Mosca a maggio che non sarebbe rientrata nel patto dopo che l’amministrazione Trump lo aveva lasciato l’anno scorso.

Il Cremlino ha detto lunedì che la decisione degli Stati Uniti di recedere dal trattato ha “turbato significativamente l’equilibrio degli interessi” tra i membri del patto e ha costretto la Russia a uscire.

“Ciò ha causato gravi danni all’osservanza del trattato e al suo significato nel costruire fiducia e trasparenza, (causando) una minaccia alla sicurezza nazionale della Russia”, ha affermato il Cremlino in una nota sul suo sito web.

Mosca aveva sperato che Biden avrebbe ribaltato la decisione del suo predecessore.

Ma l’amministrazione Biden non ha cambiato tattica, accusando la Russia di aver violato il patto, che Mosca ha negato.

Funzionari russi hanno affermato di essersi pentiti della decisione degli Stati Uniti di non rientrare, definendolo un “errore politico” e hanno avvertito che la mossa non creerebbe un’atmosfera favorevole alle discussioni sul controllo degli armamenti al vertice di Ginevra.

Presunte violazioni

A gennaio, la Russia ha annunciato i propri piani per uscire dal trattato e il mese scorso il governo ha presentato una legislazione al parlamento per formalizzare la sua uscita.

A quel tempo, un portavoce del Cremlino disse che uno dei motivi era che gli Stati Uniti erano ancora in grado di ricevere informazioni acquisite tramite il trattato dai suoi alleati della NATO.

Ma i funzionari statunitensi hanno affermato che la Russia ha violato il trattato limitando i sorvoli statunitensi della vicina Georgia e dell’enclave russa a Kaliningrad, sulla costa baltica.

La Russia nega di aver commesso violazioni.

Il trattato, firmato nel 1992 ed entrato in vigore nel 2002, consente ai paesi di effettuare voli di sorveglianza disarmati e con breve preavviso sull’intero territorio di altre parti e di raccogliere informazioni sulle reciproche forze militari.

Il suo obiettivo è aumentare la trasparenza e creare fiducia tra i paesi.

I membri includono paesi in tutta Europa, l’ex Unione Sovietica e il Canada.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *