Lo staff dell’inchiesta COVID in Brasile sollecita il rinvio della Copa America | Notizie sulla pandemia di coronavirus


I membri dello staff della commissione del Senato sono gli ultimi a sollevare preoccupazioni per il Brasile che ospita il torneo in mezzo alla pandemia di COVID-19.

I membri dello staff di un’inchiesta del Senato brasiliano sulla gestione del paese della pandemia di COVID-19 hanno chiesto il rinvio dell’imminente torneo di calcio della Copa America, citando bassi tassi di vaccinazione e rischi di diffusione del virus.

In una lettera inviata domenica alla squadra di calcio del paese, lo staff della commissione del Senato ha affermato che solo il 10,77% della popolazione ha ricevuto le prime dosi di vaccini contro il coronavirus a partire da venerdì in tutto il Brasile.

La commissione del Senato alla fine di aprile ha avviato la sua indagine sulla gestione della pandemia da parte del presidente di estrema destra Jair Bolsonaro, che ha ucciso più di 472.000 persone in tutta la nazione sudamericana, secondo i dati della Johns Hopkins University.

“Il Brasile non offre sicurezza sanitaria per lo svolgimento di un torneo internazionale di questa portata. Oltre a trasmettere un falso senso di sicurezza e normalità, opposto alla realtà che stanno vivendo i brasiliani, incoraggerebbe gli agglomerati di persone e darebbe il cattivo esempio”, hanno affermato i dipendenti nella loro lettera.

“Non siamo contro la Copa America in Brasile o altrove. Ma crediamo che il torneo possa aspettare che il Paese sia pronto per ospitarlo”.

I membri dello staff sono gli ultimi a sollevare preoccupazioni sui piani per organizzare il torneo internazionale in Brasile, poiché i tassi di vaccinazione rimangono bassi e gli esperti di salute pubblica hanno avvertito di una potenziale nuova ondata di infezioni.

Il Brasile è stato scelto inaspettatamente la scorsa settimana per ospitare la Copa America dalla Confederazione calcistica sudamericana, CONMEBOL, dopo che la Colombia è stata costretta a ritirarsi a causa dei disordini sociali in corso mentre l’Argentina, co-organizzatrice, è stata esclusa a causa dell’aumento dei tassi di infezione da coronavirus.

Bolsonaro, uno scettico sul COVID-19 che ha respinto le richieste di adottare misure di salute pubblica come i blocchi per arginare la diffusione del virus, ha affermato che “per quanto spetta a me, e a tutti i ministri, compreso il ministro della salute, è tutto deciso”.

Ma le domande continuano a turbinare sul fatto che il torneo andrà avanti, con alcuni giocatori e allenatori che sollevano preoccupazioni.

Mercoledì, l’allenatore dell’Argentina Lionel Scaloni ha dichiarato che “il Brasile non è il posto migliore”, mentre l’allenatore uruguaiano del Cile Martin Lasarte ha descritto la decisione di giocare il torneo in Brasile come “un enorme, gigantesco rischio”.

Anche il World Leagues Forum (WLF), che rappresenta più di 40 leghe professionistiche e i loro club, ha affermato sabato in una lettera aperta alla FIFA e alla Confederazione calcistica sudamericana (CONMEBOL) che i giocatori sudamericani dovrebbero poter rinunciare a giocare nel torneo.

Uno striscione di protesta recita: “Non vogliamo la Coppa, vogliamo il vaccino! Fuori Bolsonaro’ fuori dallo stadio Maracana di Rio de Janeiro, in Brasile, il 2 giugno [Pilar Olivares/Reuters]

Tuttavia, l’Argentina ha dichiarato domenica che parteciperà al torneo, che si terrà dal 13 giugno al 10 luglio.

L’Argentina “conferma la sua partecipazione alla Copa America, come si evince dalla sua sportività nel corso della storia”, ha affermato in una nota l’associazione calcistica del paese (AFA).

L’Afa ha aggiunto che fornirà tutti gli “strumenti necessari per garantire le cure specifiche” necessarie per rispettare i protocolli sanitari durante il Copa.

Nel frattempo, i media brasiliani hanno affermato questa settimana che i giocatori del paese non vogliono giocare in un torneo organizzato frettolosamente mentre sono impegnati a giocare per qualificarsi per la Coppa del Mondo del prossimo anno.

Il capitano della squadra brasiliana Carlos Casemiro ha detto che la squadra rilascerà una dichiarazione martedì sull’opportunità o meno di competere in Copa America.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *