Come proteggere i tuoi file dal ransomware

Spostati sui virus, metti da parte i worm: il ransomware è sotto i riflettori e non ha intenzione di arrendersi. Dall’abbattimento di intere condutture del carburante al dirottamento delle reti ospedaliere, è l’attacco informatico del giorno. Non solo hai le conseguenze potenzialmente disastrose di essere bloccato fuori dai tuoi file e sistemi più importanti, devi anche decidere se sei disposto a pagare soldi freddi e duri per avervi accesso di nuovo, Se puoi persino accedere dopo aver pagato.

Ecco da dove deriva il nome—attacchi ransomware tenere letteralmente i tuoi dati per un riscatto. Ci sono alcune variazioni sul tema, ma di solito è molto riconoscibile. Il malware viene utilizzato per crittografare i tuoi file (in alcuni casi anche per crittografarli due volte), quindi richiedono una chiave specifica per essere sbloccati. Il danno può diffondersi rapidamente su computer e reti. In alcuni casi potresti essere completamente bloccato fuori dal tuo sistema, insieme a qualsiasi altro sistema sulla stessa rete.

Il ransomware non è particolarmente difficile da sviluppare o distribuire ed è redditizio. Sebbene sia iniziato come un problema per gli utenti domestici, ora si è diffuso fino a diventare un problema per le aziende e diversi attacchi di alto profilo hanno recentemente preso di mira agenzie governative e società di infrastrutture. La minaccia è molto reale, non importa chi sei, quindi come ci si protegge?

Tenere il ransomware lontano dal computer non è in realtà molto diverso dal tenere a bada qualsiasi altro tipo di malware e si applicano regole molto simili. Un attacco ransomware non può avvenire senza un accesso al tuo sistema, che di solito si ottiene tramite un’applicazione canaglia: fai attenzione a scaricare o aprire qualsiasi file dal Web o dalla tua e-mail se non sei sicuro della loro origine.

Gli hacker ora utilizzano una varietà di tecniche di ingegneria sociale, come lo spoofing di un’e-mail che sembra una missiva urgente del tuo capo, per cercare di farti installare qualcosa che non dovresti o per scaricare file che pensi siano allegati ma non lo sono . Pensa e ripensaci prima di aprire ed eseguire qualsiasi cosa sul tuo computer, soprattutto se arriva senza preavviso.

Windows e macOS

Schermata: David Nield tramite Microsoft

Il ransomware non deve sempre indurti con l’inganno a installare qualcosa: a volte può diffondersi da solo sfruttando falle di sicurezza in software legittimo che non è stato adeguatamente aggiornato o corretto. Questo è uno dei motivi per cui dovresti generalmente installare il minor numero possibile di programmi software sul tuo computer e affidarti a sviluppatori affidabili per mantenere le loro applicazioni sicure e fornire gli aggiornamenti di sicurezza necessari in modo tempestivo.

Oltre a prestare attenzione a ciò che fai sul tuo computer e ai programmi a cui concedi l’accesso, si applicano le tre regole standard di sicurezza del sistema: Aggiorna, proteggi ed esegui il backup. Tutti i malware, inclusi i ransomware, spesso sfruttano software meno recenti o privi di patch, motivo per cui è fondamentale che tutto ciò che è in esecuzione sul computer (e sì, inclusi utenti Windows e macOS) sia aggiornato almeno con gli ultimi aggiornamenti di sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *