Microsoft afferma che la censura di “Tank Man” di Bing è stata un errore umano

Sul motore di ricerca di Microsoft Bing, alla ricerca di “Tank Man”, la figura iconica delle proteste di piazza Tiananmen del 1989 in Cina, non ha prodotto immagini negli Stati Uniti per una parte di venerdì. Vice è stato in grado di produrre gli stessi risultati negli Stati Uniti e sentito da più utenti di altri paesi che si sono imbattuti nello stesso problema.

Ancora più strano, la ricerca di “Tank Man” o “Tiananmen Square Tank Man” ha restituito normali risultati di ricerca in Bing, sono solo immagini che mancavano misteriosamente. quando Il Verge contattato Microsoft per una spiegazione, ha detto “Ciò è dovuto a un errore umano accidentale e stiamo lavorando attivamente per risolverlo”.

Risultati della ricerca per “Tank Man” dopo l’incidente.

È un incidente purtroppo a tempo dato che il 4 giugno 2021 è il 32° anniversario delle proteste guidate dagli studenti in Cina, una rivolta in risposta ai cambiamenti nel paese che è stata accolta con fucili d’assalto, carri armati e un massacro. Microsoft alla fine ha ripristinato i risultati della ricerca specifica, sebbene manchi ancora notevolmente l’immagine ben nota. Tuttavia, l’aggiunta di una menzione di “Tiananmen” o “Piazza Tienanmen” tira fuori ciò che ti aspetteresti. Non è chiaro perché Bing pesi più immagini generiche di carri armati di un famoso pezzo di storia visiva, ma abbiamo contattato Microsoft per vedere se è normale.

Risultati della ricerca per “Tank Man” dopo che Microsoft ha risolto il problema.

La presenza di Bing in Cina è alquanto complicata. Il motore di ricerca è scomparso dal paese per quasi un giorno nel 2019, apparentemente perché a China Unicom, la compagnia di telecomunicazioni statale, è stato ordinato di bloccarlo, secondo il Financial Times. Microsoft non ha rivelato la causa dell’interruzione, ma alla fine il servizio è stato ripristinato.

Google ha riscontrato problemi nell’esplorazione di una versione modificata di Ricerca Google per la Cina, ma ha dovuto affrontare una dura reazione da parte dei dipendenti e delle autorità di regolamentazione statunitensi su come il prodotto potrebbe avere un impatto sugli utenti nel paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *