Google conferma il Diversity Exec non più in carica dopo un post problematico

Uno dei massimi dirigenti di Google nella strategia e nella ricerca sulla diversità ha lasciato il suo posto dopo che un post sul blog del 2007 che criticava lo stato di Israele è riemerso il 1° giugno. Nel post, Kamau Bobb ha usato un linguaggio antisemita, insinuando che gli ebrei hanno un “appetito insaziabile per la guerra e l’omicidio”.

Il post è stato subito ripreso da New York Post e il Washington Free Beacon. “Sebbene Google sia stato un sostenitore vocale delle iniziative sulla diversità … non ha commentato il recente picco di crimini di odio antisemiti”, leggi un Washington Free Beacon articolo sull’argomento.

Ma la polemica probabilmente non è iniziata con la stampa di destra. Sembra che sia stato avviato internamente, con un’e-mail di un membro del gruppo di risorse dei dipendenti ebrei di Google. Il 1° giugno, un dipendente ha inviato una nota al listserv dei dipendenti ebrei, che conta più di 3.000 membri, scrivendo che erano “profondamente preoccupati per l’antisemitismo all’interno della nostra leadership DEI”.

L’e-mail diceva:

Come indica il soggetto, sono molto preoccupato per l’antisemitismo all’interno della nostra leadership. Il nostro direttore della strategia e della ricerca sulla diversità sembra avere una forte opinione sugli ebrei e su Israele. Vi lascio dare un’occhiata al suo blog da soli, ma ecco alcune citazioni che troverete:

“Se fossi ebreo, mi preoccuperei del mio insaziabile appetito per la guerra e l’uccisione in difesa di me stesso”.

“La capacità degli Stati Uniti e di Israele non solo di dettare i termini della mia sottomissione, ma di caratterizzare il mio desiderio di essere libero come radicato nell’odio, brucerebbe il mio intelletto e la mia sensibilità come essere umano”.

“Incombe su vasta scala, come una grande nuvola oscura di atrocità umana, il massacro di palestinesi da parte di ebrei israeliani impenitenti”.

Qualcun altro pensa che questo sia totalmente inappropriato per qualcuno in questo tipo di posizione? Ho paura che qualcuno a questo livello abbia questo tipo di sentimenti nei confronti degli ebrei.

Il thread è cresciuto a spirale, ottenendo circa 80 risposte, con più richieste di licenziamento di Bobb.

I membri più moderati del gruppo hanno ritenuto che mentre il post del blog sembrava problematico, il sentimento sottostante risuonava. “Il linguaggio di questa lettera è molto offensivo e antisemita”, afferma un attuale dipendente che ha chiesto di rimanere anonimo. “Detto questo, scavare in un vecchio blog di oltre dieci anni fa sembra una caccia alle streghe”.

Più tardi quella sera, Bobb inviò un’e-mail al gruppo di risorse dei dipendenti ebrei, scusandosi per ciò che aveva detto. “Ciò che ho scritto ha caratterizzato crudamente l’intera comunità ebraica”, ha scritto. “Ciò che era inteso come una critica a una particolare azione militare alimentava tropi e pregiudizi antisemiti. Penso che possiamo essere tutti d’accordo, non c’è una soluzione facile a questa situazione. Ma non è questo il punto. Il modo in cui ho espresso le mie opinioni su quel conflitto è stato offensivo”.

Ora, Google ha confermato di Il Verge che Bobb non è più un membro del team di diversità, anche se rimane in azienda. “Condanniamo inequivocabilmente gli scritti passati di un membro del nostro team per la diversità che stanno causando profonda offesa e dolore ai membri della nostra comunità ebraica e della nostra comunità LGBTQ+”, ha scritto un portavoce di Google in una nota. “Questi scritti sono indiscutibilmente dolorosi. L’autore lo riconosce e si è scusato. In futuro non farà più parte del nostro team di diversità e si concentrerà sul suo lavoro STEM”.

Google non ha risposto a ulteriori domande su cosa significhi concentrarsi sul “lavoro STEM”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *