Belgio: cinque arresti dopo lo stupro di una ragazzina di 14 anni



La giovane ragazza si è suicidata quattro giorni dopo l’attacco, avvenuto il 14 maggio, ha detto alla CNN l’ufficio del pubblico ministero delle Fiandre orientali.

Il notiziario affiliato della CNN RTL Info ha riferito che la ragazza è stata violentata nel cimitero di Westerbegraafplaats a Gand, dopo aver organizzato un incontro con un amico. È stata poi raggiunta da altre quattro persone che hanno scattato foto mentre la violentavano e le hanno condivise sui social media, ha aggiunto il rapporto.

La polizia è stata in grado di identificare i sospetti da queste immagini, secondo il rapporto.

“Tre minorenni sono stati collocati in un istituto chiuso dal giudice per i minorenni di Gand e due adulti (entrambi di 18 anni) sono stati arrestati dal giudice istruttore di Gand per reati che si sarebbero verificati poco prima della morte della vittima. La camera di consiglio di Gand ha deciso oggi che la detenzione dei due adulti sarà prolungata di un mese”, ha dichiarato mercoledì alla CNN l’ufficio del pubblico ministero delle Fiandre orientali.

I due sospetti adulti sono stati accusati di “stupro, aggressione indecente e scatto e condivisione di immagini che potrebbero costituire un attacco all’integrità di una persona” e non hanno precedenti condanne, ha riferito RTL Info.

Martedì il ministro della Giustizia belga Vincent van Quickenborne ha espresso la sua reazione su Twitter, scrivendo: “Orribile. Non ci sono parole. I miei pensieri sono con la famiglia e gli amici. I sospetti sono stati arrestati e le indagini sono in corso. La giustizia deve e sarà raggiunta.

“Chiedo alle vittime di violenza sessuale: sporgere denuncia. Ci sono persone pronte ad aiutarti nei centri di assistenza sessuale. La giustizia farà di tutto per arrestare e punire i colpevoli. Anche chi diffonde immagini, perché anche questo è punibile. Priorità assoluta per giustizia.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *