I medici indiani protestano contro le osservazioni di Ramdev “yoga-beats-COVID” | Notizie sulla pandemia di coronavirus


Migliaia di medici in tutta l’India stanno indossando bracciali neri e chiedono l’arresto di un guru estremamente popolare che ha affermato che lo yoga può prevenire il COVID-19 e che la medicina convenzionale ha ucciso migliaia di pazienti con coronavirus.

Baba Ramdev, il creatore di un impero della medicina tradizionale di successo, ha affermato il mese scorso che la pandemia ha mostrato che i farmaci moderni sono “scienza stupida e fallita” e ha affermato che centinaia di migliaia “sono morti perché avevano medicine (convenzionali) per l’allopatia”.

Nel “Giorno nero” delle proteste di martedì, le foto sui social media hanno mostrato medici con striscioni che chiedevano l’arresto di “Quack Ramdev” mentre altri indossavano tute DPI con la scritta #ArrestRamdev sul retro.

I medici residenti dell’AIIMS tengono cartelli mentre osservano un “Giorno nero” per protestare contro le osservazioni di Ramdev [Rajat Gupta/EPA]

L’associazione dei medici dell’All India Institute of Medical Sciences (AIIMS), uno dei più grandi ospedali governativi di Delhi, ha definito i commenti di Ramdev “vergognosi”.

I medici hanno anche cambiato le loro immagini del profilo sui social media in quadrati neri, ha detto Elizabeth Puranam di Al Jazeera, riferendo dalla capitale Nuova Delhi.

“In un paese come l’India, dove le persone tendono a seguire i guru spirituali, i guru dello yoga e anche ciecamente, quando persone del genere diffondono sfiducia, disinformazione, diventa molto difficile per noi come persone basate sulla scienza, come medici cancellare quella disinformazione fuori”, ha detto ad Al Jazeera il dottor Mehak Bhushan della Federation of Resident Doctors Association.

Ramdev, un appassionato sostenitore del primo ministro Narendra Modi, ha ritrattato i suoi commenti dopo un appello del ministro della Sanità indiano Harsh Vardhan e il guru ha affermato di aver semplicemente letto i messaggi WhatsApp di altre persone.

Ma ha poi causato un’ulteriore protesta dicendo che non aveva bisogno di un vaccino contro il coronavirus perché era protetto dallo yoga e dalla medicina tradizionale, o dall’Ayurveda.

I medici residenti dell’ospedale Safdarjung di Delhi tengono cartelli in una “Giornata nera” di protesta contro le osservazioni di Ramdev contro la medicina allopatica e i suoi praticanti [Rajat Gupta/EPA]

La società di Ramdev Patanjali Ayurved vale centinaia di milioni di dollari e vende di tutto, dal dentifricio ai jeans, nei suoi onnipresenti negozi.

All’inizio di quest’anno, ha lanciato un rimedio a base di erbe chiamato Coronil che Ramdev, che ha anche un canale televisivo, ha detto che curerà il coronavirus.

All’evento di lancio ha partecipato Vardhan, medico allopatico e presidente del comitato esecutivo dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

Il ministro della Sanità Harsh Vardhan, a sinistra, con Ramdev in una conferenza stampa per il lancio di Coronil, che secondo Patanjali cura il COVID-19, a Nuova Delhi il 19 febbraio 2021 [Rajat Gupta/EPA]

I medici affermano che Ramdev sta “approfittando della pandemia e del suo vasto pubblico che segue per convincere le persone ad acquistare i suoi prodotti non approvati”, ha riferito Puranam.

Ramdev aveva affermato che Coronil era stato approvato dall’OMS, ma l’organismo sanitario globale nega l’affermazione.

Un giornalista anziano a cui sono state tagliate le gomme della sua auto mentre indagava sugli interessi commerciali di Ramdev afferma che il guru dello yoga è protetto dal governo di destra di Modi.

“Il suo interesse acquisito per gli affari, che è davvero ciò che sta dietro alla finzione di essere uno yogi… è stato documentato in una certa misura… Quindi, in un certo senso, ha una sanzione politica e quindi ha un ampio grado di impunità nell’evadere con quello che fa”, ha detto Nitin Sethi ad Al Jazeera.

Patanjali è il 13° marchio più affidabile dell’India, secondo le classifiche pubblicate l’anno scorso [File: Harish Tyagi/EPA]

Patanjali – che si colloca al 13° posto nella classifica dei marchi di fiducia dell’India pubblicata lo scorso anno – ha precedentemente affermato di avere rimedi contro il cancro, mentre Ramdev ha anche affermato di poter “curare” l’omosessualità e l’AIDS.

Il portavoce di Ramdev non ha risposto alla richiesta di intervista di Al Jazeera.

Ma il guru dello yoga conta milioni di indiani come seguaci, incluso Anil Sabharwal che vende la sua gamma di prodotti.

“Non vendo prodotti Patanjali solo per affari. Questa è una questione di fede. Guru Ramdev ci mostra la strada”, ha detto ad Al Jazeera il proprietario del negozio Anil Sabharwal.

“Ho avuto alcuni disturbi, ma nel momento in cui ho iniziato ad ascoltare i suoi sermoni, il processo di guarigione era già iniziato”.

Molte persone in India hanno una profonda fiducia nei guru e nella medicina alternativa. Ma i medici affermano che le affermazioni di Ramdev non possono essere comprovate e che deve essere ritenuto responsabile delle sue dichiarazioni, specialmente durante una pandemia.

Secondo l’Indian Medical Association, il coronavirus ha causato la morte di almeno 330.000 persone in India, tra cui più di 1.200 medici.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *