Serena Williams vince il primo turno agli Open di Francia


PARIGI — In una nuova fascia oraria, Serena Williams ha mantenuto ancora una volta il suo impegno di ritorno con il secondo round di un Grande Slam.

Giocando nella prima sessione notturna dedicata nella storia dell’Open di Francia lunedì al Roland Garros, la Williams, settima testa di serie, ha sconfitto la 74esima Irina-Camelia Begu 7-6(6), 6-2 in un’ora e 42 minuti.

La Williams, che ha giocato per la prima volta all’Open di Francia nel 1998, ha affermato di aver apprezzato la novità, anche senza fan presenti a causa del coprifuoco delle 21:00 in tutta la città a Parigi.

“In tutti i miei eoni di gioco qui, non c’era mai stata una sessione notturna al Roland Garros”, ha detto Williams a Jon Wertheim di Tennis Channel in un’intervista sul campo dopo la partita. “Quindi è bello.”

Partire in ritardo non ha fatto nulla per offuscare il brillante record di carriera della Williams nel primo round del Grande Slam, che è migliorato fino a 77-1 con la vittoria su Begu. La sua unica sconfitta nel round di apertura di un Grande Slam è arrivata nove anni fa nel primo round degli Open di Francia contro Virginie Razzano.

Williams sembrava sulla strada per una vittoria enfatica in anticipo, spezzando Begu per un vantaggio di 4-2 nel primo set strappando un vincitore in corsa di diritto trasversale. Ma dopo aver consolidato quella pausa, il vantaggio di 5-2 della Williams è scivolato, con la veterana rumena che l’ha sconcertata con i suoi tiri alti e pesanti che hanno attirato ripetuti errori dai colpi di fondo della Williams.

Begu, una veterana che ha trascorso la maggior parte della sua carriera nella top 100, raggiungendo la posizione n. 22 nel 2016, non ha un track record di grandi vittorie. Aveva vinto solo due delle sue precedenti 14 partite del Grande Slam contro i primi 20 avversari che erano entrati nella partita con Williams.

Quella mancanza di pedigree si è rivelata fondamentale per la prima opportunità di set point di Begu, sopra 6-4 nel tiebreak del primo set sul suo servizio. Dopo che la Williams ha tagliato la rete con il suo ritorno, Begu non è stata in grado di prendere il controllo del rally, e alla fine lo ha perso per un errore non forzato di rovescio in rete causato da un gioco di gambe lento.

Dopo quella fuga, Williams si è affermato, facendo un passo avanti per prendere una volée oscillante in aria per punire la risposta morbida che Begu aveva colpito con una seconda di servizio a 77 mph.

“Stavo solo pensando di tirare fuori quella palla dall’aria, perché ho fatto delle buone volée swing in pratica”, ha detto Williams.

Williams ha chiuso il set con lo stesso tiro. Dopo aver trasformato lo scambio dalla difesa all’attacco con un pallonetto alto che ha spinto Begu dietro la linea di fondo, Williams ha colpito un altro tiro al volo di diritto sul suo primo set point per prendere il tiebreak 8-6, poi ha ruggito di soddisfazione e ha lanciato le braccia in aria .

“So cosa fare, sono stato qui un milione di volte”, ha detto Williams di sfuggire al primo set. “Devo solo farlo, perché so come uscire da quelle posizioni e da quei colpi stretti”.

Williams ha controllato il secondo set con molta meno suspense, prendendolo in 36 minuti dopo aver rotto Begu nel gioco di apertura e aggiungendo una seconda pausa nel settimo gioco per buona misura.

La Williams affronterà un’altra rumena, la 174esima Mihaela Buzarnescu, nel secondo turno mercoledì.

Williams ha esteso il suo record di round di apertura del Grande Slam quasi impeccabile nonostante la sua forma recente, che è stata traballante e l’ha vista vincere solo una delle sue tre partite in terra battuta quest’anno finora. La Williams, che ha perso in semifinale agli Australian Open a febbraio, ha subito sconfitte consecutive contro la 44esima Nadia Podoroska a Roma e la 68esima Katerina Siniakova a Parma quando è tornata al tour.

Ma come sanno i giocatori del passato e del presente, giocare alla Williams sotto i riflettori di un Grande Slam è una proposta decisamente più impegnativa.

Lindsay Davenport, una delle prime rivali che ora è una commentatrice di Tennis Channel, ha detto tanto quanto ha commentato la partita: “La Serena che si presenta alle major è una giocatrice completamente diversa”.

Le dichiarazioni che Williams ha fatto con i suoi scatti sono state accompagnate da quelle con le sue calzature. Indossava un paio di scarpe Nike verdi che, secondo lei, erano “un’opera d’arte”, decorate nello stile dell’opera d’arte di uno dei suoi album preferiti: “Dookie” dei Green Day.

La maggior parte del testo era in inglese, ma un’affermazione in francese in lettere maiuscole si è distinta dall’altra scritta mentre Williams, 39 anni, cerca nuovamente il suo 24° titolo del Grande Slam: “JE NE M’ARRÊTERAI JAMAIS”.

Semplicemente: “Non mi fermerò mai”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *